Seguici sui social

Tabacco

L’economia ucraina ha bisogno di una nuova prospettiva di vita

SHARE:

Pubblicato il

on

Non è necessario essere un genio militare per capire che l'Ucraina si trova in una situazione difficile nella sua guerra contro la Russia – scrive Stephen J. Blank. UN nuova offensiva russa contro Kharkiv, la seconda città più grande, nell’ultimo fine settimana, testimonia la caparbietà delle minacce russe di aggirare i fianchi del fronte ucraino. L’inutile ritardo di sei mesi degli aiuti e delle armi provenienti dall’Occidente ha consentito i progressi russi.

Ad un certo punto la guerra finirà. Non si sa se l’Ucraina ceda o meno la terra a est del fiume Dnepr o se le due parti accettino un armistizio che includa la Crimea sotto l’occupazione russa.

Ciò che è noto è che la capacità industriale a est di quel fiume è stata in gran parte distrutta, e l’economia ucraina potrà sopravvivere solo grazie al supporto vitale occidentale senza cambiamenti drastici. Il fatto è che gran parte dell'industria pesante ucraina lo è concentrato ad est del paese non aiuta.

Prima dell’ultima invasione iniziata nell’inverno del 2022, l’Ucraina lo era già un importante mutuatario presso il Fondo monetario internazionale. Era presente anche la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo, che cercava di riformare l’economia ucraina. Il cambiamento è arrivato, ma troppo lentamente. Le riforme hanno fatto avanzare entrambi decentramento e liberalizzazione (che continua anche in tempo di guerra).

L’acrimonia politica non fece altro che peggiorare questo malessere economico. In seguito al fallimento nel reprimere il movimento separatista architettato da Mosca nel Donbass, si è verificata l’invasione su vasta scala e la situazione è peggiorata.

In 2022, l' Lo ha riferito la Banca Mondiale che il livello di povertà dell’Ucraina è aumentato di 10 volte. Allo stesso tempo, il suo PIL pro capite è caduto 17.1% quell'anno. La nebbia della guerra oscura i dati dell’ultimo anno, ma ora la situazione è sicuramente molto peggiore.

pubblicità

Non sorprende che questa devastazione contro la società e l’economia abbia creato un’apertura per le organizzazioni criminali in Ucraina, un elemento che il governo ucraino aveva già difficoltà a contenere.

Negli ultimi tre decenni, la criminalità organizzata ucraina ha corrotto la politica e gli affari ucraini, ed è stata molto vicina collegato al criminale russo reti. Un Brookings rapporto spiega in dettaglio come il mondo criminale ucraino, che veniva lentamente espulso dalla politica prima dell'invasione russa, potrebbe schierarsi con i russi se la situazione lo consente.

Per anni questo elemento criminale ha collaborato anche con alcuni oligarchi ucraini. Potrebbe non essere un crimine nel senso inteso per la televisione – omicidi e rapine in banca, narcotici o operazioni di traffico di esseri umani, ma c’è una componente di mercato nero nell’economia ucraina, in ripresa dopo un decennio di lento declino. Mentre l’economia ucraina precipita nell’incertezza, il commercio illecito e contraffatto è in aumento.

È difficile determinare la portata di questo commercio illecito, ma esiste un prodotto di spicco: le sigarette. Nel 2020, L’Ucraina ha superato la Cina diventare la più grande fonte europea di tabacco illegale, e così rimane così. Per l’Ucraina, il commercio illecito di tabacco comporta perdite di reddito di ben 20.5 miliardi di grivna (circa 480 milioni di euro) di tasse non pagate o sottopagate nel 2022. Il mercato ucraino del tabacco illecito è cresciuto rapidamente da circa il 2% del consumo totale di tabacco nel 2017, al 22% nel 2022, secondo UN Relazione 2022 dall'agenzia di ricerche di mercato Kantar. Nel 2018, a seguito di un accordo tra Kiev e Bruxelles per aumentare gradualmente le tasse sulle sigarette per allinearsi alle norme fiscali europee, non è riuscito a arginare la marea. Il volume legale delle sigarette è diminuito del 46% nel periodo 2018-2022, mentre la quota del commercio illegale è aumentata dal 2% nel 2017 al livello record del 25.7% nell’ottobre 2023.

Per mantenere il credito estero, l’Ucraina ha dovuto riformare la propria economia e ripulirla dall’evasione fiscale. A tale scopo è stato creato nel 2021 l’Ufficio per la sicurezza economica dell’Ucraina. Il loro compito era indagare sui crimini economici, compreso il commercio illecito di tabacco.

L’incapacità dell’Ucraina di risolvere il traffico illecito di tabacco mette in luce lo stereotipo del paese come mercato di frontiera geopoliticamente instabile, in costante bisogno di aiuto finanziario. Ciò dimostra una generale mancanza di capacità istituzionale per condurre realmente le riforme economiche e combattere la corruzione, qualcosa che il FMI e la BERS chiedono da oltre un decennio. Tale commercio illecito potrebbe minare la volontà dell’Occidente di resistere con l’Ucraina.

Questo è un problema risolvibile. Kiev potrebbe incoraggiare la definizione di parametri di riferimento e obiettivi realizzabili nel contrastare il commercio illecito di tabacco in Ucraina. Dopo un ulteriore aumento delle tasse, quest’anno potrebbero essere apportate ulteriori entrate di bilancio per oltre 30 miliardi di grivna (circa 700 milioni di euro), dimostrando che l’Ucraina è una risorsa economica. Potrebbe mostrare la forza di volontà politica e la capacità istituzionale di autofinanziarsi, garantendo potenzialmente una relazione più sostenibile a lungo termine con l’Europa. Sarebbe una buona idea per l'Ucraina se riuscisse a tenere la situazione sotto controllo.

Dal 2014, i leader ucraini orientati all’Occidente discutono del loro desiderio di aderire un giorno all’UE e di lasciare la sfera di influenza e l’economia della Russia. L'integrazione dell'Ucraina nel mercato interno dell'UE è a rischio se Bruxelles la vede come un paese che non riesce nemmeno a tenere sotto controllo il proprio mercato nero. 

Gli attori stranieri non sono impressionati dai lenti progressi di Kiev. "Considerando la guerra in corso, l'insufficiente riempimento del bilancio statale e la riduzione degli aiuti economici e militari da parte dei partner internazionali, la crescita del settore ombra dell'economia, secondo i rappresentanti delle imprese, è inaccettabile", ha dichiarato la Camera di commercio americana. disse in una dichiarazione successiva al rapporto Kantar nel 2023.

L'Associazione europea delle imprese disse ha “ripetutamente sottolineato il problema dell’economia sommersa in Ucraina, che va ben oltre l’industria del tabacco. Tuttavia, nonostante i casi di alto profilo mediatico, la situazione continua a peggiorare”.

L’entità del commercio illecito che si verifica in Ucraina suggerisce che dietro a tutto ciò ci sono gruppi della criminalità organizzata. Probabilmente hanno corrotto la polizia, gli agenti della dogana e delle pattuglie di frontiera e altri funzionari delle forze dell’ordine per consentire la vendita e l’esportazione di questi beni.

Se mai l’Ucraina volesse diventare membro dell’UE, la strada da fare è ancora lunga. La corruzione e un atteggiamento da vecchio mondo, diabolico, sono radicati. Una volta che questa guerra sarà finita, la squadra di pulizia avrà molto lavoro da fare. Questo lavoro non si limiterà semplicemente a setacciare le macerie e ad assicurarsi che le luci siano accese. Significherà cercare di convincere la leadership politica ucraina a fare ciò che il FMI e la BERS non sono riusciti a fare dal 2014: cambiare la cultura della corruzione politica.

Stephen J. Blank, Ph.D., è Senior Fellow presso il Programma Eurasia della FPRI. Ha pubblicato oltre 1500 articoli e monografie sulla politica militare ed estera sovietica/russa, ucraina, statunitense, asiatica ed europea.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending