Seguici sui social

Commissione europea

Amazon vince una rissa da 303 milioni di dollari a causa della crociata fiscale dell'UE

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

Amazon ha vinto la sua battaglia contro un ordine dell'UE di pagare circa 250 milioni di euro (303 milioni di dollari) in tasse arretrate al Lussemburgo in un altro duro colpo al capo della concorrenza Margrethe Vestager (nella foto) crociata contro gli accordi preferenziali, scrive Foo Yun Chee.

Il blocco non è riuscito a dimostrare che il Lussemburgo ha riservato al rivenditore online statunitense un trattamento speciale in violazione delle norme sugli aiuti di Stato, ha stabilito mercoledì il Tribunale dell'UE.

La vittoria segue la storica sconfitta dello scorso anno per Vestager contro Apple, che aveva contestato un ordine di pagare 13 miliardi di euro (15 miliardi di dollari) di tasse arretrate irlandesi.

Sia Amazon che Apple sono stati presi di mira da Vestager in una campagna per eliminare gli accordi fiscali utilizzati da stati dell'UE come Irlanda, Lussemburgo e Paesi Bassi per attirare grandi aziende. La Commissione considera tali accordi sleali.

"La Commissione non ha dimostrato, in base agli standard legali richiesti, che vi fosse un'indebita riduzione del carico fiscale di una filiale europea del gruppo Amazon", hanno affermato i giudici dell'UE con sede in Lussemburgo.

Amazon in una dichiarazione ha accolto con favore la sentenza, affermando che era in linea con la sua "posizione di lunga data secondo cui abbiamo seguito tutte le leggi applicabili e che Amazon non ha ricevuto alcun trattamento speciale".

Vestager ha detto che esaminerà la sentenza prima di decidere se appellarsi alla corte suprema europea.

pubblicità

Non erano tutte cattive notizie per Vestager. In un altro caso mercoledì, l'utility francese Engie ha perso il suo ricorso contro l'ingiunzione dell'UE di restituire al Lussemburgo imposte per 120 milioni di euro.

Ma i riflettori erano puntati sulla decisione dell'Amazzonia, criticata dai gruppi che si battevano per l'imposizione di tasse più alte alle multinazionali.

Vestager dell'UE dice di studiare la battuta d'arresto fiscale di Amazon prima di decidere i prossimi passiAmazon afferma che la corte dell'UE concorda sul fatto di non avere un trattamento fiscale speciale in Lussemburgo

“La sentenza di oggi è un duro colpo”, ha detto Chiara Putaturo, esperta fiscale di Oxfam EU. "Dimostra ancora una volta che le indagini caso per caso non risolvono l'evasione fiscale su larga scala".

L'importo in gioco nella decisione di Amazon era esiguo rispetto ai miliardi di dollari che il rivenditore online guadagna ogni trimestre, ma la decisione potrebbe aiutare altre società nei loro ricorsi contro le indagini fiscali del blocco.

Vestager ha indotto con successo Belgio, Irlanda, Lussemburgo e Paesi Bassi a modificare le proprie pratiche di ruling fiscale e ha spronato l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) a mirare a un accordo globale su come vengono tassate le multinazionali.

L'OCSE ha affermato la scorsa settimana che le possibilità di un accordo globale non sono mai state così alte.

La Commissione europea nella sua sentenza del 2017, respinta mercoledì, ha affermato che il Lussemburgo ha risparmiato ad Amazon il pagamento delle tasse su quasi i tre quarti dei suoi profitti dalle operazioni dell'UE, consentendole di incanalare i profitti verso una holding esentasse.

Nella sua decisione del 2018 su Engie, l'UE ha affermato che l'accordo con le autorità lussemburghesi ha ridotto artificialmente l'onere fiscale della società, il che significa che ha pagato un'aliquota dell'imposta sulle società effettiva dello 0.3% su alcuni profitti in Lussemburgo per circa un decennio.

Il tribunale si è schierato con la Commissione, affermando che l'utilità francese aveva beneficiato di un vantaggio fiscale.

Le cause sono T-816/17 Lussemburgo / Commissione e T-318/18 Amazon UE / Commissione.

($ 1 = € 0.8243)

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending