Seguici sui social

EU

#EAPM - G7, #Brexit e la Commissione von der Leyen

Pubblicato

on

Saluti e benvenuti all'ultimo aggiornamento di EAPM, scrive Alleanza europea per la medicina personalizzata (EAPM) direttore esecutivo Denis Horgan.

Qui all'Alleanza siamo lieti di apprendere, tramite un annuncio di Croazia's il Primo Ministro Andrej Plenković, l'attuale deputato Dubravka Šuica sarà nominato europeo per paese commissioner.

Dubravka è stato un forte alleato di tutti noi che abbiamo partecipato alla Dichiarazione di cooperazione sul progetto del milione di genomi, quindi terremo d'occhio gli sviluppi e offriremo supporto ove possibile.

Si dice che la Croazia sia appassionata del portafoglio delle politiche regionali, quindi potrebbero esserci opportunità per il nostro programma SMART Outlook. Ad ogni modo, ci congratuliamo Dubravka e non vedo l'ora di incontrarla ad un certo punto nel suo nuovo ruolo. Per quanto riguarda i restanti deputati, EAPM si sta già preparando per un'azione efficace a fianco della nuova assunzione e di molti amici fedeli che sono tornati nell'emiciclo.

Nel frattempo, torniamo al Commissione europea, i Il presidente eletto Ursula von der Leyen riferito prevede di iniziare a intervistare i candidati al college dalla prossima settimana.

La Bulgaria lo ha detto vuole corrente Commissario digitale Mariya Gabriel per il agricoltura potente fascicolo, while vsu der Leyen e Presidente francese Emmanuel Macron discuterà del candidato francese per la Commissione molto presto (se non già), con un annuncio del candidato previsto prima 26 Agosto.

Mantenere la genomica personale

Per quanto riguarda i dati genomici (vedi l'iniziativa MEGA + dell'Alleanza, che mira a portare ulteriormente il genoma da un milione aggiungendo tutte le forme di dati sanitari), un recente sondaggio ha esaminato le opinioni dei cittadini sul loro DNA e potenzialmente condividendo i dati risultanti.

Carità belga The Re Baudouin Fondotinta condotto a indagine sui cittadini 29,000 dell'UE, e non è particolarmente una buona notizia per le aziende farmaceutiche, dato che osolo quattro degli intervistati di 10 hanno dichiarato di essere d'accordo con l'affermazione: "I'Sono disposto a condividere le mie informazioni genetiche con aziende farmaceutiche ".

Ancora peggio, approssimativamente uno su quattro said "sono fortemente in disaccordo".

D'altra parte, la compartecipazione of informazioni genetichermazioni con ricercatori accademici è più popolare, con 58% dicendo essi lo farebbe. Inoltre, un pesante 73% ha detto che vogliono sapere "il più possibile" sul loro DNA.

Un focus group di cittadini 32, legato a la FondazioneIl lavoro di, nel frattempo indicato che le persone vogliono essere in grado di prendere decisioni autonome via consenso informato. però,avranno bisogno di informazioni migliori sui dati genomici, le sue implicazioni e come verrà utilizzato.

Il che evidenzia la necessità, ovviamente, di nuova formazione per la salute professionisti dell'assistenza e più opzioni disponibili da i sistemi sanitari quando si tratta di Cura preventiva.

Definire "giusto"

L'EAPM ha spesso parlato della necessità di definizioni nell'assistenza sanitaria, non da ultimo per quanto riguarda ciò che costituisce il "valore". Ora abbiamo una definizione di "prezzo equo" per i medicinali dell'OMS.

L'organizzazione Iniziativa sui prezzi equi dice: "Un prezzo equo è conveniente per i sistemi sanitari e i pazienti e allo stesso tempo fornisce un incentivo di mercato sufficiente per l'industria per investire nell'innovazione e nella produzione di prodotti sanitari essenziali di qualità".

Ma vuole sapere se sei o no d'accordo, o lo cambierebbe invece. Quindi vai al sondaggio dell'OMS, eseguendo l'accesso fiera-pricing come nome utente e 2019 come password.

Anche il sondaggio vuole feedback su cosa proposto i gruppi di esperti dovrebbero concentrarsi sul tipo di ricerca che dovrebbero generare.

Rimborso condizionale per continuare?

La Finlandia detiene l'attuale presidenza dell'UE e la sua vuole il ministero della salute,a tutti gli intenti e gli scopi, da estendere la sua sperimentare rimborsi condizionati nel rispetto di qualcosa di nuovo farmaci.

Ciò dovrebbe scadere su 1 a gennaio 2020, ma il discorso ora a Helsinki è di estendere il programma fino a 2025.

Dal 2017, la Finlandia ha approvato 25 fuori 33 droghe per rimborso condizionale, permettendo loro lavorare in tempo reale-mondo condizioni prima deciding se il sistema sanitario pagherà. Il Parlamento deciderà sulla nuova proposta in autunno.

Medtech si trasferisce in Germania

La lobby medica tedesca spera di ammucchiarsi extra pressione su UE e i responsabili politici nazionali devono affrontare le questioni relative all'attuazione di nuovi medico dispositivo rULES.

Un articolo su un importante quotidiano tedesco ha Mettere in luce il fuoco la difficile situazione dei piccoli produttori che hanno problemi a conformarsi alle normative dell'UE introdotte nel 2017 e queste piccole aziende hanno una potente voce in capitolo sul maggioranza della Germania's € 30 miliardi di industria medica.

Academics avere Blamed le regole per un calo delle registrazioni tedesche di brevetti medtech da 2016.

Agli antipodi…

Dato il recente kerfuffle sulle idee del presidente degli Stati Uniti Donald Trump sull'acquisto della Groenlandia, il rifiuto dalla Danimarca e Trump di conseguenza gettando il suo orsacchiotto dalla carrozzina e annullando una visita nel paese, una nuova battuta sta facendo il giro. Funziona come segue:

"Non è stato ampiamente riportato, ma Donald Trump ha anche annullato un viaggio a Varsavia ... poiché ha scoperto che né il nord né i polacchi del sud erano in vendita."

Boom!

Scherzi a parte, Tscamone difficilmente ha aiutato le cose, neanche quando accusatodanese Il Primo Ministro Mette Frederiksen di mancare di rispetto all'US dopo di lei espresso "rimpianto e sorpresa" oltre Trump'decisione di sper annullare la visita di Copenaghen, rilevando che i preparativi erano stati "ben avviati".

OK, in precedenza aveva definito le idee di Trump sulla Groenlandia "assurde", il che ha davvero conquistato la capra del presidente degli Stati Uniti.

Ha detto ai giornalisti: “Ho pensato che il primo ministro's affermazione che era 'assurdo,' che era un 'assurdo' l'idea, è stata cattiva. Ho pensato che fosse un'affermazione inappropriata.

“Tutto quello che doveva fare era dire 'No, non lo faremmo'essere interessato...Lei'non mi sta parlando. Lei'sta parlando con gli Stati Uniti d'America. Don'Non parlare con gli Stati Uniti in quel modo - almeno sotto di me."

In migliori notizie per le relazioni UE-USA, risulta che il EAgenzia europea per i medicinali (EMA) e la Food and Drug Administration (FDA) hanno elevato grado di allineamento nelle decisioni relative alle applicazioni di marketing, più di 90%, in effetti.

Questa è stato scoperto da a analisi congiunta EMA / FDA quello a confronto decisioni sulle nuove applicazioni di medicina 107 presso le agenzie da 2014- 2016.

Lo studio trovato che il la ragione più comune per decisioni divergenti erano le differenze loro conclusioni sull'efficacia, Seguita da.differenze nei dati clinici presentati a supporto di una domanda.

Zaide Frias, i capo degli EMA divisione di valutazione dei medicinali per uso umano, disse: "L'alto tasso di convergenza nell'autorizzazione di nuovi medicinali presso l'EMA e la FDA è il risultato di maggiori investimenti nel dialogo e nella cooperazione a partire da 2003 e ha favorito l'allineamento tra l'UE e gli Stati Uniti rispetto alle decisioni sulle autorizzazioni all'immissione in commercio, mentre entrambi le agenzie valutano le domande indipendentemente l'una dall'altra. "

Lei ha aggiunto: "La nostra cooperazione supporta chiaramente entrambe le agenzie nel raggiungere un obiettivo comune di massimizzare l'accesso dei pazienti a medicinali sicuri, efficaci e di alta qualità in entrambe le regioni. "

Negli ultimi dieci anni, le agenzie hanno istituito gruppi di lavoro congiunti per la condivisione di informazioni e la collaborazione, avvalendosi di esperti provenienti dall'UE e dagli Stati Uniti.

Brexit - ultimo lancio di dadi

Sviluppi interessanti - beh, più o meno - dopo la chat del primo ministro britannico Boris Johnson con il cancelliere tedesco Angela Merkel questa settimana.

Quest'ultimo ha parlato di“possibilità”quando si tratta di solvING il problema del backstop irlandese e, in tal modo, evitareING una Brexit senza affare allo stesso tempo chiarendo che dipendeva da Gran Bretagna per elaborare un piano praticabile. Boris sembrava concordare sul fatto che l'onere fosse, in effetti, nel Regno Unito.

Il calendario è stretto, tuttavia, con il miglior detto di Berlino di qualsiasi soluzione putativa: “Potremmo trovarlo nei prossimi giorni di 30. "

Il francese Macron, che Johnson dovrebbe incontrare oggi a Parigi (22 agosto) era meno entusiasta e sembrava pronto a smorzare qualsiasi discorso del genere, data la sua mancanza di pazienza per l'intero processo deplorevole.

È arrivato persino al punto di dirlo accordo commerciale tra il Regno Unito e US non compenserà il costo della Brexit e verrebbe a "costo di una vassalizzazione storica".

"Io nonnon ci penso's la volontà del popolo britannico...diventare il partner junior del Stati Uniti," Macron aggiunto.

Nel frattempo, il commissario irlandese per l'agricoltura dell'UE Phil Hogan non ha tirato pugni quando parafrasando Winston Churchill per quanto riguarda la gestione britannica della Brexit: "Mai così pochi hanno fatto così tanti danni a così tanti," ha detto.

Hogan è dopo il lavoro commerciale a livello dell'UE ha avvertito che una Brexit senza accordi creerebbe una "atmosfera disgustosa" tra Londra e il resto di l'UE che avrebbe "gravi conseguenze" per eventuali futuri negoziati commerciali tra i due.

Una volta Boris Johnson ha incontrato il presidente francese, lui'Mi dirigerò a Biarritz per il vertice G7 seguito da un incontro con Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk Domenica (25 agosto) ai margini della riunione.

Di ritorno in Gran Bretagna, ovviamente, capo del Regno Unito Partito Laburista e leader ufficiale dell'opposizione Jeremy Corbyn ha indetto una riunione interpartitica di politici di alto livello, esortandoli a lavorare con lui per "fare tutto il possibile per fermare" una Brexit senza affare.

Sta affrontando una lotta, poiché molti hanno già detto che non vogliono Corbyn nel numero dieci, anche durante qualsiasi possibile periodo di transizione.

Speriamo che von der Leyen abbia più fortuna a far approvare il suo collegio dei commissari dal Parlamento europeo. Arrivederci!

Belgio

Belgium tightens COVID-19 measures, hopes to avoid lockdown

Pubblicato

on

By

Belgium, one of the European countries worst hit by COVID-19, has tightened curbs on social contacts by banning fans from sports matches and limiting numbers in cultural spaces, while officials in Wallonia imposed a stricter night curfew on residents, scrivere , e

The local government in the French-speaking region, among the hardest-hit parts of the country, has told people to stay at home from 10pm to 6am and made remote working mandatory for students until Nov. 19.

Belgium, which has Europe’s second highest infection rate per capita after the Czech Republic, had already closed cafes, bars and restaurants and imposed a shorter night curfew. New infections hit a peak of 10,500 on Thursday.

But the government has resisted calls from medical experts to order a new lockdown to avoid causing more economic pain.

The restrictions - running until 19 November - also include stricter social distancing. They are intended to avoid crowding on public transport, and impose a limit of 200 people in theatres, concert halls and cinemas.

“We are pressing the pause button...we have a single objective, which is to limit contacts that are not strictly necessary,” Belgian Prime Minister Alexander de Croo told a news conference. “There’s no law that can stop the virus, the only ones who can stop it are us...all together.”

Epidemiologist Marius Gilbert wrote on Twitter that hospitals were on the brink of collapse.

Calling for people to act responsibly, he said the protective mask was the “condom” of the coronavirus - “something...we have in our pocket and that we take out when we love or respect the person we are talking to”.

Belgium is expected to record a daily rate of 20,000 new infections by next week, a spokesperson for the Sciensano health institute said.

The nation of 11 million people had 1,013 new COVID-19 infections per 100,000 residents over the past week and its death tally since the pandemic began is 10,588, according to official figures.

Continua a leggere

EU

Il Cremlino andrà oltre l'interferenza elettorale?

Pubblicato

on

Una volta che il Cremlino sarà convinto che Joe Biden diventerà il prossimo presidente degli Stati Uniti, potrebbe optare per la giugulare. Già oggi, non la manipolazione delle elezioni, ma l'attivazione di conflitti civili negli Stati Uniti potrebbe essere l'obiettivo principale della mescolanza di Mosca negli affari interni americani, scrivono Pavlo Klimkin e Andreas Umland.

Negli ultimi 15 anni il Cremlino ha giocato con politici e diplomatici soprattutto dei vicini della Russia, ma anche con quelli dell'Occidente, un gioco di lepre e riccio, come si dice da una fiaba tedesca. Nella famosa razza della favola del basso sassone, il riccio fa solo pochi passi, ma alla fine del solco ha messo la moglie che gli somiglia moltissimo. Quando la lepre, certa della vittoria, irrompe dentro, la moglie del riccio si alza e lo chiama "Sono già qui!" La lepre non riesce a capire la sconfitta, conduce 73 ulteriori corse e, nel 74th razza, muore di sfinimento.

Sin dalla svolta anti-occidentale della Russia del 2005, gli analisti governativi e non governativi di tutto il mondo sono stati impegnati a discutere e prevedere la prossima azione offensiva di Mosca. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, quando le "lepri" intelligenti del mondo - politici, esperti, ricercatori, giornalisti e altri. - arrivati ​​con reazioni più o meno adeguate, i “ricci” russi avevano già da tempo raggiunto i loro obiettivi. Questo è stato il caso dell'invasione russa dell'Ossezia meridionale e dell'Abkhazia della Georgia nel 2008, i "piccoli uomini verdi" sulla Crimea ucraina nel 2014, gli hacker all'interno del Bundestag tedesco nel 2015, i bombardieri sulla Siria dal 2015, i cyber-guerrieri alle elezioni statunitensi del 2016, o assassini "chimici" a Salisbury in Inghilterra nel 2018.

In tutto il mondo, si possono trovare centinaia di osservatori sensibili in grado di fornire commenti taglienti su questa o quella azione viziosa russa. Tuttavia, per tutta l'esperienza accumulata, tali approfondimenti sono stati forniti di solito solo in seguito. Finora, gli spacciatori del Cremlino continuano a sorprendere i politici occidentali e non occidentali ei loro think tank con nuove incursioni, attacchi asimmetrici, metodi non ortodossi e brutalità scioccante. Il più delle volte, l'immaginazione e la spietatezza russa diventano sufficientemente apprezzate solo dopo che una nuova "misura attiva", un'operazione ibrida o un intervento non conformista è stato completato con successo.

Attualmente, molti osservatori statunitensi - sia nella politica nazionale, nella pubblica amministrazione o nelle scienze sociali - potrebbero prepararsi di nuovo a combattere l'ultima guerra. L'interferenza elettorale russa e altre operazioni di influenza sono nella mente di tutti, in tutta l'America. Eppure, come l'Ucraina ha amaramente imparato nel 2014, il Cremlino gioca solo a palla morbida finché crede di avere qualche possibilità di vincere. Rimane relativamente moderata fintanto che un'eventuale perdita sarà - dal punto di vista di Mosca - solo moderatamente spiacevole. Questo è stato il caso durante l'interferenza della Russia nelle elezioni presidenziali del 2016 negli Stati Uniti.

L'esperienza ucraina degli ultimi sei anni suggerisce uno scenario molto più cupo. Ad un certo punto durante la rivoluzione Euromaidan, a gennaio o febbraio 2014, Putin ha capito che poteva perdere il controllo sull'Ucraina. L'uomo di Mosca a Kiev, allora ancora presidente dell'Ucraina Viktor Yanukovich (sebbene molto assistito da Paul Manafort), potrebbe essere cacciato dal popolo ucraino. Di conseguenza, il presidente russo ha cambiato drasticamente traccia già prima dell'evento.

La medaglia del Cremlino assegnata agli anonimi soldati russi che hanno preso parte all'annessione della Crimea indica la data del 20 febbraio 2014, come inizio dell'operazione per occupare una parte dell'Ucraina. Quel giorno, il presidente ucraino filo-russo Yanukovich era ancora al potere ed era presente a Kiev. La sua fuga dalla capitale ucraina il giorno dopo, e la cacciata, da parte del parlamento ucraino, il 22 febbraio 2014, non erano ancora chiaramente prevedibili, il 20 febbraio 2014. Ma il Cremlino era già passato da una guerra puramente politica contro l'Ucraina alla preparazione di una vera e propria guerra - qualcosa allora in gran parte inimmaginabile per la maggior parte degli osservatori. Qualcosa di simile potrebbe essere il caso, anche nell'approccio di Mosca agli Stati Uniti oggi.

A dire il vero, le truppe russe difficilmente atterreranno sulle coste americane. Tuttavia, potrebbe non essere necessario. La possibilità di un conflitto civile violento negli Stati Uniti è oggi, in ogni modo, discussa da analisti seri, sullo sfondo di un'enorme polarizzazione politica e di picchi emotivi all'interno della società americana. Come negli sport preferiti di Putin, il judo, in cui detiene una cintura nera! - un breve momento di sbilanciamento del nemico può essere utilizzato in modo produttivo, e può essere sufficiente a provocarne la caduta. Gli Stati Uniti non possono, da soli, diventare maturi per un conflitto civile. Tuttavia, è improbabile che un'opportunità per spingerla un po 'oltre venga semplicemente persa dagli industriosi specialisti della guerra ibrida a Mosca. E il gioco che giocheranno i "ricci" russi potrebbe essere diverso rispetto al passato e non essere ancora del tutto comprensibile per le "lepri" statunitensi.

Hillary Clinton era nel 2016 un candidato alla presidenza molto indesiderato, da Mosca, come nuovo presidente americano. Eppure oggi un presidente democratico, dopo l'attacco da parte della Russia del 2016 ai server del Partito Democratico e la feroce campagna contro Clinton, rappresenta una prospettiva davvero minacciosa per il Cremlino. Inoltre, Joe Biden era, sotto il presidente Obama, responsabile della politica degli Stati Uniti nei confronti dell'Ucraina, conosce bene il paese ed è quindi particolarmente indesiderabile per Mosca.

Ultimo ma non meno importante, Mosca potrebbe aver avuto più contatti con Trump e il suo entourage di quanto il pubblico americano sia attualmente a conoscenza. Il Cremlino, in tal caso, dispiacerebbe ancora di più una presidenza Biden, e una possibile divulgazione dei suoi ulteriori interventi precedenti, negli Stati Uniti. La posta in gioco è quindi più alta, per il Cremlino, nel 2020 rispetto al 2016. Se Trump non ha alcuna possibilità plausibile di essere eletto per un secondo mandato, la mera interferenza elettorale potrebbe non essere più il problema. Mosca potrebbe già implementare piani più sinistri che cercare di aiutare Trump. Se Putin pensa di non poter impedire Biden, il Cremlino non perderà l'occasione di sbarazzarsi del tutto degli Stati Uniti, in quanto attore internazionale di rilievo.

Pavlo Klimkin è stato, tra gli altri, ambasciatore ucraino in Germania nel 2012-2014 e ministro degli affari esteri dell'Ucraina nel 2014-2019. Andreas Umland è ricercatore presso l'Istituto ucraino per il futuro a Kiev e l'Istituto svedese per gli affari internazionali a Stoccolma.

Tutte le opinioni espresse nell'articolo di cui sopra sono quelle degli autori e non riflettono alcuna opinione da parte di Reporter UE.

Continua a leggere

Difesa

USEUCOM dimostra di essere pronto a sostenere la NATO nell'esercitazione Austere Challenge

Pubblicato

on

I leader, gli strateghi, i pianificatori e gli operatori del Comando europeo degli Stati Uniti (USEUCOM) hanno unito le forze con le loro controparti della NATO nell'esercitazione Austere Challenge 2021 (AC21) per mettere in pratica una risposta coordinata a una grande crisi immaginaria questa settimana. Mentre l'esercizio è stato condotto virtualmente per proteggere la salute dei partecipanti e delle nostre comunità dal COVID-19, hanno partecipato più di 4,000 militari e civili.

L'esercitazione ha riunito USEUCOM ei suoi componenti che si sono uniti al Joint Forces Command-Brunssum e alle Naval Striking and Support Forces NATO per l'esercitazione semestrale al posto di comando, basata su computer, di una settimana, culminata oggi (23 ottobre).

"Non vediamo l'ora di trarre insegnamento dalle lezioni apprese da questo esercizio mentre ci prepariamo per le attività future insieme", ha detto il generale tedesco Jörg Vollmer, comandante del Comando delle forze armate alleate Brunssum. AC21 fa parte di una serie di esercitazioni pianificate ed eseguite a partire dagli anni '1990 e incentrate sull'addestramento del coordinamento, comando e controllo del comando combattente e sull'integrazione di capacità e funzioni tra il quartier generale di USEUCOM, i suoi comandi componenti, le agenzie statunitensi e la NATO.

L'esercitazione era collegata a livello globale ad altre esercitazioni di comando combattente degli Stati Uniti, tra cui il Comando strategico degli Stati Uniti e l'Esercitazione Global Lightning 2021 del Comando spaziale USA e Turbo Challenge 2021 del Comando dei trasporti degli Stati Uniti. "Esercizi come l'AC21 preparano lo staff di USEUCOM a rispondere alle crisi in modo tempestivo e ben modo coordinato con i nostri alleati della NATO, che in definitiva sostiene la stabilità e la sicurezza della regione ", ha affermato il generale John C. Boyd, direttore dell'addestramento e delle esercitazioni di USEUCOM.

Mentre la pandemia in corso ha costretto una serie di esercizi USEUCOM a essere modificati o annullati quest'anno, la formazione e la costruzione di partnership sono proseguite. "Restiamo in posizione e pronti a sostenere la NATO contro qualsiasi nemico o minaccia, sia essa una crisi militare o un virus invisibile", ha aggiunto Boyd. “Insieme in innumerevoli casi, gli Stati Uniti e la NATO hanno dimostrato un rapporto di lavoro forte e indissolubile per contrastare qualsiasi minaccia all'alleanza. AC21 è ancora un altro esempio della forza e della solidarietà dell'alleanza NATO e dei contributi di USEUCOM alla difesa collettiva dell'Europa ".

Informazioni su USEUCOM

Il comando europeo degli Stati Uniti (USEUCOM) è responsabile delle operazioni militari statunitensi in Europa, parti dell'Asia e del Medio Oriente, nell'Artico e nell'Oceano Atlantico. USEUCOM è composto da circa 72,000 militari e civili e lavora a stretto contatto con alleati e partner della NATO. Il comando è uno dei due comandi di combattenti geografici schierati in avanti dagli Stati Uniti con sede a Stoccarda, in Germania. Per ulteriori informazioni su USEUCOM, clicca qui.

Continua a leggere
pubblicità

Facebook

Twitter

Trending