Seguici sui social

Verifica dei fatti

Sostenere l'umanità musulmana per percepire l'invasione russa nella comunità giovanile musulmana di Indonesia e Malesia 

SHARE:

Pubblicato il

on

L’invasione russa dell’Ucraina ha generato ampie risposte da parte delle comunità di tutto il mondo. In Indonesia, abbiamo identificato tweets 6,280 a sostegno della Russia all’inizio dell’invasione del 2022. Nel frattempo, altre ricerche affermano che gli utenti della rete malesi hanno prodotto 1,142 tweet filo-russi e decine di post su Facebook.

Sulla base dei dati di cui sopra, utenti dei social media indonesiani e malesi apparire distratto dal discutere l’impatto distruttivo dell’invasione e concentrarsi invece sulla natura superficiale dei contenuti che consumano. Di conseguenza, il pubblico è vulnerabile all'esposizione a contenuti che spostano la loro attenzione dalla realtà della guerra al punto di vista dell'autore del reato.

La nostra ricerca ha scoperto che gli utenti dei social media hanno articolato narrazioni islamiche per esprimere il loro sostegno all’invasione. Per indagare ulteriormente questo concetto, abbiamo condotto un Focus Group Discussion (FGD) con studenti di due università islamiche in Indonesia e Malesia. Abbiamo quindi compilato i risultati con sondaggio on-line dati che sono stati distribuiti a un pubblico più ampio in entrambe le regioni. Dato che i social media sono potenzialmente distorti rumore sociale, è necessaria un’analisi incrociata tra dati digitali e tradizionali.

Sebbene le comunità musulmane indonesiano-malesi condividano valori sociali, ci sono notevoli differenze riguardo alla loro percezione dell’invasione russa. I nostri risultati hanno mostrato che i giovani musulmani malesi hanno espresso sostegno all’invasione russa principalmente a causa del sentimento “antioccidentale”. Nel frattempo, i giovani musulmani indonesiani hanno espresso ammirazione per il coraggio di Putin nel condurre la guerra.

Metodologia

Per ottenere i dati, abbiamo condotto FGD e sondaggi online tra giovani musulmani in Indonesia e Malesia. I FGD hanno coinvolto studenti dell’Universitas Pesantren Tinggi Darul Ulum in Indonesia e dell’Universiti Sultan Zainal Abidin in Malesia, entrambe con una lunga tradizione nell’incorporare i valori islamici nell’apprendimento. In questa sessione, abbiamo posto agli intervistati domande su come percepivano l’invasione russa dell’Ucraina, seguite da una discussione moderata tra pari sull’argomento. Le domande si concentravano su come descriverebbero l’invasione russa dell’Ucraina e su come descriverebbero i contenuti correlati incontrati sui social media.

pubblicità

Inoltre, abbiamo somministrato un unico sondaggio online che è stato distribuito tramite il coordinatore della scuola islamica e inviato a 315 intervistati nella regione di Giava e a 69 intervistati dalla Malesia. Gli intervistati sono stati ottenuti mediante campionamento casuale e quindi selezionati in base a criteri specifici, tra cui una fascia di età compresa tra i 15 e i 40 anni e il requisito di aver completato o di seguire un'istruzione islamica formale. Ai partecipanti è stato richiesto di rispondere a una combinazione di 22 domande a risposta aperta e chiusa per il sondaggio, che includeva dati sia quantitativi che qualitativi riguardanti le opinioni degli intervistati nei confronti dell'invasione russa. Successivamente, i dati dell’indagine qualitativa sono stati analizzati utilizzando lo strumento di analisi del contenuto CAQDAS (Computer-Assisted Qualitative Data Analysis), che viene utilizzato per segmentare i dati dell’indagine in diversi temi.

L'ammirazione dei giovani musulmani indonesiani per Putin

I risultati del sondaggio hanno rivelato che la maggior parte dei giovani musulmani indonesiani erano attratti dal carattere macho di Putin. Quando il sondaggio poneva la domanda: "Conosci Vladimir Putin?" la risposta dominante degli intervistati (76%) è stata “Sì”, mentre i restanti intervistati hanno risposto “No”. Agli intervistati è stato poi chiesto: "Cosa sai di Vladimir Putin?", e la risposta più comune è stata che ammiravano le qualità machiste di Putin, come il suo coraggio nel fare la guerra e nel difendere la causa islamica. Diversi intervistati nella sessione del FGD hanno anche riconosciuto il carattere macho di Putin. Inoltre, la domanda 'Pensi che la Russia sia un paese “cool”?' il 53% degli intervistati ha risposto "Sì", il 17% ha risposto "No" e il 30% ha affermato "Non so". Quando è stato chiesto di elaborare la propria risposta, la maggior parte degli intervistati ha ritenuto che la Russia fosse “figa” a causa della posizione filo-islamica di Putin.

Per quanto riguarda la domanda "Conosci l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia nel 2022?" Il 72% degli intervistati ha risposto “Sì” e il 28% ha risposto “No”. Alla domanda su cosa sapessero dell'invasione, la maggior parte degli intervistati si è concentrata esclusivamente sulla NATO e sulla difesa della nazione da parte di Putin, trascurando completamente l'aspetto umanitario. Infine, abbiamo chiesto agli intervistati se i contenuti dei social media che hanno consultato contenessero storie su Putin che sostiene l’Islam, con il 69% degli intervistati che afferma di aver incontrato contenuti che descrivono la Russia come pro-Islam, riflettendo i nostri studi precedenti.

I giovani musulmani malesi e il loro sentimento anti-occidentale

La comunità musulmana malese aveva una prospettiva diversa sull'invasione russa rispetto alle controparti indonesiane. Percepiscono l’invasione russa prevalentemente attraverso la lente storica antioccidentale. Ciò è in linea con quanto osservato nella sessione FGD. Rispondere alla domanda: "Vedi contenuti che contengono il messaggio che Russia/Putin sostengono l'Islam?" Il 20% degli intervistati ha dichiarato "Sì", il 42% ha risposto "No" e il 38% ha dichiarato "Non so". Un'altra domanda: "Pensi che la Russia/Putin sia un paese pro-Islam?" ha ricevuto risposta con il 26% "Sì", il 46% "No" e il 28% "Non lo so". Quando è stato loro chiesto di approfondire le loro risposte, gli intervistati malesi hanno affermato di essere propensi a sostenere la Russia a causa della storia coloniale della Malesia con la Gran Bretagna. Queste risposte evidenziano la differenza di prospettive tra gli intervistati malesi e indonesiani, a causa dei diversi contenuti che consumano.

Il 100% degli intervistati malesi ha risposto "Sì" alla domanda "Conosci Vladimir Putin?" Le differenze tra i due gruppi di intervistati continuavano nel descriverlo. Mentre gli intervistati indonesiani hanno espresso il loro attaccamento al carattere macho di Putin, gli intervistati malesi per lo più percepiscono Putin esclusivamente attraverso il suo ruolo di presidente. Alla domanda "Pensi che la Russia sia un paese "cool"?" Il 58% degli intervistati ha risposto "Sì", il 18% ha risposto "No" e il 24% ha dichiarato "Non so". Dopo aver approfondito la questione, la maggior parte degli intervistati ha interpretato il termine "cool" in termini di cultura e forte potenza militare della Russia, e alcuni hanno menzionato la preoccupazione della Russia per il suo interesse nazionale.

Il 100% degli intervistati malesi ha risposto "Sì" anche alla domanda "Conosci l'invasione russa dell'Ucraina nel 2022?" Inoltre, gli intervistati ritengono che l'invasione sia stata causata dall'approccio dell'Occidente all'Ucraina. Sperano anche che il governo malese sostenga la Russia, così come l’Occidente sostiene l’Ucraina.

Analisi incrociata dei risultati del sondaggio

Abbiamo osservato un modello simile nelle risposte riguardanti il ​​consumo dei social media tra entrambi i gruppi di intervistati. La risposta predominante è stata che hanno avuto accesso ai social media fino a cinque ore al giorno, con TikTok e Instagram le piattaforme più popolari. Hanno inoltre affermato che i social media erano la loro principale fonte di informazioni sull’invasione russa. Sulla base dei dati raccolti, il 100% degli intervistati malesi e il 72% degli intervistati indonesiani hanno affermato di aver riscontrato contenuti sui social media sull’invasione russa. Gli intervistati indonesiani affermano di aver incontrato storie più incentrate su Putin, mentre gli intervistati malesi hanno affermato di aver visto contenuti che incolpavano l’Occidente. Nonostante queste differenze, sia gli intervistati indonesiani che quelli malesi hanno affermato che la Russia è un paese filo-islamico.

Esiste un possibile collegamento tra il modo in cui queste comunità consumano i contenuti dei social media e la persistenza del sentimento antioccidentale. Maggiore è il tempo trascorso accedendo ai social media, maggiore è il rischio di essere esposti a contenuti legati alla propaganda. Gli intervistati malesi che hanno trascorso almeno quattro ore sui social media tendono a vedere la Russia come un paese cool e antioccidentale. Nel frattempo, gli intervistati indonesiani sono risultati più vulnerabili all’interruzione delle informazioni.

Difendere l'umanità

In un’epoca in cui domina l’informazione digitale, la comunità musulmana deve mostrare resilienza informativa. Ciò significa identificare la propaganda e separare i fatti dalla disinformazione. Grazie ai suoi forti legami di solidarietà, la comunità musulmana è di più vulnerabile alla propaganda sui social media, in particolare sul tema Jihad. Incapacità di distinguere la propaganda dalla realtà Insegnamento islamico può sfociare nel terrorismo.

La comunità musulmana dovrebbe rispondere alla guerra rivisitando gli insegnamenti islamici umani, invece di cedere alla propaganda dei social media. I musulmani dovrebbero pensare alle conseguenze per l’umanità prima di formarsi un’opinione su un particolare argomento. Le vittime della guerra hanno bisogno di sostegno e protezione indipendentemente dal loro background storico o politico. Queste idee possono ispirare i giovani musulmani a distinguere tra fatti e propaganda e a incorporare l’insegnamento islamico nella risposta all’invasione russa.

Conclusione e raccomandazioni

La ricerca di cui sopra mostra come le comunità musulmane indonesiana e malese percepiscono l’invasione russa sui social media. Nonostante le somiglianze tra le comunità, gli intervistati indonesiani si sono concentrati in particolare sul carattere macho di Putin. D’altro canto, gli intervistati malesi tendono ad esprimere il loro sostegno alla Russia sulla base di idee anti-occidentali. Di conseguenza, esortiamo le comunità musulmane in entrambi i paesi a spostare il paradigma dal discorso sui social media a una discussione più sostanziale. La difesa dell’umanità è una caratteristica essenziale dell’insegnamento islamico che non dovrebbe essere trascurata.

In questa situazione, un dialogo transnazionale tra le comunità musulmane può garantire risposte adeguate alla guerra riflettere Valori islamici. Il dialogo tra le comunità islamiche, in particolare tra i giovani musulmani in Indonesia e Malesia, è essenziale per creare un terreno comune per vedere gli affari internazionali e l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia utilizzando i valori islamici. L’umanitarismo è un concetto universale che si allinea ai valori islamici e consente ai giovani musulmani indonesiani e malesi di aspirare alla risoluzione dei conflitti e alla pace in tutto il mondo.

Dias PS Mahayasa is docente di Studi di Genere, Dipartimento di Relazioni Internazionali, Universitas Jenderal Soedirman, Indonesia. È anche direttore del Centro per l'identità e gli studi urbani.

Bimantoro K. Pramono è docente di Diplomazia Digitale presso il Dipartimento di Relazioni Internazionali, Universitas Paramadina, Indonesia. Ricopre anche il ruolo di Visiting Researcher per il Data & Democracy Research Hub presso la Monash University, Indonesia.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending