Seguici sui social

Calcio

La fortuna attende il vincitore dei play-off cruciali

SHARE:

Pubblicato il

on

Il 1° giugno il Real Madrid affronterà il Dortmund nel gran finale di fine stagione calcistica. Ma, poco prima di tutto ciò, c’è in realtà una partita che è, senza dubbio, ancora più grande della finale di Champions League – e che è sicuramente potenzialmente ancora più ricca per i vincitori. È l'incontro soprannominato "la partita più ricca del calcio": la finale dei play-off del campionato English Football League (EFL) a Londra.

In questa stagione, il Southampton, situato sulla costa meridionale dell'Inghilterra e affettuosamente conosciuto come i "Saints", affronterà l'ex potente Leeds United del nord dell'Inghilterra per un posto molto ambito nella Premier League inglese. È il classico scontro "nord-sud", ma nella finale del 26 maggio in gioco ci sarà molto, molto di più che il semplice diritto di vantarsi.

Il primo ministro britannico Rishi Sunak, noto tifoso del Southampton, si è lasciato alle spalle gli attuali problemi del suo partito, almeno per un po', mentre esultava dagli spalti mentre il suo club, il Southampton, si dirigeva verso Wembley venerdì sera.

Il Leeds, nel frattempo, è arrivato senza sforzo alla finale dei playoff del campionato grazie a un blitz di tre gol nel primo tempo che ha portato alla sconfitta per 4-0 del Norwich nella semifinale di ritorno di giovedì. La differenza tra Leeds e Norwich è stata fin troppo evidente fin dai primi minuti di partita quando il Leeds ha fatto un passo avanti verso un ritorno immediato in Premier League dopo la retrocessione della scorsa stagione.

Il Leeds, di proprietà dei 49ers Enterprises con sede a San Francisco, non ha mai vinto la promozione tramite i play-off e ha perso contro il Derby nelle semifinali del campionato 2018-19. Secondo quanto riferito, il golfista americano Justin Thomas, che è un azionista di minoranza insieme al collega giocatore del PGA Tour e amico Jordan Spieth, stavano entrambi guardando Leeds dalla major del golf PGA negli Stati Uniti.

Lo spietato licenziamento sia del Norwich che del West Brom rispettivamente da parte del Leeds e dei Saints, ha sottolineato la disperazione dei club del campionato di arricchirsi in Premier League. Naturalmente, i Saints non sono diversi dal Leeds (o da chiunque altro).

pubblicità

Forse vale la pena considerare quanto è in gioco ogni stagione nella finale dei play off del campionato e quanto la squadra vincente può guadagnare dalla promozione (o perdere in caso di sconfitta).

Dati ufficiali per la stagione 2020-21, ad esempio, ha mostrato che le entrate televisive per un totale di oltre 291 milioni di euro (3 miliardi di dollari) sono state distribuite tra i 20 club della Premier League.

Di questi, a ciascun club sono stati garantiti almeno 36.5 milioni di euro (38.9 milioni di dollari) in pagamenti di quote equa, 55,2 milioni di euro (58.8 milioni di dollari) in TV internazionale e 6.86 milioni di euro (7.3 milioni di dollari) in pagamenti commerciali centrali: una linea di base di circa 109 milioni di euro (105 milioni di dollari) per squadra, indipendentemente dal ruolo.

In confronto, i club del Championship ricevono solo circa 10.46 milioni di euro relativamente irrisori in entrate dai diritti televisivi per una stagione trascorsa nella seconda divisione del calcio inglese.

Inoltre, ai club vengono assegnati pagamenti per merito in base al piazzamento in Premier League.

Inoltre, i club che “mangiano ai vertici” del calcio inglese sperimentano anche un potenziale commerciale e di sponsorizzazione molto maggiore rispetto a quelli che languono nel secondo livello.

E, anche se quella squadra venisse retrocessa in campionato la stagione dopo la promozione (come è successo quest'anno con Burnley, Sheffield United e Luton), i cosiddetti "pagamenti paracadute" del valore di decine di milioni di euro possono comunque avere un impatto notevole sulla situazione finanziaria. prestigio di un club per molti anni.

Una fonte ha detto: “È una somma di denaro fantastica per una squadra di calcio e consente loro davvero di investire, non solo nei talenti del gioco, ma anche nelle infrastrutture del club e della comunità. Il premio finanziario della Premier League è più grande di quanto lo sia mai stato."

Un esempio di ciò che fama e fortuna possono fare per un club – e anche per una città – è Luton Town, situata appena a nord di Londra.

Era passato solo un decennio da quando il Luton giocava a calcio fuori campionato, ma la scorsa stagione è stato promosso dall'EFL alla Premier League e ha trascorso una stagione con i "grandi ragazzi" come Manchester United, Chelsea e Liverpool. La promozione ha fatto miracoli per la città e ha messo saldamente sotto i riflettori sia lei che il club.

Purtroppo per loro, sono appena stati retrocessi in campionato dopo solo una stagione, ma i pagamenti del paracadute fungeranno da premio di consolazione chiave nella prossima stagione.

Per un club e una città come il Leeds – il quarto più grande in Inghilterra con una popolazione di oltre 4 abitanti – è considerato di vitale importanza avere la squadra di calcio locale nella massima serie.

La stessa fonte ha detto: "Il Leeds è diventato una potenza finanziaria negli ultimi anni ed è una città in forte espansione, ma l'unica cosa che attualmente gli manca è una squadra di Premier League".

Coloro che sostengono il Leeds (anche se il Southampton avrà sicuramente qualcosa da dire al riguardo) sperano che la situazione venga corretta il 26 maggio, la data di quell'importantissimo spareggio.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending