Seguici sui social

Romania

Politica di coesione dell'UE: 160 milioni di euro per lo sviluppo di infrastrutture idriche e delle acque reflue nella contea di Iași, Romania

SHARE:

Pubblicato il

on

La Commissione ha approvato un contributo di oltre 160 milioni di euro da parte del Fondo di coesione per reti fognarie più grandi e migliori nella contea di Iași.

La commissaria per la coesione e le riforme Elisa Ferreira (nella foto) ha affermato: “Questo nuovo grande progetto migliorerà l'accesso all'acqua e alla rete fognaria nella contea di Iași. È un esempio concreto di come la politica di coesione migliori la vita dei cittadini sul campo. Il progetto migliorerà la salute pubblica e la qualità della vita della popolazione della contea attraverso acqua potabile pulita e un'adeguata raccolta e trattamento delle acque reflue, portando a meno inquinanti nel suolo, nelle acque sotterranee e nei fiumi".

Il progetto prevede la posa di 256 km di condotte principali e 312 km di rete di distribuzione per l'approvvigionamento idrico. Costruirà inoltre 23 impianti di trattamento dell'acqua, 43 serbatoi di stoccaggio dell'acqua e 50 stazioni di pompaggio di cui 43 saranno situate sulla rete e sette all'interno degli impianti di trattamento. Infine, realizzerà 230 km di condotte di scarico, 536 km di fognature a caduta e quattro nuovi impianti di depurazione.

Questo investimento contribuirà al rispetto da parte della Romania della direttiva Direttiva UE sulle acque reflue urbane e creare posti di lavoro, a vantaggio di tutti i gruppi sociali della zona.

Il progetto completo dovrebbe essere finalizzato nel 2026 e integra un progetto finanziato nel periodo di programmazione 2007-2013.

Lo sforzo fa parte di un piano più ampio per migliorare le infrastrutture idriche e delle acque reflue in tutta la Romania e nella contea di Iași.

Per ulteriori informazioni sui progetti finanziati dall'UE in Romania, visitare il Piattaforma dati aperti di coesione e la Kohesio piattaforma.

pubblicità

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending