Seguici sui social

Politica

I deputati invitano Frances Haugen, informatore di Facebook, a testimoniare

SHARE:

Pubblicato il

on

La commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori (IMCO) del Parlamento europeo ha invitato l'informatore di Facebook Frances Haugen a un'audizione l'8 novembre.

Haugen è stata la fonte dietro una serie di articoli recentemente pubblicati nel Il Washington Post rivelando rapporti di ricerca interni all'azienda che dimostrano che il gruppo Facebook, inclusi Instagram e WhatsApp, era consapevole del danno che stava causando ai giovani, allo sforzo di vaccinazione e alla democrazia.

In un'audizione al Senato degli Stati Uniti, Haugen ha dichiarato in una dichiarazione di apertura di ritenere che i prodotti di Facebook danneggino i bambini, alimentano la divisione, indeboliscano la nostra democrazia e molto altro: "La leadership dell'azienda conosce i modi per rendere Facebook e Instagram più sicuri e non apporterà i cambiamenti necessari. perché hanno messo i loro immensi profitti davanti alle persone”.

La presidente dell'IMCO Anna Cavazzini (Verdi/ALE, DE) ha dichiarato: “Gli informatori come Frances Haugen mostrano l'urgente necessità di stabilire regole democratiche per il mondo online nell'interesse degli utenti. Le sue rivelazioni mettono a nudo il conflitto intrinseco tra il modello di business della piattaforma e gli interessi degli utenti. Dimostra che abbiamo bisogno di regole forti per la moderazione dei contenuti e obblighi di trasparenza di vasta portata in Europa. Dimostra anche che l'autoregolamentazione aziendale non ha funzionato. 

“Con il Digital Services Act, l'Unione Europea è sulla strada giusta per combattere l'incitamento all'odio e la disinformazione online, affrontando modelli di business che utilizzano algoritmi per vendere più pubblicità, anche se questo ha un effetto dannoso sulla società. Dobbiamo regolamentare l'intero sistema che favorisce la disinformazione e la violenza rispetto ai contenuti fattuali e dobbiamo applicarli in modo efficace.

"Tutte le accuse contenute nei 'File di Facebook' devono essere indagate".

Il Comitato per il mercato interno sta attualmente lavorando alla sua risposta al Digital Services Act e al Digital Markets Act, presentati dalla Commissione Europea nel dicembre 2020.

pubblicità

Le bozze dei rapporti su DSA e DMA, redatte da Christel Schaldemose (S&D, DK) e Andreas Schwab (PPE, DE), rispettivamente, sono stati presentati in commissione il 21 giugno. Un totale di 2297 emendamenti sono stati presentati in commissione al DSA e 1199 al DMA. I progetti di emendamento di compromesso saranno esaminati il ​​27-28 ottobre e la votazione in commissione è prevista per l'8 novembre. 

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending