Seguici sui social

Frontpage

FIE interviene con un piano per supportare gli schermitori durante la crisi COVID-19

Pubblicato

on

Una nuova iniziativa sta confermando una tendenza per aiutare gli sportivi a superare le ripercussioni della pandemia di COVID-19.

L'International Fencing Federation (FIE), guidata da Alisher Usmanov, ha annunciato un piano di supporto globale rivolto alle federazioni nazionali nel mezzo della crisi COVID-19.

"Il nostro mondo ha dovuto affrontare la pandemia di coronavirus, che comporta enormi conseguenze per la salute fisica e mentale, oltre che per l'economia", ha detto Usmanov in una dichiarazione rilasciata venerdì scorso dalla FIE. "Gli schermitori e le loro federazioni hanno dovuto interrompere bruscamente le loro attività. In uno spirito di solidarietà e unità, e per aiutare la nostra famiglia di scherma a superare questo periodo difficile, abbiamo escogitato un piano di sostegno senza precedenti, stanziando 1 milione di franchi svizzeri per questo scopo . "

Alisher Usmanov, foto di TASS

Alisher Usmanov, foto di TASS

Secondo il piano adottato dal suo comitato esecutivo, la FIE fornirà aiuti finanziari per le sue organizzazioni, atleti e arbitri e congelerà le quote associative e organizzative. Inoltre garantisce sovvenzioni per gli schermitori per prendere parte ai prossimi campionati.

Questo annuncio arriva in un momento cruciale in cui il mondo dello sport è bloccato dalla sospensione in corso della maggior parte delle attività e dalla riprogrammazione degli eventi.

A maggio, la World Athletics e la International Athletics Foundation (IAF) hanno istituito un fondo di assistenza da $ 500,000 USD per sostenere gli atleti professionisti che hanno perso una parte sostanziale delle loro entrate a causa della sospensione delle competizioni internazionali.

Il presidente della World Athletics Sebastian Coe ha osservato che "le risorse devono essere concentrate sugli atleti che probabilmente gareggeranno alle Olimpiadi di Tokyo il prossimo anno e che ora stanno lottando per pagare le necessità di base a causa di una perdita di reddito durante la pandemia" '.

La FIE, che comprende un totale di 157 federazioni, sta attualmente pianificando di riprendere le sue competizioni entro il prossimo novembre. Le classifiche delle qualifiche olimpiche senior degli schermitori rimangono congelate a partire da marzo 2020, ha affermato.

La FIE è stata una delle prime federazioni internazionali a pubblicare il suo piano di supporto globale, che ora può essere seguito da altri.

Data l'incertezza sulla fine della pandemia di coronavirus, le organizzazioni sportive devono pensare a come fornire ulteriore supporto morale e finanziario ai propri atleti. Altre iniziative dovrebbero essere previste da donatori e federazioni nel prossimo futuro.

Nel frattempo, secondo Usmanov, il FIE “sta lavorando instancabilmente per proteggere i nostri atleti e l'intera organizzazione per garantire che le future competizioni si svolgano in modo sicuro. Come schermitori, affrontiamo il futuro insieme, i nostri capi e le nostre maschere ".

Usmanov, ex schermidore professionista, dirige la FIE dal 2008 e ha inserito nel bilancio della FIE un notevole importo di 80 milioni di franchi (82 milioni di dollari) in tre precedenti cicli olimpici, secondo All'interno del sito Web di notizie sui giochi.

Rieletto due volte a questo incarico, il russo non ha risparmiato sforzi per aiutare a promuovere la scherma e per aiutare le crescenti federazioni nazionali in Asia, Africa e altre parti del mondo.

Ha anche convinto il CIO, guidato dall'ex campione di scherma Thomas Bach, ad assegnare l'intero conteggio delle medaglie alla scherma durante le prossime Olimpiadi di Tokyo.

Con l'eruzione della pandemia di COVID-19, Usmanov e le sue imprese hanno contribuito a combattere il suo impatto con grandi donazioni in vari paesi, in particolare in Russia e in Uzbekistan.

Le industrie dello sport e dello sport potrebbero essere state gravemente colpite dal COVID-19, ma si ritiene anche che lo sport sia la migliore medicina per le malattie. Aristotele diceva che "nulla è così drenante e distruttivo per il corpo umano, come inattività fisica prolungata".

Si spera che l'iniziativa della FIE di sostenere gli schermitori in questo periodo di continua turbolenza ci avvicini alla fine dell'attuale pausa nella vita sportiva mondiale.

EU

Digitalization of justice: Two new studies on digital criminal justice and the use of innovative technology

Pubblicato

on

In the context of ongoing work on the digitalization of justice in the EU, today the European Commission has published two studies on digital criminal justice and the use of innovative technologies in the justice field. The study on digital criminal justice suggests concrete actions to address current deficiencies in this area.

These include creating a new Case Management System for Eurojust, a specific IT-platform that enables large files to be shared in cross-border investigations, and updates for communication tools. The study on the use of innovative technologies focuses on the use of Artificial Intelligence and innovative technologies in accessing justice, and concludes that better coordination of efforts and activities are needed at EU-level, as research has shown that there are numerous projects in the Member States with similar objectives, problems and technologies. The findings of both studies will feed into the upcoming Communication on digitalisation of justice, alongside the results of an ongoing consultation on the road map for the Communication, open to the public until 24 September 2020. More information can be found on the pages on digitalization of justice.

Continua a leggere

EU

#InternationalDayOfDemocracy - Redoubling efforts to defend democracy inside our Union and across the world

Pubblicato

on

On the International Day of Democracy today (15 September), High Representative/Vice President Josep Borrell and Vice-President Dubravka Šuica issued the following dichiarazione congiunta: “Across the world, people continue to demonstrate, often at great personal risk, their desire for democracy. From Hong Kong to Lebanon, Belarus to Sudan, behind the headlines and numbers are brave and courageous people from all backgrounds. We pay tribute to them and share their commitment to democracy.” The joint statement underlines that the European Union is redoubling its efforts and leading role in promoting and protecting democracy - supporting its partners worldwide, as well as taking steps to safeguard and strengthen democracy inside our Union.

“We understand that our European citizens' belief in democracy cannot and should not ever be taken for granted. Our citizens have been asking for greater participation in policy-making, and have been asking for transparency. We must listen and we must build trust,” said High Representative/Vice President Borrell and Vice President Šuica. “The European Union is founded on a strong engagement to promote and protect democracy, alongside human rights and the rule of law. Without democracy, peace and stability, long-term development and prosperity cannot exist. We must continue to be its trailblazers.”

La dichiarazione completa è disponibile on-line.

Continua a leggere

Cancro

70th WHO Regional Committee for Europe: the Commission and WHO Europe strengthen partnership and health cooperation

Pubblicato

on

In the context of the 70th session of its Regional Committee for Europe, WHO Europe and the Commission will publish this afternoon a dichiarazione congiunta titled ‘A deeper and result-oriented partnership for health in Europe'. The statement focuses on co-operation in five priority areas: health security, health systems, non-communicable diseases with a focus on cancer, sustainable food systems and health as well as health cooperation with non-EU countries.

Health and Food Safety Commissioner Stella Kyriakides stressed that: “Only multilateralism can bring us global solutions to crises such as the one we have been facing since the beginning of 2020. On behalf of the Commission, I would like to recognize and support the leadership role that the WHO has played at both global and European level. I welcome WHO's European Work programme for 2020-2025 which complements the work of the Commission. Most urgently, we need to join forces to develop safe and effective vaccines and therapeutics to fight coronavirus. Because no one is safe until everyone is safe.”

A keynote address by Commissioner Kyriakides this afternoon will be available qui.

Continua a leggere
pubblicità

Facebook

Twitter

Trending