Seguici sui social

Commissione europea

Tutela dei giornalisti e dei difensori dei diritti: la Commissione chiede pareri sulle misure contro le controversie abusive

SHARE:

Pubblicato il

on

La Commissione ha avviato una consultazione pubblica su Azione dell'UE contro i contenziosi abusivi nei confronti di giornalisti e difensori dei diritti (Cause strategiche contro la partecipazione pubblica -SLAPP). La consultazione confluirà nella prossima iniziativa contro SLAPP, che sarà presentata dalla Commissione, come annunciato nel Piano d'azione per la democrazia europea.

Il vicepresidente Věra Jourová ha dichiarato: “Daphne Caruana Galizia aveva 47 cause legali abusive note come SLAPP al momento del suo assassinio. Giornalisti e difensori dei diritti dovrebbero essere i cani da guardia delle nostre democrazie, non molestati legalmente per aver tenuto sotto controllo chi è al potere. La consultazione pubblica ci aiuterà a capire cosa dobbiamo fare per proteggerli».

Il commissario alla giustizia Didier Reynders ha aggiunto: “Lo SLAPP è una minaccia ai valori democratici e ai diritti fondamentali. Gli SLAPP abusano dei sistemi legali e giudiziari per censurare, intimidire e mettere a tacere i giornalisti ei difensori dei diritti. L'iniziativa della Commissione affronterà questa minaccia e contribuirà a garantire il corretto funzionamento dei controlli e degli equilibri di una sana democrazia”.

L'iniziativa anti-SLAPP fa parte del Azione per la democrazia europea Piano, che ha rilevato che tali pratiche sono sempre più utilizzate in molti Stati membri, in un ambiente in cui è in aumento l'attività ostile nei confronti dei giornalisti. Cittadini, giornalisti, Stati membri, ONG, società civile, giudici, professionisti del diritto sono invitati a esprimere le proprie opinioni. La consultazione pubblica è disponibile qui e sarà aperto fino al 10 gennaio 2022. Recentemente la Commissione ha adottato un Raccomandazione sulla sicurezza dei giornalisti e continuerà le sue azioni per proteggere la libertà e il pluralismo dei media con il suo lavoro su una nuova legge europea sulla libertà dei media come annunciato da Presidente von der Leyen nel 2021 Stato dell'Unione.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending