Seguici sui social

Coronavirus

Il ministro delle finanze francese sostiene l'apertura dei negozi domenica fino a Natale

Pubblicato

on

Il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire (nella foto) ha detto mercoledì (25 novembre) di essere favorevole all'apertura dei negozi ogni domenica fino a Natale, scrive Benoit Van Overstraeten.

Le Maire ha anche detto alla radio France Inter che la Francia è riuscita a contenere i danni economici a causa della pandemia COVID-19.

In un discorso televisivo alla nazione, il presidente Emmanuel Macron ha detto martedì (24 novembre) che il paese inizierà ad allentare il blocco del COVID-19 questo fine settimana in modo che entro Natale i negozi, i teatri e i cinema riapriranno e le persone potranno spendere la vacanza con le loro famiglie.

Coronavirus

La Russia presenta la registrazione del vaccino Sputnik V in Europa

Pubblicato

on

By

Il fondo sovrano russo RDIF ha presentato istanza di registrazione del vaccino Sputnik V COVID-19 nell'Unione europea e si aspetta che venga riesaminato a febbraio, poiché Mosca cerca di accelerarne la disponibilità in tutto il mondo, scrivono Amruta Khandekar e Manas Mishra.

L'account ufficiale che promuove il vaccino ha twittato l'ultimo sviluppo mercoledì, spostandolo un passo avanti per l'approvazione mentre i paesi di tutto il mondo pianificano enormi lanci di vaccini per arginare la pandemia.

Il vaccino Sputnik V è stato approvato in Argentina, Bielorussia, Serbia e molti altri paesi.

I team di Sputnik V e dell'Agenzia medica europea (EMA) hanno tenuto una revisione scientifica del vaccino martedì (19 gennaio), ha detto l'account Sputnik V, aggiungendo che l'EMA prenderà una decisione sull'autorizzazione del vaccino sulla base delle recensioni.

Mentre i vaccini di Pfizer Inc e Moderna Inc hanno iniziato a essere lanciati in diversi paesi, gli esperti hanno affermato che saranno necessari più vaccini per controllare la pandemia che ha ucciso oltre due milioni di persone in tutto il mondo.

Il Messico, che sta assistendo a una riduzione delle consegne di dosi di vaccino COVID-19 da parte della Pfizer Inc, ha detto che mira a compensare il deficit con dosi di altri fornitori.

La Russia presenterà una domanda formale all'Unione europea a febbraio per l'approvazione del suo vaccino contro il coronavirus Sputnik V, ha detto il capo della RDIF Kirill Dmitriev in un'intervista alla conferenza Reuters Next la scorsa settimana.

L'approvazione dell'uso di emergenza del vaccino è stata recentemente ritardata in Brasile, dopo che il regolatore sanitario del paese ha dichiarato che i documenti a sostegno della domanda non soddisfacevano i suoi criteri minimi.

Continua a leggere

Coronavirus

L'Italia considera un'azione legale per i ritardi nella consegna del vaccino Pfizer

Pubblicato

on

By

L'Italia sta prendendo in considerazione un'azione legale contro Pfizer Inc dopo che il produttore farmaceutico statunitense ha annunciato un ulteriore taglio nelle consegne di vaccini contro il coronavirus, ha detto il commissario speciale COVID-19 del paese Domenico Arcuri, scrivono Emilio Parodi a Milano e Domenico Lusi a Roma.

Pfizer ha detto all'Italia la scorsa settimana che stava tagliando le sue consegne del 29%. Martedì, Pfizer ha dichiarato di non essere in grado di colmare il deficit del 29% la prossima settimana e che stava pianificando un'ulteriore "leggera riduzione" delle consegne, ha detto Arcuri.

"Di conseguenza, abbiamo discusso le azioni da intraprendere per proteggere i cittadini italiani e la loro salute in tutte le sedi civili e penali", ha detto Arcuri in una nota martedì.

"È stato deciso all'unanimità che queste azioni saranno intraprese a partire dai prossimi giorni".

Non ha elaborato.

Una portavoce di Pfizer ha rifiutato di commentare mercoledì sulla minaccia legale dell'Italia e sulle critiche sui ritardi di consegna oltre la sua dichiarazione di venerdì sui tagli alle forniture.

La casa farmaceutica ha detto la scorsa settimana che stava temporaneamente rallentando le forniture del suo vaccino contro il coronavirus all'Europa per apportare modifiche alla produzione che avrebbero aumentato la produzione.

Pfizer, che sta cercando di fornire milioni di dosi a un ritmo vertiginoso per frenare una pandemia che ha già ucciso più di 2 milioni di persone in tutto il mondo, ha affermato che i cambiamenti "forniranno un aumento significativo delle dosi a fine febbraio e marzo".

Secondo una fonte italiana, Roma sta ora cercando di valutare se la Pfizer agisca in caso di forza maggiore o circostanze al di fuori del suo controllo.

In caso contrario, il gruppo farmaceutico potrebbe essere accusato di aver violato il contratto che ha firmato con l'Unione europea per conto dei membri degli stati, ha detto la fonte.

Una possibilità potrebbe essere che Roma chieda all'Unione europea di presentare una causa a un tribunale nella capitale del Belgio, Bruxelles, ha detto la fonte.

Continua a leggere

Coronavirus

Coronavirus: dichiarazione della Commissione sulla consultazione degli Stati membri sulla proposta di prolungare e adeguare ulteriormente il quadro temporaneo per gli aiuti di Stato

Pubblicato

on

La Commissione europea ha inviato agli Stati membri per consultazione una bozza di proposta per prorogare fino al 31 dicembre 2021 e adeguare ulteriormente il campo di applicazione del quadro temporaneo di aiuti di Stato, inizialmente adottato il 19 marzo 2020 per sostenere l'economia nel contesto dell'epidemia di coronavirus. In considerazione della persistenza e dell'evoluzione dell'epidemia di coronavirus, la Commissione sta valutando la necessità di prolungare ulteriormente il quadro temporaneo e di continuare ad adeguarne la portata alle esigenze in evoluzione delle imprese, pur mantenendo le garanzie per preservare una concorrenza effettiva.

Il progetto di proposta tiene conto del feedback iniziale ricevuto dagli Stati membri a un sondaggio avviato dalla Commissione nel dicembre 2020 per raccogliere le proprie opinioni sull'attuazione del quadro temporaneo per gli aiuti di Stato.

Su questa base, la Commissione ha inviato agli Stati membri per consultazione un progetto di proposta, comprendente: (i) la proroga delle disposizioni esistenti del quadro temporaneo fino al 31 dicembre 2021; (ii) aumentare i massimali per importi limitati di aiuti concessi nell'ambito del quadro di riferimento temporaneo e per misure che contribuiscono ai costi fissi delle società che non sono coperte dai loro ricavi, tenendo conto della continua incertezza economica e delle esigenze delle imprese colpite dal crisi; e (iii) consentire agli Stati membri di convertire anche in una fase successiva gli strumenti rimborsabili concessi (compresi i prestiti) fino a € 800,000 per azienda (€ 120,000 per azienda attiva nel settore della pesca e acquacoltura e € 100,000 per azienda attiva nel produzione primaria di prodotti agricoli) in sovvenzioni dirette.

Gli Stati membri hanno ora la possibilità di commentare il progetto di proposta della Commissione. Il vicepresidente esecutivo Margrethe Vestager, responsabile della politica di concorrenza, ha dichiarato: "Poiché la seconda ondata dell'epidemia di coronavirus continua a influenzare profondamente le nostre vite, le aziende di tutta Europa hanno bisogno di ulteriore sostegno per superare la crisi. Ecco perché proponiamo di prorogare il quadro temporaneo per gli aiuti di Stato fino al 31 dicembre 2021 e di aumentare gli importi degli aiuti a disposizione delle imprese nell'ambito di determinate misure per garantire che rimanga disponibile un sostegno efficace. Decideremo la via da seguire tenendo conto delle opinioni di tutti gli Stati membri e della necessità di preservare una concorrenza effettiva nel mercato unico ".

La dichiarazione completa è disponibile on-line.

Continua a leggere
pubblicità

Twitter

Facebook

Trending