Seguici sui social

Kazakistan

Gli Ambasciatori dell'Asia Centrale, della Mongolia e degli Stati dei Caraibi hanno tenuto il primo incontro a Bruxelles

SHARE:

Pubblicato il

on

Su iniziativa di un gruppo di ambasciatori dell'Asia centrale e della Mongolia accreditati in Belgio, ha avuto luogo il primo incontro informale congiunto dei capi delle missioni diplomatiche dell'Asia centrale, della Mongolia e di un gruppo di ambasciatori dei Caraibi. Lo scopo dell'incontro era quello di scambiare esperienze sull'espansione dei partenariati commerciali ed economici e settoriali, nonché sulla costruzione di legami interregionali e intraregionali.

Secondo l’ambasciatrice del Kazakistan in Belgio Margulan Baimukhan, nonostante la lontananza geografica delle regioni, i paesi dell’Asia centrale e dei Caraibi hanno una posizione simile nel rafforzare il dialogo globale e la sicurezza internazionale, che è una condizione importante per approfondire le relazioni economiche.

Durante l'incontro il diplomatico kazako ha parlato delle preferenze di investimento e degli strumenti che consentono agli investitori stranieri di sviluppare le loro attività in Kazakistan. Particolare attenzione è stata prestata all'espansione del potenziale dei trasporti e della logistica nella regione dell'Asia centrale. In questo contesto è stato notato il ruolo e l’interesse crescenti dell’UE nello sviluppo del Corridoio Medio. Inoltre le parti hanno discusso delle priorità nella cooperazione dei paesi dell'Asia Centrale e della Mongolia con le istituzioni dell'Unione Europea.

Come hanno osservato i partecipanti all’incontro, il PIL dei paesi dell’Asia centrale e della Mongolia ammonta oggi a 430 miliardi di euro e la crescente generazione di giovani di questi paesi potrebbe avvicinarsi al livello di 100 milioni di persone entro il 2050. Nel 2023, il commercio intraregionale di L'Asia centrale ha totalizzato 11 miliardi di euro.

Intervenendo a nome del Coordinatore Regionale per i Caraibi, l'Ambasciatore Simone Betton-Nayo della Giamaica ha delineato i principali risultati e piani per le relazioni UE-Caraibi, nonché gli ambiti europei più urgenti della politica estera comune. Il diplomatico ha sottolineato che la regione coopera con l’UE in tre aree principali, tra cui la cooperazione all’interno dell’Organizzazione degli Stati dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico (OACPS), la Comunità degli Stati dell’America Latina e dei Caraibi (CELAC) e il Partenariato economico.

Symone Betton-Nayo ha osservato che il secondo vertice UE-CELAC si è tenuto a Bruxelles nel 2023. La diplomatica giamaicana intende condividere la sua esperienza nella promozione del clima, dell'innovazione, dei dialoghi umanitari e commerciali con i partner dell'Asia centrale.

pubblicità

I partecipanti hanno inoltre affrontato le questioni relative al regime dei visti, all'aumento del numero dei voli e all'ampliamento della geografia dei voli, al turismo, all'istruzione, alla digitalizzazione, in particolare all'attuazione di progetti di e-government, all'interazione culturale e umanitaria, al dialogo con l'UE nel contesto campo del rafforzamento delle istituzioni democratiche, della creazione di contatti commerciali, ecc.

A seguito dell'incontro, le parti hanno convenuto di mantenere un dialogo sostanziale volto a rafforzare l'interazione globale tra l'Asia centrale, la Mongolia, i Caraibi e l'UE.

L'Unione Europea è uno dei maggiori partner commerciali della regione dei Caraibi. Nel 2023, il totale degli scambi di beni tra l’UE e i Caraibi è stato pari a 8 miliardi di euro.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending