Seguici sui social

Gli Sport

Boxe senza frontiere: Umar Kremlev su politica e cooperazione

SHARE:

Pubblicato il

on

Umar Kremlev, presidente dell'International Boxing Association (IBA), ha recentemente parlato del futuro della boxe in una conferenza stampa a Tashkent, in Uzbekistan. Durante la conferenza, Kremlev ha sottolineato la necessità di cooperazione e compromesso nello sport del pugilato e ha sottolineato l'impegno dell'IBA nell'aiutare gli atleti e le Federazioni Nazionali a sviluppare lo sport.

Durante la conferenza stampa, Kremlev ha sottolineato che la boxe dovrebbe essere tenuta fuori dalla politica e che la cooperazione e il compromesso sono essenziali per lo sviluppo di questo sport. Ha osservato che la boxe è una famiglia amichevole che continuerà a crescere indipendentemente dai conflitti politici. Kremlev ha parlato della questione dell'interazione tra l'IBA e il CIO, sottolineando che ogni organizzazione dovrebbe concentrarsi sulle proprie responsabilità senza interferire l'una con l'altra e gli interessi degli atleti.

L'IBA è sempre stata aperta al dialogo ed è stata creata una commissione per interagire con il CIO. Kremlev ha affermato che l'indagine sulla corruzione sotto il governo dell'ex presidente dell'AIBA Xi K Wu non ha nulla a che fare con l'attuale stato delle cose nell'organizzazione.

Durante la conferenza stampa è stato discusso anche il tema dell'iniziativa di Stati Uniti e Regno Unito per creare una "associazione di boxe alternativa". Kremlev ha affermato che l'IBA è l'unica associazione internazionale che governa la boxe ed è considerata attendibile da 205 paesi. Ha messo in discussione l'idea di registrare un'associazione in un "garage" e chiamarla internazionale e ha chiesto perché qualcuno dovrebbe prestarvi attenzione.

La conferenza stampa ha affrontato anche la precedente decisione della US Boxing Federation di ritirarsi dall'IBA, con Kremlev che ha notato che gli stessi atleti americani stanno chiedendo aiuto per organizzare una nuova federazione, e la decisione di ritirarsi è stata un'iniziativa esclusivamente burocratica che non riflette le opinioni di gli atleti.

Per quanto riguarda i finanziamenti, l'IBA prevede di stanziare tra $ 50,000 e $ 100,000 a ciascuna Federazione Nazionale per lo sviluppo della boxe dopo aver presentato un piano di sviluppo.

Kremlev ha sottolineato l'attenzione alla cooperazione, osservando che il compito dell'IBA non è limitare gli atleti ma aiutarli. Non ci sono dubbi sulla popolarità del pugilato, con 120 paesi che hanno presentato domanda per acquisire i diritti per le finali e atleti europei che contattano personalmente il Kremlev per risolvere i problemi attuali nell'interesse di tutti.

pubblicità

In conclusione, la conferenza stampa ha evidenziato l'impegno dell'IBA per lo sviluppo della boxe e la sua cooperazione con altre organizzazioni, concentrandosi sulle proprie responsabilità. Kremlev ha sottolineato che la politica dovrebbe essere tenuta fuori dallo sport e che la cooperazione e il compromesso sono essenziali per la crescita dello sport. L'IBA gode della fiducia di 205 paesi ed è l'unica associazione internazionale che disciplina la boxe. Con un focus sulla cooperazione e lo sviluppo, l'IBA mira ad aiutare gli atleti e garantire la continua popolarità di questo sport in tutto il mondo.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending