Seguici sui social

Afghanistan

L'UE riconferma il sostegno all'Afghanistan alla Conferenza di Ginevra del 2020

Pubblicato

on

L'Unione europea oggi (24 novembre) ha riconfermato la sua solidarietà di lunga data e il suo partenariato con il popolo afghano, promettendo un sostegno di 1.2 miliardi di euro nel periodo 2021-2025 sia nell'assistenza a lungo termine che in quella di emergenza alla Conferenza dell'Afghanistan del 2020 'Peace, Prosperità e autosufficienza '.

Alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza / Vicepresidente Josep Borrell, parlando alla sessione di apertura della conferenza, ha dichiarato: “Con l'inizio dei negoziati di pace intra-afghani, ma la terribile violenza che continua a causare grandi sofferenze al popolo afghano, l'Afghanistan è a un bivio. Il popolo afghano può contare sul sostegno dell'Unione europea per un futuro prospero e pacifico per il proprio paese, ma il nostro sostegno si basa sulla protezione della democrazia, dei diritti umani e del progresso sociale ".

Il commissario per i partenariati internazionali Jutta Urpilainen, che ha annunciato l'impegno dell'UE alla conferenza e ha partecipato a a evento collaterale sulla lotta alla corruzione, ha dichiarato: “Un impegno di 1.2 miliardi di euro per i prossimi quattro anni illustra il nostro impegno nei confronti del popolo afghano. La nostra assistenza sosterrà l'agenda delle autorità afghane per lo sviluppo democratico e sostenibile e la modernizzazione, aiutando a sollevare le persone dalla povertà, migliorare la governance, ridurre la corruzione e migliorare la vita quotidiana del popolo afghano ".

Janez Lenarčič, commissario per la gestione delle crisi, che ha co-ospitato un evento collaterale sulla costruzione della pace sostenibile, così come a riunione ad alto livello sul diritto internazionale umanitario e la protezione dei civili in Afghanistan prima della conferenza, ha dichiarato: “Stiamo potenziando i nostri aiuti umanitari per aiutare i più bisognosi. Sebbene non debba mai diventare uno strumento politico, l'assistenza umanitaria, il diritto internazionale umanitario e la protezione dei civili devono essere centrali nei negoziati sul processo di pace afghano in corso. La protezione della vita dei civili e il rispetto del diritto internazionale umanitario nei conflitti non possono attendere la fine dei negoziati di pace. Deve iniziare adesso. "

Supporto significativo ma condizionato

Il significativo impegno finanziario dimostra che l'UE è ferma nella sua determinazione a promuovere un Afghanistan pacifico, democratico, sovrano e prospero, meritato e atteso da tempo dalla sua popolazione, e chiarisce che l'assistenza allo sviluppo dell'UE si basa su condizioni e principi chiari.

Queste condizioni sono descritte in a carta co-autore dell'UE e di altri partner internazionali chiave del paese, che insieme forniscono l'80% dell'assistenza internazionale all'Afghanistan. Come ribadito alla conferenza dall'Alto rappresentante / Vicepresidente Borrell e dal Commissario Urpilainen, il sostegno dell'UE all'Afghanistan è subordinato a un processo di pace inclusivo, di proprietà afghana e guidato dall'Afghanistan che si basa sui risultati politici e sociali degli ultimi 19 anni . Preservare il pluralismo democratico, l'ordine costituzionale, la trasparenza e la responsabilità istituzionale e lo stato di diritto, promuovere ulteriormente i diritti umani e le libertà fondamentali, in particolare per le donne, i bambini e le minoranze e compresa la libertà dei media, e perseguire pace, sviluppo e prosperità sostenibili, sono essenziale per il futuro dell'Afghanistan.

Molti dei principi per il sostegno dell'UE e internazionale si riflettono in thComunicato politico congiunto e la Afghanistan Partnership Framework, che sono stati adottati alla conferenza.

L'assistenza allo sviluppo dell'UE è soggetta all'adozione del prossimo quadro finanziario pluriennale dell'UE secondo le linee proposte dalla Commissione europea il 2 giugno. Questa assistenza sosterrà l'attuazione del secondo Pace Nazionale Afghanistan e Development Framework per il periodo 2021-2025. Il sostegno dell'UE aiuterà anche ad affrontare i crescenti livelli di povertà in Afghanistan a seguito della pandemia COVID-19.

Oltre al sostegno allo sviluppo, l'UE continuerà anche a fornire assistenza umanitaria imparziale e salvavita, stimolando la risposta al coronavirus e assistendo le vittime di conflitti e sfollamenti forzati, anche con fornitura di cibo di emergenza, servizi di protezione per affrontare la violenza di genere, educazione dei bambini, nonché difesa del rispetto del diritto internazionale umanitario da parte di tutte le parti in conflitto.

sfondo

Nel 2016, l'UE ha promesso allo stesso modo all'Afghanistan 1.2 miliardi di euro per un periodo di quattro anni. I pagamenti effettivi nel 2016-2020 hanno superato 1.75 miliardi di euro. Nel 2002-2020, l'Unione europea ha impegnato in totale più di 5.1 miliardi di euro in Afghanistan. L'Afghanistan è il principale beneficiario dell'assistenza allo sviluppo dell'UE nel mondo. Il sostegno dell'UE mira a preservare i risultati politici e di sviluppo degli ultimi 19 anni ed è guidato da forti principi democratici e dei diritti umani.

L'UE è stata tra i più generosi donatori umanitari all'Afghanistan. L'assistenza umanitaria totale dell'UE nel paese dal 1994 ammonta a quasi 1 miliardo di euro.

Maggiori informazioni

Sito web della Conferenza sull'Afghanistan 2020

Discorso dell'alto rappresentante / vicepresidente Josep Borrell alla sessione di apertura della conferenza sull'Afghanistan del 2020

Intervento del commissario Jutta Urpilainen alla conferenza sull'Afghanistan del 2020

Comunicato politico congiunto della conferenza sull'Afghanistan del 2020

Afghanistan Partnership Framework 2020

Documento: elementi chiave per un sostegno internazionale sostenuto alla pace e allo sviluppo in Afghanistan

Riunione a margine: "Sostegno alla pace e alla prosperità attraverso partenariati pubblico-privato in investimenti infrastrutturali chiave"

Webcast della riunione laterale ad alto livello sul diritto internazionale umanitario e la protezione dei civili in Afghanistan

Scheda informativa sulle relazioni UE - Afghanistan

Sito web della delegazione dell'Unione europea in Afghanistan

 

Afghanistan

Conferenza dell'Afghanistan del 2020: all'ordine del giorno pace sostenibile, lotta alla corruzione ed efficacia degli aiuti

Pubblicato

on

La Conferenza sull'Afghanistan del 2020 inizia oggi (23 novembre) con l'UE che co-organizza e partecipa a numerosi eventi che si svolgeranno prima della sessione plenaria di domani (24 novembre). Il commissario per la gestione delle crisi Janez Lenarčič co-presiederà, insieme al ministro degli Affari esteri dell'Afghanistan Mohammad Haneef Atmar, un evento sulla pace sostenibile (live streaming disponibile), con particolare attenzione alla promozione dei diritti umani e all'emancipazione delle donne, nonché ai rifugiati e ai rimpatriati.

Il commissario per i partenariati internazionali Jutta Urpilainen pronuncerà un discorso a un evento sulla lotta alla corruzione e il buon governo, sottolineando così l'aspettativa dell'UE che il governo afghano rispetti il ​​suo programma di riforme. I funzionari dell'UE parteciperanno anche a un terzo evento collaterale che si terrà prima della conferenza, sull'efficacia degli aiuti.

Domani, l'alto rappresentante / vicepresidente dell'UE Josep Borrell terrà un discorso alla sessione di apertura della conferenza, quando illustrerà la posizione dell'UE sui negoziati di pace intra-afghani in corso, nonché le condizioni per il sostegno dell'UE, che erano presentato in un recente carta scritto in collaborazione con i principali donatori internazionali.

Successivamente, il Commissario Urpilainen manterrà l'impegno di assistenza finanziaria dell'UE alla conferenza. Entrambi gli interventi saranno disponibile su EbS. Maggiori informazioni sulle relazioni UE-Afghanistan sono disponibili in a scheda informativa dedicata e la portale dedicato della delegazione dell'UE a Kabul.

Continua a leggere

Afghanistan

Risposta globale di #Coronavirus: ponte aereo umanitario dell'UE verso #Afghanistan e ulteriore sostegno

Pubblicato

on

Nell'ambito della risposta globale al coronavirus dell'UE, un volo Air Bridge umanitario dell'UE partirà il 15 giugno da Maastricht, Paesi Bassi, a Kabul, in Afghanistan. Il volo consegnerà 100 tonnellate di materiali salvavita per rifornire i partner umanitari finanziati dall'UE. Il volo è interamente finanziato dall'UE e fa parte dei voli Air Bridge in corso verso aree critiche del mondo.

L'UE sta inoltre fornendo un nuovo pacchetto di aiuti di 39 milioni di euro per stimolare la risposta al coronavirus e per aiutare le vittime della guerra, degli sfollamenti forzati e dei disastri naturali in Afghanistan.

Il commissario per la gestione delle crisi Janez Lenarčič ha dichiarato: "In questo momento difficile, l'UE continua a stare al fianco dei più vulnerabili in Afghanistan. La pandemia di coronavirus pone enormi sfide logistiche alla comunità umanitaria, mentre le esigenze rimangono elevate nelle aree critiche. Con questo ponte aereo , l'UE sta fornendo assistenza vitale come cibo, nutrizione, acqua, alloggi per garantire che gli aiuti raggiungano il maggior numero possibile di persone e per aiutare a sostenere la popolazione dell'Afghanistan ".

I progetti umanitari dell'UE in Afghanistan si concentrano sulla fornitura di assistenza sanitaria di emergenza, riparo, assistenza alimentare, accesso ad acqua pulita e strutture igienico-sanitarie, nonché vari servizi di protezione a sostegno di donne e bambini. Il comunicato stampa completo è disponibile on-line.

Continua a leggere

Afghanistan

#Afghanistan - 'Ci sono poche parole che possono rendere giustizia agli orrori'

Pubblicato

on

In una dichiarazione sugli attacchi terroristici in Afghanistan oggi, l'UE ha affermato che le parole non possono rendere giustizia agli orrori inflitti. L'alto rappresentante ha definito gli attacchi come palesi violazioni del diritto internazionale umanitario, di cui gli autori dovranno sopportarne le conseguenze: "Sono poche le parole che possono rendere giustizia agli orrori a cui abbiamo assistito oggi in Afghanistan. Nello stesso momento un attacco Stava prendendo di mira un reparto di maternità a Kabul, un terrorista ha fatto esplodere la sua bomba nel mezzo di un funerale a Nangarhar.Decine di civili innocenti sono stati uccisi o feriti in questi atti di terrore più riprovevoli.

"Prendere di mira e uccidere madri, neonati e infermiere, così come famiglie in lutto e in lutto, sono atti di malvagità e mostrano un livello spaventoso di disumanità. L'attacco al reparto maternità dell'ospedale Dasht-e-Barchi, gestito da Medici Senza Frontières, sembra aver preso di mira anche gli operatori umanitari internazionali. L'Unione europea è solidale con loro. Questi atti costituiscono palesi violazioni del diritto internazionale umanitario, di cui gli autori dovranno sopportarne le conseguenze. Il nostro cuore va a coloro che hanno perso amato e auguriamo a chi si è infortunato una pronta guarigione.

"Il popolo afghano merita la pace. Per troppo tempo il suo paese è stato lacerato dal terrorismo e dalla violenza che nessun obiettivo politico potrà mai giustificare. Un cessate il fuoco permanente è assolutamente vitale e l'Unione europea invita tutte le parti interessate in Afghanistan e nella regione a fare è una realtà. "

Continua a leggere
pubblicità

Twitter

Facebook

Trending