Seguici sui social

Brexit

#Brexit - Dichiarazione di David Sassoli, presidente del Parlamento europeo

Pubblicato

on

Dichiarazione di David Sassoli (nella foto), presidente del Parlamento europeo a seguito dell'incontro con il Primo Ministro britannico Boris Johnson.

"Ho appena avuto un incontro con il primo ministro Johnson. Sono venuto qui nella fiduciosa speranza di ascoltare proposte che potessero portare avanti i negoziati. Tuttavia, devo notare che non ci sono stati progressi.

"Come sapete, un accordo tra l'UE e il Regno Unito richiede non solo un voto positivo e significativo della Camera dei Comuni, ma anche l'approvazione del Parlamento europeo.

"È quindi importante che il Primo Ministro britannico ascolti direttamente dal Parlamento europeo il suo approccio alla Brexit. Sono grato al signor Johnson per avermi dato questa opportunità.

"Il nostro approccio è molto semplice. Riteniamo che una Brexit ordinata, con il Regno Unito che lascia un accordo, sia di gran lunga il miglior risultato. L'accordo che pensavamo fosse stato concordato con il Regno Unito lo scorso anno era un testo che il Parlamento avrebbe potuto sostenere. ha risolto tutte le questioni associate al recesso del Regno Unito dall'UE. Ha fornito certezza ai cittadini e alle imprese. Si attendeva con impazienza una stretta futura relazione UE-Regno Unito. Allo stato attuale, rimane il miglior accordo possibile.

"Come ho spiegato al signor Johnson, il Parlamento non accetterà un accordo a nessun prezzo. Non accetteremo un accordo che mina l'accordo del Venerdì Santo e il processo di pace o compromette l'integrità del nostro mercato unico. Lo abbiamo chiarito nella nostra risoluzione adottata a grande maggioranza a settembre.

"Abbiamo esaminato le proposte del Regno Unito per sostituire il backstop originale e la nostra risposta è che sono molto lontane da qualcosa su cui il Parlamento potrebbe essere d'accordo. Inoltre, non sono immediatamente applicabili.

"I negoziati, lo so, stanno continuando e il Parlamento, attraverso il suo gruppo direttivo sulla Brexit, è tenuto pienamente informato da Michel Barnier sui progressi di tali colloqui.

"Ci sono due alternative a un accordo in questo frangente: estensione o nessun accordo.

"In un'estensione, il Parlamento è aperto a questa possibilità, se ci fosse una buona ragione o uno scopo per questo. Ma la richiesta di una proroga è una questione che spetta al Regno Unito e non spetta a me commentare le controversie politiche o le questioni legali che sono in discussione nel Regno Unito.

"Per quanto riguarda nessun accordo, siamo molto chiari che questo sarebbe un risultato molto negativo. Sarà economicamente dannoso per entrambe le parti, in particolare per il Regno Unito. Avrà conseguenze molto gravi nell'isola d'Irlanda. aumenterà l'incertezza per le imprese e soprattutto per i cittadini. “Nessun accordo” sarebbe chiaramente responsabilità del governo britannico.

"Sui cittadini, continueremo a garantire che in tutti gli scenari i loro diritti siano protetti.

"Spero che un risultato senza accordo possa essere evitato, ma in caso contrario, l'UE ha preso le misure necessarie per prepararsi a questo risultato.

"Continuo a riporre la mia fede nel buon senso e nella responsabilità, ma tra amici, il dovere richiede che ci diciamo la verità.

"Grazie."

Brexit

Il presidente Sassoli ai leader dell'UE: aiutate a far ripartire i negoziati sul bilancio

Pubblicato

on

Il presidente Sassoli con il presidente francese Macron e il cancelliere tedesco Merkel al vertice del 15 ottobre © KENZO TRIBOUILLARD / POOL / AFP

In un discorso al vertice dell'UE del 15 ottobre, il presidente del Parlamento David Sassoli ha insistito che ora spetta ai leader dell'UE sbloccare i negoziati in fase di stallo sul bilancio 2021-2027.

Il presidente Sassoli ha esortato i capi di governo dell'UE ad aggiornare il mandato negoziale che hanno conferito alla presidenza tedesca del Consiglio per rendere possibile un accordo sul bilancio a lungo termine dell'UE.

Ha rilevato che i negoziatori del Parlamento hanno chiesto un 39 miliardi di euro aggiuntivi per i principali programmi dell'UE a vantaggio degli europei e promuovono una ripresa sostenibile. "Questa è una somma irrisoria se confrontata con un pacchetto complessivo del valore di 1.8 trilioni di euro, ma che farebbe un'enorme differenza per i cittadini che trarranno vantaggio dalle nostre politiche comuni", ha detto il presidente Sassoli, riferendosi all'importo totale dei sette paesi. budget annuale e piano di risanamento Covid-19.

Sassoli ha osservato che se la proposta di compromesso del Parlamento verrà accettata dal Consiglio, il tetto di spesa del bilancio dovrà essere aumentato di soli 9 miliardi di euro e questo porterà il tetto di tali programmi esattamente allo stesso livello di spesa del periodo 2014-2020 in termini reali.

Ha affermato che i pagamenti degli interessi per il debito che l'UE intende emettere per finanziare la ripresa devono essere conteggiati in cima ai massimali del programma in modo da non spremere ulteriormente il finanziamento di queste politiche. Il piano di risanamento “è un impegno straordinario, e quindi anche il costo degli interessi va considerato come una spesa straordinaria. Non dovrebbe dipendere da una scelta tra questi costi e i programmi [di bilancio] ”.

Il Presidente ha inoltre sottolineato la necessità di un calendario vincolante per l'introduzione di nuovi tipi di entrate di bilancio nei prossimi anni e per disposizioni flessibili nel bilancio per finanziare eventi futuri imprevisti.

Sassoli ha difeso il Parlamento richiesta di obiettivi ambiziosi di riduzione delle emissioni. “Dobbiamo ridurre le emissioni di gas serra del 60% entro il 2030. Abbiamo bisogno di un obiettivo, che funga da faro luminoso sul percorso verso la neutralità climatica. Proteggere l'ambiente significa nuovi posti di lavoro, più ricerca, più protezione sociale, più opportunità ".

“Dobbiamo utilizzare gli stimoli economici forniti dalle istituzioni pubbliche per cambiare radicalmente i nostri modelli di crescita garantendo al contempo una transizione equa che funzioni per noi e per le generazioni future. Nessuno dovrebbe essere lasciato indietro ", ha aggiunto.

Commentando i negoziati in corso sulle future relazioni UE-Regno Unito, Sassoli ha espresso preoccupazione per la mancanza di chiarezza da parte del Regno Unito. "Spero che i nostri amici del Regno Unito utilizzino la finestra di opportunità molto ristretta che resta per lavorare in modo costruttivo al superamento delle nostre differenze", ha affermato, aggiungendo che il Regno Unito dovrebbe onorare i propri impegni e rimuovere le disposizioni controverse nella sua legge sul mercato interno.

Sassoli ha anche chiesto un allentamento delle tensioni con la Turchia. “La retorica turca sta diventando sempre più aggressiva e l'intervento del Paese nel conflitto del Nagorno-Karabakh non sta certo aiutando le cose. È giunto il momento per l'UE di sostenere pienamente gli sforzi di mediazione tedeschi, di restare unita e di parlare con una sola voce ", ha affermato.

Continua a leggere

Brexit

I negoziatori dell'UE prevedono di riprendere i colloqui commerciali con il Regno Unito, affermano fonti dell'UE

Pubblicato

on

I negoziatori dell'Unione Europea si sono recati a Londra giovedì (22 ottobre) per riprendere i colloqui con la Gran Bretagna, hanno detto due fonti dell'UE, una mossa che potrebbe segnare una nuova spinta per proteggere miliardi di dollari di scambi commerciali, scrivere e

Sia l'UE che la Gran Bretagna hanno passato giorni a chiedere all'altra parte di offrire più concessioni nei colloqui, che sono stati quasi bloccati dall'estate, dopo che il primo ministro Boris Johnson ha abbandonato i negoziati la scorsa settimana.

Un finale senza accordo al dramma della Brexit quinquennale in Gran Bretagna interromperà le operazioni di produttori, rivenditori, agricoltori e quasi ogni altro settore, proprio mentre peggiora il colpo economico della pandemia di coronavirus.

In precedenza, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel aveva detto al Parlamento europeo che il tempo era "molto breve".

“Siamo pronti a negoziare 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX, su tutti gli argomenti, sui testi legali. Il Regno Unito ha una piccola decisione da prendere ed è una loro scelta libera e sovrana ", ha detto Michel.

Ha detto che la risposta della Gran Bretagna determinerà il suo livello di accesso al mercato interno dell'UE di 450 milioni di consumatori. Il negoziatore dell'UE per la Brexit Michel Barnier ha detto al parlamento che un accordo era ancora "a portata di mano".

La Gran Bretagna conferma il ritiro dalle missioni militari dell'UE, dicono i diplomatici

Norvegia e Gran Bretagna in accordo commerciale provvisorio sulle merci per lo scenario Brexit senza accordo

"Il tempo è essenziale ... insieme alle nostre controparti britanniche, dobbiamo trovare soluzioni alle aree più difficili", ha detto Barnier nei commenti che hanno spinto la sterlina al rialzo.

Questa settimana Londra ha rifiutato di proseguire i negoziati completi, dicendo che l'UE deve "cambiare radicalmente" la sua posizione.

L'UE vede questo come un bluff del primo ministro Boris Johnson, ma ha anche esteso un ramoscello d'ulivo parlando della sovranità del Regno Unito, nonché della disponibilità dell'UE a discutere intensamente, su tutta la linea e su testi giuridici specifici.

Un portavoce del Regno Unito ha detto che Londra ha preso atto "con interesse" dei commenti di Barnier che toccano "in modo significativo le questioni alla base delle attuali difficoltà nei nostri colloqui".

Barnier e la sua controparte britannica David Frost avrebbero dovuto parlare al telefono alle 14 GMT di mercoledì (21 ottobre).

Michel ha sottolineato che i 27 membri dell'UE sono pronti per una brusca divisione senza un nuovo accordo per evitare tariffe o quote con tre principali punti critici nei negoziati: diritti di pesca, fair play economico e risoluzione delle controversie.

"Non abbiamo bisogno di parole, abbiamo bisogno di garanzie", ha detto di salvaguardie di concorrenza leale.

Michel ha chiesto un "arbitrato vincolante e indipendente" per correggere rapidamente le distorsioni del mercato, aggiungendo che il progetto di legge sul mercato interno di Londra - che minerebbe il precedente accordo di divorzio della Gran Bretagna con l'UE - ha solo rafforzato la determinazione del blocco di garantire una stretta sorveglianza di qualsiasi nuovo accordo.

La Commissione esecutiva dell'UE ha affermato che Londra deve rispettare il suo accordo sulla Brexit indipendentemente dai colloqui commerciali.

Michel ha affermato che la perdita dell'accesso alle acque britanniche danneggerebbe l'industria della pesca dell'UE, e l'UE voleva quindi prolungare lo status quo proprio come Londra ha cercato di mantenere aperto il mercato dell'UE per le aziende britanniche.

"Ma il Regno Unito vuole l'accesso al mercato unico e allo stesso tempo è in grado di divergere dai nostri standard e regolamenti quando gli si addice", ha detto Michel.

Dopo la Brexit dello scorso gennaio, gli attuali termini commerciali dell'UE in Gran Bretagna scadono tra 10 settimane e il commercio senza restrizioni terminerà senza un nuovo trattato.

Desideroso di evitare qualsiasi colpa, il blocco è pronto a negoziare fino a metà novembre, ma deve poi ratificare qualsiasi accordo al Parlamento europeo prima che il tempo scada.

Continua a leggere

Brexit

L'UE afferma che la Gran Bretagna deve rispettare il patto di ritiro, accordo o nessun accordo

Pubblicato

on

By

Il commissario per le relazioni interistituzionali e la prospettiva Maros Sefcovic si rivolge ai legislatori durante una sessione plenaria del programma di lavoro 2021 al Parlamento europeo a Bruxelles. Francisco Seco / Pool tramite REUTERS / File Photo

La Gran Bretagna deve attuare l'accordo di recesso alla sua uscita dall'Unione europea, indipendentemente dall'esito dei colloqui commerciali in corso tra le due parti, ha dichiarato mercoledì (21 ottobre) un alto commissario europeo, scrive Kate Abnett.

"Patto o no, l'accordo di recesso deve essere rispettato", il vicepresidente della Commissione europea Maros Sefcovic (nella foto) ha detto al Parlamento europeo.

Sefcovic ha affermato che l'UE è impegnata a raggiungere un accordo sull'accordo commerciale e altri aspetti delle loro future relazioni, ma che le due parti rimangono "molto distanti" sulle questioni della pesca e sulla cosiddetta parità di condizioni di concorrenza leale.

“Il nostro obiettivo è ancora quello di raggiungere un accordo che spianerà la strada a una nuova fruttuosa relazione tra l'UE e il Regno Unito. Continueremo a lavorare per un tale accordo, ma non a qualsiasi prezzo ”, ha detto.

Continua a leggere
pubblicità

Facebook

Twitter

Trending