Seguici sui social

Commissione europea

Il piano di investimenti per l'Europa sostiene il progetto infrastrutturale di bypass di Kevaka nei Paesi baltici

SHARE:

Pubblicato

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) ha firmato per finanziare il Partenariato Pubblico-Privato (PPP) che progetterà, costruirà, finanzierà e manterrà una tangenziale per il tratto dell'autostrada E67/A7 che attualmente attraversa il comune di Kekava in Lettonia. La BEI presterà 61.1 milioni di euro al progetto, che devierà il traffico di transito dalle aree densamente popolate di Kekava a una nuova rotta che la bypassa da ovest. La transazione è supportata dal by Fondo europeo per gli investimenti strategici, il pilastro principale di Piano di investimenti per l'Europa.

Questo progetto migliorerà la sicurezza stradale e ridurrà i rischi per la salute dei residenti locali. Sosterrà il miglioramento della sezione dell'autostrada A7 (parte della Via Baltica) a sud di Riga, che collega la capitale lettone al confine lituano e fa parte della rete centrale dei trasporti transeuropei (TEN-T). Il progetto segna il primo finanziamento di partenariato pubblico-privato in Lettonia per la BEI ed è di per sé il primo PPP su larga scala nei paesi baltici.

Un'economia che lavora per le persone Il vicepresidente esecutivo Valdis Dombrovskis (nella foto) ha dichiarato: “Sono lieto che il Piano di investimenti per l'Europa fornisca una garanzia finanziaria alla BEI per la costruzione della circonvallazione di Kekava, che sarà il primo partenariato pubblico-privato su larga scala nei Paesi baltici. Garantirà il collegamento stradale più efficiente tra la capitale lettone Riga e il confine lituano. Questo investimento rafforzerà la rete transeuropea dei trasporti, contribuendo alla coesione sociale, economica e territoriale nell'Unione europea”.

pubblicità

I Piano di investimenti per l'Europa ha finora mobilitato 546.5 miliardi di euro di investimenti, di cui 1.4 miliardi in Lettonia. UN comunicato stampa è disponibile online.

pubblicità

Coronavirus

Agenda USA-UE per sconfiggere la pandemia globale: vaccinare il mondo, salvare vite ora e ripristinare una migliore sicurezza sanitaria

Pubblicato

on

La vaccinazione è la risposta più efficace alla pandemia di COVID. Gli Stati Uniti e l'UE sono leader tecnologici nelle piattaforme di vaccini avanzati, dati decenni di investimenti in ricerca e sviluppo.

È fondamentale perseguire in modo aggressivo un'agenda per vaccinare il mondo. La leadership coordinata degli Stati Uniti e dell'UE contribuirà ad espandere l'offerta, fornire in modo più coordinato ed efficiente e gestire i vincoli alle catene di approvvigionamento. Ciò dimostrerà la forza di un partenariato transatlantico nel facilitare la vaccinazione globale consentendo al contempo maggiori progressi da parte di iniziative multilaterali e regionali.

Sulla base dei risultati del vertice del G2021 sulla salute globale del maggio 20, dei vertici G7 e USA-UE di giugno e del prossimo vertice del G20, gli Stati Uniti e l'UE amplieranno la cooperazione per un'azione globale volta a vaccinare il mondo, salvando vite ora, e costruire una migliore sicurezza sanitaria.  

pubblicità

Pilastro I: un impegno congiunto UE/USA per la condivisione dei vaccini: gli Stati Uniti e l'UE condivideranno le dosi a livello globale per aumentare i tassi di vaccinazione, con una priorità sulla condivisione tramite COVAX e sul miglioramento urgente dei tassi di vaccinazione nei paesi a reddito medio-basso. Gli Stati Uniti stanno donando oltre 1.1 miliardi di dosi e l'UE donerà oltre 500 milioni di dosi. Questo si aggiunge alle dosi che abbiamo finanziato tramite COVAX.

Chiediamo alle nazioni che sono in grado di vaccinare le loro popolazioni di raddoppiare i loro impegni di condivisione della dose o di dare un contributo significativo alla preparazione del vaccino. Daranno un premio alla condivisione della dose prevedibile ed efficace per massimizzare la sostenibilità e ridurre al minimo gli sprechi.

Pilastro II: un impegno congiunto UE/USA per la preparazione ai vaccini: gli Stati Uniti e l'UE sosterranno e coordineranno con le organizzazioni competenti per la consegna del vaccino, la catena del freddo, la logistica e i programmi di immunizzazione per tradurre le dosi in fiale in colpi di armi. Condivideranno le lezioni apprese dalla condivisione della dose, inclusa la somministrazione tramite COVAX, e promuoveranno un'equa distribuzione dei vaccini.

pubblicità

Pilastro III: un partenariato congiunto UE/USA per rafforzare la fornitura globale di vaccini e terapie: l'UE e gli Stati Uniti sfrutteranno la loro task force congiunta per la produzione e la catena di approvvigionamento COVID-19 lanciata di recente per sostenere la produzione e la distribuzione di vaccini e terapie e superare le sfide della catena di approvvigionamento. Gli sforzi di collaborazione, descritti di seguito, includeranno il monitoraggio delle catene di approvvigionamento globali, la valutazione della domanda globale rispetto alla fornitura di ingredienti e materiali di produzione e l'identificazione e la risoluzione in tempo reale dei colli di bottiglia e altri fattori di disturbo per la produzione globale di vaccini e terapie, nonché il coordinamento di potenziali soluzioni e iniziative per aumentare la produzione globale di vaccini, input critici e forniture ausiliarie.

Pilastro IV: Una proposta congiunta UE/USA per raggiungere la sicurezza sanitaria globale. Gli Stati Uniti e l'UE sosterranno l'istituzione di un Fondo intermediario finanziario (FIF) entro la fine del 2021 e sosterranno la sua capitalizzazione sostenibile. L'UE e gli Stati Uniti sosterranno inoltre la sorveglianza globale della pandemia, compreso il concetto di radar pandemico globale. L'UE e gli Stati Uniti, rispettivamente attraverso HERA e l'Autorità per la ricerca e lo sviluppo biomedico avanzato del Dipartimento della salute e dei servizi umani, coopereranno in linea con il nostro impegno del G7 per accelerare lo sviluppo di nuovi vaccini e formulare raccomandazioni sul miglioramento della capacità del mondo di consegnare questi vaccini in tempo reale. 

Chiediamo ai partner di unirsi alla creazione e al finanziamento della FIF per sostenere la preparazione dei paesi per il COVID-19 e le future minacce biologiche.

Pilastro V: una tabella di marcia congiunta UE/USA/partner per la produzione regionale di vaccini. L'UE e gli Stati Uniti coordineranno gli investimenti nella capacità produttiva regionale con i paesi a reddito medio-basso, nonché gli sforzi mirati per migliorare la capacità di contromisure mediche nell'ambito dell'infrastruttura Build Back and Better World e del nuovo partenariato Global Gateway. L'UE e gli Stati Uniti allineeranno gli sforzi per rafforzare la capacità di produzione locale di vaccini in Africa e portare avanti le discussioni sull'espansione della produzione di vaccini e trattamenti COVID-19 e garantire il loro accesso equo.

Chiediamo ai partner di unirsi per sostenere investimenti coordinati per espandere la produzione globale e regionale, inclusi vaccini COVID-19 a mRNA, vettori virali e/o subunità proteiche.

Maggiori informazioni

Dichiarazione congiunta sul lancio della task force congiunta per la produzione e la catena di approvvigionamento COVID-19

Continua a leggere

Commissione europea

Rivedere le norme assicurative dell'UE: incoraggiare gli assicuratori a investire nel futuro dell'Europa

Pubblicato

on

La Commissione europea ha adottato una revisione completa delle norme assicurative dell'UE (nota come Solvency II) in modo che le compagnie di assicurazione possano aumentare gli investimenti a lungo termine nella ripresa dell'Europa dalla pandemia di COVID-19.

La revisione odierna mira anche a rendere il settore assicurativo e riassicurativo (ossia l'assicurazione per le compagnie di assicurazione) più resiliente in modo che possa resistere a crisi future e proteggere meglio gli assicurati. Inoltre, saranno introdotte regole semplificate e più proporzionate per alcune compagnie di assicurazione più piccole.

Le polizze assicurative sono essenziali per molti europei e per le imprese europee. Proteggono le persone da perdite finanziarie in caso di eventi imprevisti. Anche le compagnie di assicurazione svolgono un ruolo importante nella nostra economia incanalando i risparmi nei mercati finanziari e nell'economia reale, fornendo così alle imprese europee finanziamenti a lungo termine.

pubblicità

La recensione di oggi è composta dai seguenti elementi:

  • Una proposta legislativa per modificare la Direttiva Solvibilità II (Direttiva 2009/138/CE);
  • una comunicazione sulla revisione della direttiva Solvency II, e;
  • una proposta legislativa per una nuova direttiva sul risanamento e la risoluzione delle assicurazioni.

Revisione completa di Solvency II

L'obiettivo della revisione odierna è rafforzare il contributo degli assicuratori europei al finanziamento della ripresa, avanzando sull'Unione dei mercati dei capitali e convogliando i fondi verso il Green Deal europeo. A breve termine, nell'UE potrebbero essere liberati capitali fino a circa 90 miliardi di euro. Questo significativo rilascio di capitale aiuterà gli (ri)assicuratori ad aumentare il loro contributo come investitori privati ​​alla ripresa dell'Europa dal COVID-19.

pubblicità

Le modifiche alla direttiva Solvibilità II saranno integrate da atti delegati in una fase successiva. La comunicazione odierna espone le intenzioni della Commissione al riguardo. 

Alcuni punti chiave del pacchetto di oggi:

  • I cambiamenti odierni proteggeranno meglio i consumatori e garantiranno la solidità delle compagnie assicurative, anche in tempi economici difficili;
  • i consumatori ("assicurati") saranno meglio informati sulla situazione finanziaria del loro assicuratore;
  • i consumatori saranno più protetti quando acquistano prodotti assicurativi in ​​altri Stati membri grazie a una migliore cooperazione tra le autorità di vigilanza;
  • gli assicuratori saranno incentivati ​​a investire di più nel capitale a lungo termine per l'economia;
  • la solidità finanziaria degli assicuratori terrà maggiormente conto di alcuni rischi, compresi quelli legati al clima, e sarà meno sensibile alle fluttuazioni di mercato a breve termine, e;
  • l'intero settore sarà esaminato meglio per evitare che la sua stabilità venga messa a rischio.

Proposta di direttiva sul recupero e la risoluzione assicurativa

L'obiettivo della direttiva sul risanamento e la risoluzione delle assicurazioni è garantire che gli assicuratori e le autorità competenti nell'UE siano meglio preparati in caso di gravi difficoltà finanziarie.

Introdurrà un nuovo processo di risoluzione ordinato, che proteggerà meglio gli assicurati, nonché l'economia reale, il sistema finanziario e, in definitiva, i contribuenti. Le autorità nazionali saranno meglio attrezzate in caso di insolvenza di una compagnia di assicurazioni.

Attraverso l'istituzione di collegi di risoluzione, le autorità di vigilanza e le autorità di risoluzione competenti saranno in grado di intraprendere azioni coordinate, tempestive e decisive per affrontare i problemi che sorgono all'interno dei gruppi di (ri)assicurazione transfrontalieri, garantendo il miglior risultato possibile per gli assicurati e per l'economia in generale.

Le proposte odierne si basano ampiamente sulla consulenza tecnica fornita dall'EIOPA (l'Autorità europea per le assicurazioni e le pensioni aziendali e professionali). Sono inoltre in linea con il lavoro svolto a livello internazionale sull'argomento, tenendo conto delle specificità europee.

Il vicepresidente esecutivo di un'economia che lavora per le persone Valdis Dombrovskis ha dichiarato: "L'Europa ha bisogno di un settore assicurativo forte e dinamico per investire nella nostra economia e aiutarci a gestire i rischi che affrontiamo. Il settore assicurativo può contribuire al Green Deal e al capitale Markets Union, grazie al suo duplice ruolo di protettore e investitore.Le proposte odierne assicurano che le nostre regole rimangano adeguate allo scopo, rendendole più proporzionate".

Mairead McGuinness, il commissario responsabile per i servizi finanziari, la stabilità finanziaria e l'Unione dei mercati dei capitali, ha dichiarato: “La proposta odierna aiuterà il settore assicurativo a farsi avanti ea svolgere appieno il proprio ruolo nell'economia dell'UE. Stiamo consentendo investimenti nella ripresa e oltre. E stiamo promuovendo la partecipazione delle compagnie di assicurazione ai mercati dei capitali dell'UE, fornendo l'investimento a lungo termine che è così vitale per un futuro sostenibile. La nostra crescente Unione dei mercati dei capitali è essenziale per il nostro futuro verde e digitale. Stiamo anche prestando molta attenzione alla prospettiva del consumatore; gli assicurati possono essere rassicurati che saranno protetti meglio in futuro se il loro assicuratore dovesse incontrare difficoltà”.

Prossimi passi

Il pacchetto legislativo sarà ora discusso dal Parlamento europeo e dal Consiglio.

sfondo

La protezione assicurativa è essenziale per molte famiglie, imprese e operatori del mercato finanziario. Il settore assicurativo offre anche soluzioni per il reddito da pensione e aiuta a convogliare il risparmio nei mercati finanziari e nell'economia reale.

Il 1° gennaio 2016 è entrata in vigore la Direttiva Solvency II. La Commissione ha monitorato l'applicazione della direttiva e si è consultata ampiamente con le parti interessate su possibili aree di revisione.

L'11 febbraio 2019 la Commissione ha chiesto formalmente all'EIOPA una consulenza tecnica per preparare la revisione della direttiva Solvency II. Il parere tecnico dell'EIOPA è stato pubblicato il 17 dicembre 2020.

Al di là dell'ambito minimo di revisione menzionato nella direttiva stessa, e dopo aver consultato le parti interessate, la Commissione ha individuato ulteriori aree del quadro Solvency II che dovrebbero essere riviste, come il contributo del settore alle priorità politiche dell'Unione europea (es. Deal e l'Unione dei mercati dei capitali), la vigilanza sulle attività assicurative transfrontaliere e il rafforzamento della proporzionalità delle norme prudenziali, compresa la segnalazione.

Maggiori informazioni

Proposta legislativa di modifica della direttiva 2009/138/CE (direttiva Solvibilità II)

Proposta legislativa per il risanamento e la risoluzione delle imprese di (ri)assicurazione

Comunicazione sulla revisione della direttiva Solvibilità II

Domande e risposte

Continua a leggere

Commissione europea

La Commissione pubblica una relazione sulla sorveglianza rafforzata per la Grecia

Pubblicato

on

La Commissione ha pubblicato il undicesimo rapporto di sorveglianza rafforzata per la Grecia. La relazione è preparata nel contesto del quadro di sorveglianza rafforzata che serve a garantire il sostegno continuo alla realizzazione degli impegni di riforma della Grecia dopo il completamento con successo del programma di assistenza finanziaria nel 2018. La relazione conclude che la Grecia ha adottato le azioni necessarie per raggiungere il suo dovuti impegni specifici, nonostante le difficili circostanze causate dalla pandemia.

Le autorità greche hanno rispettato impegni specifici in vari settori, comprese le privatizzazioni, il miglioramento del contesto imprenditoriale e dell'amministrazione fiscale, avanzando nel contempo su più ampie riforme strutturali, anche nel settore dell'istruzione scolastica e della pubblica amministrazione. Le istituzioni europee accolgono con favore l'impegno stretto e costruttivo in tutti i settori e incoraggiano le autorità greche a mantenere lo slancio e, ove necessario, a rafforzare gli sforzi per rimediare ai ritardi in parte causati dalla pandemia.

pubblicità

Continua a leggere
pubblicità
pubblicità
pubblicità

Trending