Seguici sui social

Commissione europea

La Commissione pubblica la relazione generale 2022: la solidarietà dell'UE in azione di fronte alle sfide geopolitiche

SHARE:

Pubblicato il

on

Il 15 marzo la Commissione ha pubblicato il Edizione 2022 della relazione generale dell'UE, in linea con il trattato sul funzionamento dell'Unione europea. La relazione presenta le principali attività dell'UE nel 2022, con particolare attenzione alla risposta dell'UE alla guerra di aggressione della Russia contro l'Ucraina e il incrollabile solidarietà con l'Ucraina.

In particolare, l'UE ha adottato più di 200 misure per aiutare lo Stato e il popolo ucraino e sostenere gli Stati membri nell'affrontare le conseguenze soprattutto sull'economia e sulla sicurezza energetica dell'Europa. Circa 4 milioni di persone in fuga dalla guerra hanno ricevuto protezione temporanea negli Stati membri. L'UE ha adottato nove pacchetti di dure sanzioni per limitare la capacità della Russia di fare la guerra e ha mobilitato quasi 50 miliardi di euro a sostegno dell'Ucraina.

Anche l'UE ha agito con decisione per eliminare gradualmente la sua dipendenza dai combustibili fossili russi, sostenere i cittadini che devono far fronte a bollette energetiche elevate e accelerare la transizione verso l'energia pulita dell'UE. Grazie al piano REPowerEU ha progressivamente diversificato le proprie forniture, raggiunto livelli record di stoccaggio del gas (oltre il 95% a novembre) e superato l'obiettivo di riduzione dei consumi di gas.

L'UE ha inoltre continuato a realizzare la sua agenda verde e la crescita sostenibile e inclusiva, nonché ad attuare con successo il piano per la ripresa da 800 miliardi di EUR NextGenerationUE. L'UE ha mantenuto il corso del Affare verde: le sue emissioni interne nette sono state inferiori del 30% rispetto al 1990 e l'UE è sulla buona strada per raggiungere l'obiettivo del 2030. L'UE ha inoltre aumentato l'obiettivo 2030 per le rinnovabili al 45% rispetto al precedente obiettivo del 40%, mentre sono stati raggiunti importanti accordi politici sulla revisione del sistema di scambio di quote di emissione dell'UE, la creazione di un Fondo sociale per il clima e l'attuazione del nuovo Carbon Meccanismo di adeguamento delle frontiere.

Nel settore digitale, l'anno ha visto l'adozione del Digital Services Act e del Digital Markets Act, insieme alla nuova legislazione sui caricabatterie universali. In tema di parità, passi decisivi sono stati compiuti sulla direttiva Donne nei consigli di amministrazione, sulle misure di trasparenza retributiva e sulla direttiva sui salari minimi adeguati. Il rapporto è disponibile in tutte le lingue ufficiali dell'UE come a libro completamente illustrato e in un versione online.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.
pubblicità

Trending