Seguici sui social

Economia

La Commissione Europea impone una multa di 60.5 milioni di euro a Teva e Cephalon

Pubblicato

on

La Commissione europea ha multato le società farmaceutiche Teva (30 milioni di euro) e Cephalon (30.5 milioni di euro) per un totale di 60.5 milioni di euro per un accordo di "pagamento per ritardo" mantenuto per oltre sei anni. 

Il vicepresidente esecutivo Margrethe Vestager, responsabile della politica sulla concorrenza, ha dichiarato: “È illegale se le aziende farmaceutiche accettano di acquistare la concorrenza e di tenere i farmaci più economici fuori dal mercato. L'accordo pay-for-delay di Teva e Cephalon ha danneggiato i pazienti e i sistemi sanitari nazionali, privandoli di medicinali più accessibili ".

La Commissione europea accusa Cephalon di indurre Teva a non entrare nel mercato, in cambio di un pacchetto di accordi commerciali collaterali vantaggiosi per Teva e di alcuni pagamenti in contanti. 

Il farmaco di Cephalon per i disturbi del sonno, il modafinil, è stato il suo prodotto più venduto con il marchio "Provigil" e per anni ha rappresentato oltre il 40% del fatturato mondiale di Cephalon. I principali brevetti a tutela del modafinil erano scaduti in Europa nel 2005.

L'ingresso di farmaci generici in un mercato di solito comporta drastiche riduzioni di prezzo fino al 90%. Quando Teva è entrata nel mercato britannico per un breve periodo nel 2005, il suo prezzo era la metà del Provigil di Cephalon. 

L'indagine della Commissione ha rilevato che per diversi anni un accordo "pay-for-delay" ha eliminato Teva come concorrente consentendo a Cephalon di continuare ad applicare prezzi elevati anche se il suo brevetto era scaduto.

La decisione odierna è la quarta decisione di pagamento per ritardo adottata dalla Commissione. È significativo, per la forma assunta dai pagamenti. In casi precedenti, l'ingresso di farmaci generici veniva ritardato mediante semplici pagamenti in contanti. In questo caso, il meccanismo era molto più sofisticato e si basava su una combinazione di pagamenti in contanti e un pacchetto di accordi commerciali apparentemente standard. Questo è un chiaro segnale che la Commissione guarderà oltre la forma che assume un pagamento.

EU

Von der Leyen loda il messaggio di guarigione di Joe Biden

Pubblicato

on

Questa mattina (20 gennaio), la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, ha tenuto un discorso al dibattito plenario del Parlamento Europeo sull'inaugurazione del nuovo Presidente degli Stati Uniti e sulla situazione politica attuale.

Nelle sue osservazioni, ha elogiato il giuramento di Joe Biden come un "messaggio di guarigione per una nazione profondamente divisa", ma anche come un "messaggio di speranza per un mondo che aspetta che gli Stati Uniti tornino nella cerchia di stati che la pensano allo stesso modo ".

Il presidente von der Leyen ha chiarito che la leadership UE-USA è necessaria per affrontare le numerose sfide globali che richiedono una cooperazione globale rinnovata e migliorata. Il Presidente ha detto: “E sono lieto che il primo giorno - come hanno annunciato - della nuova amministrazione americana, gli Stati Uniti aderiranno nuovamente all'accordo di Parigi. Questo sarà un punto di partenza molto forte per la nostra rinnovata cooperazione ".

L'UE attende con impazienza di vedere gli Stati Uniti partecipare allo sforzo comune per combattere la pandemia e garantire vaccini per i paesi a basso e medio reddito.

Lotta all'odio e alla disinformazione

Ricordando le immagini scioccanti dell'assalto a Capitol Hill, il presidente von der Leyen ha avvertito che alcune persone in Europa potrebbero nutrire sentimenti simili e ha chiamato all'azione per impedire la diffusione di messaggi di odio e disinformazione: "Dovremmo prendere queste immagini dagli Stati Uniti come un avvertimento che fa riflettere. Nonostante la nostra profonda fiducia nella nostra democrazia europea, non siamo immuni da eventi simili. Anche in Europa ci sono persone che si sentono svantaggiate, che sono molto arrabbiate. Dobbiamo cercare di affrontare le preoccupazioni e i problemi di ognuno dei nostri cittadini, come la paura - del tutto giustificata - di essere lasciati indietro economicamente nella pandemia. Dobbiamo imporre limiti democratici al potere politico libero e incontrollato dei giganti di Internet ".

Cooperazione digitale

Il presidente ha parlato anche della cooperazione nel campo della tecnologia. In particolare, ha fatto riferimento alla legge sui servizi digitali e alla legge sul mercato digitale, presentate di recente, che garantiranno che il potere delle principali piattaforme sul dibattito pubblico sia soggetto a principi chiari, trasparenza e responsabilità; che i diritti fondamentali degli utenti siano protetti; e fornire condizioni di parità per le imprese digitali innovative. Parlando questa mattina all'emiciclo a Bruxelles, Ursula von der Leyen ha esteso un'offerta alla nuova amministrazione statunitense per definire un approccio globale comune: "Insieme potremmo creare un regolamento sull'economia digitale valido in tutto il mondo: dalla protezione dei dati e la privacy alla sicurezza di infrastrutture critiche. Un corpo di regole basato sui nostri valori: diritti umani e pluralismo, inclusione e tutela della privacy ".

Continua a leggere

EU

I cittadini del Regno Unito e dell'UE-27 nel Regno Unito continueranno a far parte dei programmi di comunicazione del Parlamento europeo 

Pubblicato

on

Il Parlamento europeo riafferma la sua volontà di continuare a impegnarsi con le giovani generazioni di cittadini britannici e cittadini dell'UE a 27 residenti nel Regno Unito. A seguito della sua decisione nel febbraio 2019 di mantenere la presenza del Parlamento europeo nel Regno Unito, in particolare attraverso il suo ufficio di Londra, l'Ufficio di presidenza del Parlamento (Presidente Sassoli e Vicepresidenti) ha convenuto ieri sera di adattare i suoi programmi di comunicazione per garantire che i cittadini britannici, in in particolare le giovani generazioni ei milioni di cittadini dell'UE27 residenti nel paese possono ancora partecipare.

Gruppi di moltiplicatori di opinione, gruppi giovanili e organizzazioni potranno partecipare a dibattiti ed eventi offerti dal Parlamento europeo come l'Evento europeo della gioventù, che riunisce migliaia di giovani europei ogni due anni a Strasburgo e online (8,000 giovani hanno partecipato al 2018 evento). Anche le scuole del Regno Unito potranno partecipare Euroscola, un'esperienza immersiva che si svolge presso l'Aula del Parlamento Europeo a Strasburgo, permettendo agli studenti delle scuole secondarie di conoscere l'integrazione europea vivendola in prima persona. Le scuole britanniche possono anche partecipare al programma Ambassador Schools del Parlamento europeo.

Maggiori informazioni 

Continua a leggere

Coronavirus

Vaccini COVID-19: l'UE deve rispondere con unità e solidarietà 

Pubblicato

on

I deputati hanno espresso ampio sostegno all'approccio comune dell'UE alla lotta contro la pandemia e hanno chiesto la completa trasparenza per quanto riguarda i contratti e la diffusione dei vaccini COVID-19.

Nella discussione plenaria di martedì (19 gennaio), i deputati hanno scambiato opinioni con Ana Paula Zacarias, Segretario di Stato portoghese per gli affari europei, e Stella Kyriakides, Commissario UE per la salute e la sicurezza alimentare.

La grande maggioranza degli eurodeputati ha mostrato il proprio sostegno all'approccio dell'UE unito, che ha garantito lo sviluppo rapido dei vaccini e garantito l'accesso ai vaccini per tutti i cittadini europei. Allo stesso tempo, hanno deplorato il "nazionalismo della salute", compresi i presunti contratti paralleli firmati dagli Stati membri o i tentativi di battersi a vicenda. Per sostenere la storia di successo europea, l'UE deve rispondere con unità e solidarietà, con tutti i livelli di governo che lavorano insieme, affermano i deputati.

I membri hanno chiesto che i termini dei contratti tra l'UE e le aziende farmaceutiche che coinvolgono denaro pubblico siano completamente trasparenti. I recenti sforzi della Commissione, per consentire ai deputati al Parlamento europeo di consultare un contratto incompleto, sono stati ritenuti insufficienti. I deputati hanno ribadito che solo la completa trasparenza potrebbe aiutare a combattere la disinformazione e creare fiducia nelle campagne di vaccinazione in tutta Europa.

I relatori hanno anche riconosciuto la dimensione globale della pandemia COVID-19, che richiede soluzioni globali. L'UE ha la responsabilità di usare la sua posizione di forza per sostenere i suoi vicini e partner più vulnerabili. La pandemia può essere superata solo quando tutte le persone avranno uguale accesso ai vaccini, non solo nei paesi ricchi, hanno aggiunto i deputati.

Il dibattito ha toccato anche altre questioni, come la necessità di dati nazionali comparabili e il riconoscimento reciproco delle vaccinazioni, la necessità di evitare ritardi e aumentare la velocità della vaccinazione, nonché la natura non costruttiva di incolpare l'UE o l'industria farmaceutica per qualsiasi fallimenti.

Guarda il video registrazione del dibattito qui. Fare clic sui nomi seguenti per le singole dichiarazioni.

Ana Paula Zacarias, Presidenza portoghese

Stella Kyriakides, Commissario UE per la salute e la sicurezza alimentare

Esther de Lange, PPE, NL

Iratxe García Pérez, S&D, ES

Dacian Cioloş, Renew Europe, RO

Joëlle Mélin, ID, FR

Philippe Lamberts, Verdi / ALE, BE

Joanna Kopcińska, ECR, PL

Marc Botenga, La sinistra, BE

Contesto

Il 19 gennaio la Commissione ha pubblicato un'ulteriore comunicazione sulla strategia COVID-19 dell'UE. I leader dell'UE discuteranno dello stato di avanzamento della pandemia durante la riunione del Consiglio europeo del 21 gennaio.

sfondo

Il 22 settembre 2020, il Parlamento ha tenuto a Ascolto pubblico su "Come garantire l'accesso ai vaccini COVID-19 per i cittadini dell'UE: sperimentazioni cliniche, sfide di produzione e distribuzione". Durante la sessione plenaria di dicembre 2020, il Parlamento si è espresso sostegno per la rapida autorizzazione di vaccini sicuri e il 12 gennaio 2021, i deputati ha accusato una mancanza di trasparenza per alimentare l'incertezza e la disinformazione riguardo alla vaccinazione COVID-19 in Europa.

Maggiori informazioni 

Continua a leggere
pubblicità

Twitter

Facebook

Trending