Effettuare una donazione € 1 a EU Reporter Now

Il presidente S & D chiede di evitare ulteriori perdite di vite a #Gaza

| Maggio 16, 2018

Il gruppo S & D chiede la fine immediata della violenza e condanna la perdita di vite palestinesi nella striscia di Gaza. A proposito di 60 I palestinesi sono stati uccisi e oltre duemila feriti tra scontri con le forze israeliane al confine di Gaza su 14 maggio.

Il presidente del gruppo S & D Udo Bullmann ha dichiarato: "Questo segna un altro tragico capitolo nella storia del conflitto israelo-palestinese. Condanniamo la massiccia perdita di vite palestinesi e sosteniamo con forza l'invito fatto dall'Alto Rappresentante / Vicepresidente Federica Mogherini per massima moderazione al fine di evitare ulteriori vittime. Israele deve porre immediatamente fine all'uso sproporzionato della forza contro i manifestanti, mentre gli organizzatori della protesta hanno per evitare che le manifestazioni siano utilizzati per scopi violenti incitati da parte di Hamas o di altri gruppi. Chiediamo anche l'accesso senza restrizioni alle forniture mediche e di sangue per i feriti.

"Il diritto di Israele di esistere entro confini sicuri e di difendere il proprio territorio, così come il diritto dei palestinesi all'autodeterminazione attraverso uno stato sovrano, sono indiscutibili. Ma Israele non può raggiungere la sicurezza con l'occupazione, mentre i palestinesi possono solo soddisfare le loro aspirazioni con mezzi non violenti. L'unica soluzione rimane un accordo di pace negoziato accettato da entrambe le parti con il supporto della comunità internazionale. E 'in questo spirito che continuiamo a sostenere la soluzione dei due Stati, lo Stato di Israele e lo Stato di Palestina fianco a fianco in pace e sicurezza lungo i confini 1967 vivere, con scambi di territori di comune accordo e Gerusalemme come capitale di entrambi stati.

“E 'anche lo stesso spirito che noi continuiamo a protestare contro la decisione del presidente Trump per spostare l'ambasciata degli Stati Uniti in Israele a Gerusalemme, senza offrire alcuna speranza ai palestinesi. La rottura del consenso internazionale sullo status di Gerusalemme ha contribuito all'attuale clima di violenza. Chiediamo a tutti gli Stati membri dell'UE di attenersi al consenso internazionale e di evitare una mossa simile. Ciò è di cruciale importanza per la credibilità dell'Unione europea e della sua politica estera nel mondo ".

tag: ,

Categoria: Un Frontpage, EU, Striscia di Gaza, Israele, Knesset, Autorità Palestinese (PA)