La Commissione avvia un'indagine sull'acciaio laminato a caldo scaricato da #Cina, #Taiwan e #Indonesia

| 14 Agosto 2019

La Commissione ha avviato un'inchiesta antidumping sulle importazioni di fogli e bobine di acciaio inossidabile laminati a caldo provenienti da Cina, Indonesia e Taiwan. L'inchiesta fa seguito a una denuncia presentata dalla European Steel Association (EUROFER) in base al fatto che le importazioni da questi paesi sono effettuate a prezzi di dumping e causano quindi un pregiudizio ai produttori europei.

La denuncia chiede di calcolare il margine di dumping in linea con la nuova metodologia antidumping dell'UE, tenendo conto delle distorsioni del mercato e dei prezzi distorti delle materie prime in Cina e Indonesia. La Commissione ha ora fino a otto mesi per raccogliere prove e decidere se imporre misure provvisorie. Questa nuova indagine sulla difesa commerciale fa parte della più ampia azione della Commissione volta a proteggere i produttori dell'UE dalla concorrenza sleale dai prodotti oggetto di dumping e di sussidi. Finora la Commissione ha messo in atto misure di difesa commerciale per i prodotti siderurgici 52 e sta indagando su altri sette.

Maggiori informazioni è disponibile nella Gazzetta ufficiale dell'UE.

Commenti

Commenti di Facebook

tag: , , , , , , , ,

Categoria: Un Frontpage, Cina, EU, Industria siderurgica, Taiwan

I commenti sono chiusi.