Seguici sui social

EU

Il Parlamento dà il via libera a 672.5 miliardi di euro di strumento per il recupero e la resilienza 

SHARE:

Pubblicato il

on

Il Recovery and Resilience Facility (RRF) aiuterà a modernizzare le economie dell'UE e a renderle più pulite ed ecologiche © AdobeStock / Zapp2photo  

Oggi (10 febbraio), il Parlamento ha approvato lo strumento per il recupero e la resilienza, progettato per aiutare i paesi dell'UE ad affrontare gli effetti della pandemia COVID-19. Il regolamento sugli obiettivi, i finanziamenti e le regole per l'accesso al Recovery and Resilience Facility (RRF) è stato adottato con 582 voti a favore, 40 contrari e 69 astensioni. L'RRF è il più grande elemento costitutivo dei 750 miliardi di euro UE di nuova generazione pacchetto di ripristino.

Frenare gli effetti della pandemia

Saranno disponibili 672.5 miliardi di euro in sovvenzioni e prestiti per finanziare misure nazionali volte ad alleviare le conseguenze economiche e sociali della pandemia. Anche i progetti correlati che hanno avuto inizio il 1 ° febbraio 2020 o dopo tale data possono essere finanziati dal RRF. Il finanziamento sarà disponibile per tre anni ei governi dell'UE possono richiedere fino al 13% di prefinanziamento per i loro piani di ripresa e resilienza.

Idoneità a ricevere finanziamenti

Per essere ammissibili al finanziamento, i piani nazionali per la ripresa e la resilienza devono concentrarsi su settori politici chiave dell'UE: la transizione verde, compresa la biodiversità, la trasformazione digitale, la coesione economica e la competitività e la coesione sociale e territoriale. Sono ammissibili al finanziamento anche coloro che si concentrano su come le istituzioni reagiscono alla crisi e li sostengono per prepararsi ad essa, così come le politiche per bambini e giovani, compresa l'istruzione e le competenze.

Ogni piano deve dedicare almeno il 37% del budget al clima e almeno il 20% alle azioni digitali. Dovrebbero avere un impatto duraturo in termini sia sociali che economici, includere riforme globali e un solido pacchetto di investimenti e non devono danneggiare in modo significativo gli obiettivi ambientali.

Il regolamento stabilisce inoltre che solo gli Stati membri impegnati a rispettare lo stato di diritto e i valori fondamentali dell'Unione europea possono ricevere denaro dalla RRF.

pubblicità

Dragoș PÎSLARU (Renew, RO), uno dei principali eurodeputati coinvolti, ha affermato: “Il destino dell'Europa è nelle nostre mani. Abbiamo il dovere di fornire recupero e resilienza ai nostri giovani e bambini, che saranno al centro del recupero. Uno dei sei pilastri della RRF è dedicato specialmente a loro, il che significa investire nell'istruzione, riformare pensando a loro e fare la nostra parte per i giovani per aiutarli a ottenere le competenze di cui avranno bisogno. Non vogliamo che la prossima generazione sia una generazione di blocchi ".

Dialogo e trasparenza

Per discutere lo stato della ripresa dell'UE e come gli obiettivi e le pietre miliari sono stati attuati dagli Stati membri, la Commissione europea, che è responsabile del monitoraggio dell'attuazione dell'RRF, può essere invitata a comparire davanti alle commissioni competenti del Parlamento ogni due mesi. La Commissione metterà inoltre a disposizione degli Stati membri un sistema integrato di informazione e monitoraggio per fornire informazioni comparabili sulle modalità di utilizzo dei fondi.

Sigfrido MUREŞAN (PPE, RO), uno dei principali eurodeputati coinvolti nei negoziati ha dichiarato durante il dibattito di martedì (9 febbraio): "Il voto di oggi significa che i soldi andranno alle persone e alle regioni colpite dalla pandemia, che il sostegno sta arrivando per combattere questo crisi e per costruire la nostra forza per superare le sfide future. L'RRF aiuterà a modernizzare le nostre economie ea renderle più pulite e più verdi. Abbiamo stabilito le regole su come spendere il denaro, ma le abbiamo lasciate abbastanza flessibili da soddisfare le diverse esigenze degli Stati membri. Infine, questo denaro non deve essere utilizzato per le normali spese di bilancio, ma per investimenti e riforme ".


Prossimi passi

Una volta che anche il Consiglio avrà formalmente approvato il regolamento, esso entrerà in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'UE.

Eider GARDIAZABAL RUBIALE (S&D, ES), uno dei principali negoziatori ha affermato: “L'RRF è la risposta corretta all'impatto del virus. Ha due obiettivi: a breve termine, recuperare sostenendo il reddito nazionale lordo (RNL), gli investimenti e le famiglie. A lungo termine, questo denaro porterà cambiamenti e progressi per raggiungere i nostri obiettivi digitali e climatici. Faremo in modo che le misure allevieranno la povertà e la disoccupazione e terranno conto della dimensione di genere di questa crisi. Anche i nostri sistemi sanitari diventeranno più resilienti ".

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending