Effettuare una donazione € 1 a EU Reporter Now

La Francia confida nei progressi verso il budget di #eurozone con la Germania

| Maggio 16, 2018

La Francia è ottimista può raggiungere un accordo con la Germania sulle proposte per un bilancio della zona euro e altri piani di riforma entro giugno, con il ministro delle finanze Bruno Le Maire (nella foto) dicendo che sarebbe "irresponsabile" ritardare ancora.

Da quando è salito al potere un anno fa, Macron ha fatto della riforma della zona euro una priorità, ma la sua capacità di fornire dipende dal raggiungere un accordo con la Germania sul modo migliore per convincere il resto dell'eurozona a sostenere le idee.

"La zona euro non può resistere alle divergenze economiche tra i suoi stati membri. Non si terrà insieme ", ha detto Le Maire ai giornalisti lunedì (14 maggio).

"Penso che sia il momento di dotare le io", ha detto. "Sarebbe irresponsabile aspettare ancora. La storia ci giudicherà duramente ".

Un consigliere del presidente Emmanuel Macron ha affermato la necessità di un accordo franco-tedesco e ha detto che era ottimista. Berlino e Parigi avrebbero un quadro comune da presentare ad altri leader della zona euro in vista di un vertice a Bruxelles in giugno 28-29.

"Le nostre conversazioni con la Germania ci portano ad essere più sicuri di no", ha detto il consigliere ai giornalisti martedì (15 maggio).

Quando ha esposto per la prima volta il suo pensiero sulle riforme, Macron ha parlato della creazione di un budget separato considerevole per i paesi 19 che condividono la moneta unica, nominando un ministro delle finanze e convertendo il fondo di emergenza di emergenza in qualcosa di più simile a un fondo monetario europeo.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha elogiato Macron per le sue idee, ma ha versato acqua fredda su alcune di esse, in particolare quelle che potrebbero portare la Germania ad assumersi maggiori rischi.

In un discorso ad Aquisgrana, in Germania, la scorsa settimana, Macron ha esortato la Merkel a lasciare il suo "feticcio" per il conservatorismo fiscale, che ha suggerito di ostacolare il progresso.

Anche se i due possono concordare una posizione comune sul bilancio di una zona euro, è probabile che inizi come una piccola struttura, non i vari punti del PIL qui Macron ha suggerito lo scorso agosto.

Il ministro delle Finanze tedesco Olaf Scholz ha suggerito martedì che sono stati fatti progressi sulla trasformazione del Meccanismo europeo di stabilità, un fondo di salvataggio istituito durante la crisi del debito sovrano, in una struttura per liquidare le banche cattive.

"Vogliamo sviluppare ulteriormente verso un Fondo monetario europeo (non il meccanismo di stabilità). Questo è importante per la futura stabilità dell'eurozona ", ha affermato.

Questa è una direzione diversa dalla proposta di Macron, che si concentra sul trasformarlo in un fondo preventivo per aiutare gli Stati membri che affrontano difficoltà finanziarie a breve termine, ma indica almeno un cambiamento nel suo scopo è possibile.

Oltre alla questione del budget, il consulente dell'Eliseo ha affermato che la Francia è fiduciosa di poter raggiungere un accordo con la Germania sui piani per l'unione bancaria e un fondo di stabilizzazione entro giugno.

La proposta per un singolo ministro delle finanze dell'eurozona è stata effettivamente ritirata, anche se Macron sostiene che alla fine sarà necessario rafforzare il blocco del blocco.

Mentre è possibile che Germania e Francia concordino una posizione comune, affrontano una dura battaglia per convincere gli altri Stati membri che le proposte meritano un sostegno.

Paesi Bassi, Finlandia e altri paesi hanno espresso riserve sui piani di Macron, affermando che si spingono troppo oltre e non sono necessari per ora.

Segnalazione di Jean-Baptiste Vey, Yves Clarisse e Michel Rose a Parigi e Tom Koerkemeier e Michael Nienaber a Berlino

tag: ,

Categoria: Un Frontpage, EU, Euro, Eurozona, Francia, Germania