Seguici sui social

Aviazione / linee aeree

Caso Boeing WTO: l'UE mette in atto contromisure contro le esportazioni statunitensi

Pubblicato

on

Il regolamento della Commissione europea che aumenta le tariffe sulle esportazioni statunitensi nell'UE per un valore di 4 miliardi di dollari è stato pubblicato nel Gazzetta ufficiale dell'UE. Le contromisure sono state concordate dagli Stati membri dell'UE poiché gli Stati Uniti non hanno ancora fornito la base per un accordo negoziato, che includerebbe un'immediata rimozione dei dazi statunitensi sulle esportazioni dell'UE nel caso Airbus WTO. Il 26 ottobre l'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) ha autorizzato formalmente l'UE a prendere tali contromisure contro le sovvenzioni illegali statunitensi al produttore di aeromobili Boeing.

Le misure entreranno in vigore da oggi. La Commissione europea è pronta a collaborare con gli Stati Uniti per risolvere questa controversia e anche per concordare discipline a lungo termine sui sussidi agli aeromobili. Valdis Dombrovskis, vicepresidente esecutivo e commissario per il commercio Un'economia che lavora per le persone, ha dichiarato: “Abbiamo sempre chiarito che vogliamo risolvere questo problema di lunga data. Purtroppo, a causa della mancanza di progressi con gli Stati Uniti, non abbiamo avuto altra scelta che imporre queste contromisure. Di conseguenza, l'UE esercita i suoi diritti legali ai sensi della recente decisione dell'OMC. Chiediamo agli Stati Uniti di accettare che entrambe le parti abbandonino le contromisure esistenti con effetto immediato, in modo che possiamo rapidamente lasciarci questo alle spalle. La rimozione di queste tariffe è vantaggiosa per entrambe le parti, soprattutto con la pandemia che sta devastando le nostre economie. Ora abbiamo l'opportunità di riavviare la nostra cooperazione transatlantica e lavorare insieme verso i nostri obiettivi condivisi ".

Troverai maggiori informazioni qui

Strategia Aviation per l'Europa

Cielo unico europeo: eurodeputati pronti ad avviare i negoziati

Pubblicato

on

La gestione dello spazio aereo europeo dovrebbe essere messa a punto per ottimizzare le rotte dei voli, ridurre i ritardi dei voli e ridurre le emissioni di CO2, ha affermato il Comitato per i trasporti e il turismo, TRAN.

Il mandato negoziale sulla riforma delle regole del Cielo unico europeo, adottato giovedì dalla commissione trasporti e turismo con 39 voti favorevoli, sette contrari e due astensioni, propone modalità per modernizzare la gestione dello spazio aereo europeo al fine di ridurre i ritardi dei voli, ottimizzare le rotte dei voli , ridurre i costi e le emissioni di CO2 nel settore dell'aviazione.

Semplificare la gestione dello spazio aereo europeo

Gli eurodeputati della commissione per i trasporti vogliono ridurre la frammentazione nella gestione dello spazio aereo europeo e ottimizzare le rotte di volo, ovvero avere più voli diretti. Sostengono la razionalizzazione del sistema di gestione dello spazio aereo europeo istituendo autorità nazionali di vigilanza (NSA) indipendenti, responsabili del rilascio di licenze economiche per l'esercizio ai fornitori di servizi di navigazione aerea e agli operatori aeroportuali, nonché l'attuazione di piani di prestazione della gestione dello spazio aereo, che saranno stabiliti dal nuovo Performance Review Body, che opera sotto gli auspici dell'Agenzia europea per la sicurezza dell'aviazione (EASA).

Le norme sull'ampliamento del mandato dell'AESA sono state adottate con 38 voti favorevoli, 7 contrari e 3 astensioni. La commissione ha inoltre votato a favore del conferimento del mandato per l'avvio dei colloqui interistituzionali con 41 voti favorevoli, 5 contrari e 2 astensioni.

Voli più ecologici

I deputati della commissione per i trasporti e il turismo sottolineano che il Cielo unico europeo dovrebbe seguire il Green Deal e contribuire all'obiettivo della neutralità climatica con una riduzione fino al 10% delle emissioni a impatto climatico

La Commissione adotterà gli obiettivi prestazionali dell'UE in materia di capacità, efficienza dei costi, cambiamento climatico e protezione ambientale per i servizi di navigazione aerea, affermano i deputati. Suggeriscono inoltre che le tariffe applicate agli utenti dello spazio aereo (compagnie aeree o operatori di aerei privati) per la fornitura di servizi di navigazione aerea dovrebbero incoraggiarli a essere più rispettosi dell'ambiente, ad esempio promuovendo tecnologie di propulsione pulite alternative.

Apri il mercato

Poiché i deputati vogliono una maggiore concorrenza tra i controllori del traffico aereo, suggeriscono che uno o un gruppo di Stati membri dovrebbe scegliere i fornitori di servizi di traffico aereo attraverso una gara d'appalto, a meno che ciò non comporti inefficienza in termini di costi, perdite operative, climatiche o ambientali o inferiori condizioni di lavoro. La stessa logica si applicherebbe nella scelta di altri servizi di navigazione aerea, come i servizi di comunicazione, di informazione meteorologica o aeronautica.

Citazioni relatori

Relatore del PE Marian-Jean Marinescu (PPE, RO) ha dichiarato: “L'attuale architettura dello spazio aereo europeo è costruita secondo i confini nazionali. Questo nazionalismo dell'aviazione significa voli più lunghi, più ritardi, costi aggiuntivi per i passeggeri, maggiori emissioni e più inquinamento. Con un vero cielo unico europeo e un sistema europeo di gestione dell'aria unificato, creeremmo una nuova architettura dello spazio aereo basata non sui confini ma sull'efficienza. Purtroppo, la posizione adottata di recente dal Consiglio si basa su preoccupazioni nazionali. Pertanto esortiamo gli Stati membri a volare alto, in modo da poter finalmente affrontare i problemi di costi, frammentazione ed emissioni che affliggono l'aviazione europea”.

Il relatore sulle norme AESA, Bogusław Liberadzki (S&D, PL), ha aggiunto: “Crediamo fermamente che il Cielo unico europeo dovrebbe essere implementato rapidamente per portare standard e procedure europei più comuni tra gli Stati membri. Dopo la crisi del COVID-19, siamo pronti per aumentare l'efficienza economica e ambientale dell'aviazione europea".

Prossimi passi

Questo voto sulle regole del Cielo unico europeo costituisce l'aggiornamento della posizione negoziale del Parlamento adottata nel 2014 e riconferma pertanto la disponibilità dei deputati ad avviare a breve i colloqui interistituzionali con il Consiglio dell'UE. I negoziati sulle regole dell'Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA) dovrebbero iniziare in parallelo, dopo che il risultato del voto della commissione sarà annunciato in plenaria, possibilmente durante la sessione di giugno II o luglio.

Maggiori informazioni

Continua a leggere

Aviazione / linee aeree

Il capo commerciale dell'UE accoglie con favore l'accordo UE/USA: "Con questo accordo, mettiamo a terra la controversia Airbus-Boeing"

Pubblicato

on

In una decisione storica, l'UE e gli Stati Uniti hanno raggiunto un accordo per rimuovere le tariffe imposte ciascuna nella loro lunga disputa sugli aiuti illegali ai produttori di aeromobili, per un periodo di cinque anni.

Il presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha dichiarato: “L'accordo che abbiamo presentato ora apre davvero un nuovo capitolo nelle nostre relazioni, perché si passa dal contenzioso alla cooperazione sugli aerei, dopo quasi 20 anni di controversie. È la disputa commerciale più lunga nella storia dell'OMC”.

L'UE e gli USA hanno inoltre adottato un quadro di collaborazione sui grandi aerei civili. Il vicepresidente esecutivo dell'UE per il commercio Valdis Dombrovskis ha dichiarato: "Ci impegniamo a far funzionare questo quadro per promuovere condizioni di parità per affrontare le sfide condivise, superare le differenze di vecchia data ed evitare futuri contenziosi".

Il nuovo spirito di cooperazione è stato accolto con favore dal rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Katherine Tai: "Il team statunitense è venuto a Bruxelles determinato a non lasciare nulla di intentato nei nostri sforzi per raggiungere un accordo sulla disputa di lunga data tra Boeing e Airbus".

Il presidente della commissione per il commercio internazionale del Parlamento europeo, Bernd Lange, eurodeputato (S&D, DE) ha accolto con favore l'accordo: “Questo è un sollievo per molti settori su entrambe le sponde dell'Atlantico che hanno subito le conseguenze negative della controversia. Mentre le parti hanno autorizzato una zona di atterraggio all'inizio di marzo accettando una sospensione delle tariffe di quattro mesi, non eravamo sicuri che la scadenza dell'11 luglio fosse sufficiente per risolvere questa controversia di vecchia data.

“Anche se non abbiamo ancora una soluzione definitiva, accolgo comunque con grande favore questo accordo. La creazione di un gruppo di lavoro e di un dialogo ministeriale sulle sovvenzioni garantirà di avere le giuste piattaforme per trovare una soluzione negoziata permanente in futuro». Lange ha aggiunto che esiste anche un nuovo quadro per affrontare le sfide poste dai grandi velivoli civili prodotti in economie non di mercato, con riferimento principalmente alla Cina.

sfondo

Nella disputa sugli aiuti illegali ad Airbus e Boeing, ciascuna parte ha imposto all'altra tariffe di ritorsione autorizzate dall'OMC. L'UE ha colpito 3.4 miliardi di euro (4 miliardi di dollari) di prodotti americani tra cui salmone, formaggio cheddar, cioccolato e ketchup nel novembre 2021, dopo che il governo degli Stati Uniti aveva imposto prelievi su 6.8 miliardi di euro (7.5 miliardi di dollari) di importazioni - tra gli altri, vino, formaggio e olio d'oliva - dall'UE. Nel marzo 2021, l'UE e gli Stati Uniti hanno annunciato che avrebbero sospeso le tariffe di ritorsione fino all'11 luglio per concedere il tempo di negoziare un accordo.

Continua a leggere

Strategia Aviation per l'Europa

Aviazione: l'UE e l'ASEAN concludono il primo accordo mondiale sui trasporti aerei da blocco a blocco

Pubblicato

on

L'Unione europea e l'Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) hanno concluso i negoziati sull'accordo globale sui trasporti aerei ASEAN-UE (AE CATA). Questo è il primo accordo mondiale sul trasporto aereo da blocco a blocco, che rafforzerà la connettività e lo sviluppo economico tra i 37 Stati membri dell'ASEAN e dell'UE. In base all'accordo, le compagnie aeree dell'UE potranno effettuare fino a 14 servizi passeggeri settimanali e qualsiasi numero di servizi cargo, attraverso e oltre qualsiasi paese dell'ASEAN, e viceversa. 

Il commissario per i trasporti Adina Vălean ha dichiarato: “La conclusione di questo primo accordo sui trasporti aerei 'da blocco a blocco' segna un'importante pietra miliare nella politica esterna dell'UE in materia di aviazione. Fornisce garanzie essenziali di concorrenza leale per le nostre compagnie aeree e industriali europee, rafforzando al contempo le reciproche prospettive di commercio e investimento in alcuni dei mercati più dinamici del mondo. È importante sottolineare che questo nuovo accordo ci fornisce anche una solida piattaforma per continuare a promuovere gli elevati standard in materia di sicurezza, gestione del traffico aereo, ambiente e questioni sociali in futuro. Sono grato per l'approccio costruttivo di tutte le parti coinvolte, che ha reso possibile questo storico accordo”. 

L'accordo aiuterà a ricostruire la connettività aerea tra i paesi dell'ASEAN e l'Europa, che è diminuita drasticamente a causa della pandemia di COVID-19, e aprirà nuove opportunità di crescita per l'industria aeronautica in entrambe le regioni. Entrambe le parti hanno espresso l'intenzione di mantenere discussioni regolari e uno stretto coordinamento per ridurre al minimo le interruzioni dei servizi aerei causate dalla pandemia. L'ASEAN e l'UE presenteranno ora l'AE CATA per la pulizia legale in preparazione della firma in un secondo momento. Pubblicata una dichiarazione congiunta sulla conclusione dell'accordo globale ASEAN-UE sui trasporti aerei (AE CATA) qui

Continua a leggere
pubblicità

Twitter

Facebook

pubblicità

Trending