#WB6 - Le forze europee cooperano per combattere il crimine nei Balcani occidentali

| Settembre 9, 2019

The Joint Action Day (JAD) Balcani occidentali 2019 è un'operazione internazionale che coinvolge 6 758 agenti delle forze dell'ordine: ufficiali 6 708 a terra e agenti 50 nel centro operativo presso la sede dell'Europol. Agenti delle forze dell'ordine dei paesi 30, nonché agenzie 8 e organizzazioni internazionali si sono uniti per affrontare l'4 EMPACT (piattaforma multidisciplinare europea contro le minacce criminali) priorità: traffico di armi da fuoco, immigrazione clandestina, frode documentale e traffico di stupefacenti.

  • Stati membri dell'UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Germania, Grecia, Cipro, Ungheria, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Regno Unito.
  • Stati non membri dell'UE: Albania, Bosnia ed Erzegovina, Macedonia del Nord, Serbia, Montenegro, Kosovo *, Svizzera, Moldavia, Stati Uniti (ATF, DEA, HSI, CBP).
  • Agenzie dell'UE: Europol, Frontex
  • Partner istituzionali: INTERPOL, UNODC, SEESAC, IPA / 2017, PCC-SEE, SELEC.Centro operativo di Europol

La fase preparatoria è iniziata all'inizio di 2019 con diverse riunioni operative e attività di raccolta di informazioni organizzate da tutti i partecipanti, nonché controlli in determinati punti di controllo delle frontiere. Il gruppo di lavoro EMPACT Firearms - guidato dalla Spagna, ha coordinato l'operazione. Europol ha coordinato lo spiegamento di uffici mobili su richiesta dei paesi per analizzare le informazioni in loco.

Da 5 a 8 settembre 2019, è stato istituito un centro di coordinamento presso la sede dell'Europol a L'Aia per sostenere lo scambio di informazioni tra i partecipanti. In questi giorni, i funzionari 50 di quasi tutti gli Stati membri dell'UE e dei paesi dei Balcani occidentali, Europol, Frontex, INTERPOL e IPA / 2017 hanno intensificato i controlli in aree identificate come ad alto rischio sulla base delle informazioni raccolte e analizzate nel centro di coordinamento.

Frontex ha affrontato la criminalità transfrontaliera alle frontiere esterne dell'UE e ha contribuito all'operazione effettuando controlli intensificati ai valichi di frontiera selezionati e alle attività di sorveglianza delle frontiere nell'ambito delle sue attività sul campo in corso nella regione.

Risultati del JAD

In totale, le persone, i veicoli e i locali di 214,147 sono stati controllati durante il JAD della scorsa settimana nella lotta contro la criminalità originaria dei Balcani occidentali. Gli individui 175 sono stati arrestati (arresti 26 in fase di intelligence e 149 in fase operativa).

Risultati più rilevanti:

  • Rifiuto di ingresso 329
  • Voci clandestine 164
  • 111 sopravvive
  • 14 frode o abuso del visto
  • 71 documenti falsificati o falsificati
  • Armi da fuoco 51 (a parte l'49 dalle indagini identificate nella fase di intelligence)
  • Altre tre armi
  • 895 pezzi di munizioni

* Questa designazione non pregiudica le posizioni riguardo allo status ed è in linea con l'UNSCR 1244 / 99 e il parere della CIG sulla dichiarazione di indipendenza del Kosovo.

EMPACT L'operazione è stata coordinata sotto l'egida della Piattaforma multidisciplinare europea contro le minacce criminali (EMPACT) nell'ambito del Ciclo programmatico dell'UE, un piano quadriennale per la lotta alla criminalità grave e organizzata. Riunisce la polizia e le autorità di contrasto degli Stati membri dell'UE, le agenzie europee e le organizzazioni internazionali per rafforzare congiuntamente i confini e la sicurezza interna dell'Europa. I risultati e le informazioni raccolte aiuteranno nelle indagini in corso e future.

Commenti

Commenti di Facebook

tag: , , , ,

Categoria: Un Frontpage, crimine, EU, Balcani occidentali

I commenti sono chiusi.