#SignForMyFuture - Gli attivisti del clima belgi dimostrano solidarietà con i politici

| Giugno 27, 2019

Le attiviste per il clima in Belgio hanno ragioni per 267,617 per cui i politici del paese dovrebbero intensificare gli sforzi per affrontare il riscaldamento globale.

Questo è il numero di persone che hanno firmato una petizione che richiede maggiori sforzi per affrontare il problema.

Le temperature insolitamente elevate recenti in Belgio e altrove hanno, per molti, evidenziato l'urgente emergenza posta dai cambiamenti climatici.

L'UE vuole raggiungere un accordo con gli stati membri sulla neutralità climatica da 2050. L'accordo su questo, tuttavia, non si è concretizzato nel vertice UE della scorsa settimana a Bruxelles a seguito dell'opposizione di alcuni paesi dell'Europa centrale e orientale.

Sotto la cosiddetta iniziativa Sign For My Future, una petizione firmata da alcuni cittadini di 267,617 in Belgio invita i suoi politici ad attuare una "politica climatica forte" nella prossima legislatura parlamentare belga. La petizione è stata firmata tra 5 di febbraio e 16 di maggio.

Più di 400 persone, inclusi accademici, dirigenti d'azienda e direttori di organizzazioni della società civile, hanno anche accettato di agire come "ambasciatori" per la campagna.

L'idea è di rendere il Belgio neutrale dal punto di vista climatico da 2050 e il sondaggio rappresentativo mostra che i belgi sostengono queste misure.

La campagna, in particolare, ha presentato tre richieste, ognuna delle quali è supportata dalla campagna "Sign for my Future", descritta come una coalizione di volontari senza precedenti.

Le richieste includono un'ancora legale dell'obiettivo della neutralità climatica in Belgio da parte di 2050; un piano di investimento socialmente giusto che incoraggia i cittadini e le imprese a compiere la transizione e, in terzo luogo, un consiglio climatico indipendente composto da esperti.

Le firme invitano tutte le parti a lavorare insieme, trascendendo le divisioni politiche, per iniziare la transizione verso una società a impatto climatico neutro. Insistono che una simile transizione è fattibile e una saggia scelta economica, a condizione che venga perseguita una politica a lungo termine.

Un portavoce della campagna ha dichiarato: "Chiediamo a tutti i politici di concordare oltre i confini delle loro parti e di lavorare insieme. Riteniamo che una transizione così complessa sia possibile solo se tutti gli attori della società e il mondo degli affari vi partecipano e se tutti si assumono le proprie responsabilità ".

Sign For My Future è sostenuto, tra gli altri, da La Quincaillerie, un importante ristorante di Bruxelles le cui politiche rispettose dell'ambiente includono la focalizzazione su forniture e fornitori locali.

Il suo manager, Sebastien Rome, ha spiegato il motivo della loro partecipazione, dicendo a questo sito: "Ci sentiamo molto preoccupati per il clima e anche per la nostra politica con i nostri fornitori, ad esempio".

Ha aggiunto: "Non lavoriamo con fornitori che sono basati molto lontano da noi. Invece, abbiamo scelto di lavorare con fornitori belgi ad eccezione del pollame, del maiale e dell'agnello che provengono dalla nostra azienda agricola in Francia (Bresse région) ".

Separatamente, un sondaggio di 2,000 belgi è stato condotto sulla questione climatica. Questo dimostra che esiste un ampio sostegno per le misure climatiche e che i belgi sono anche pronti a fare sforzi. Allo stesso tempo, i belgi si aspettano che il governo introduca una tassazione più intelligente e faciliti gli investimenti legati al clima.

Ad esempio, 72% dei belgi afferma di essere pronto a contribuire alla transizione verso una società a impatto climatico zero e 63% è disposto a investire in soluzioni climatiche purché possano recuperare i propri investimenti.

Alcuni 66% dei belgi pensano che sia necessario un grande piano di investimenti e 6 di 10 belgi pensa che ci dovrebbe essere uno spostamento fiscale vantaggioso per il clima senza imporre nuove tasse. In termini di mobilità, 69% ritiene che il governo dovrebbe raddoppiare gli investimenti nel trasporto pubblico. Infine, 74% crede che il governo debba garantire la conservazione degli spazi aperti esistenti.

"Questo sondaggio e il numero di persone che stanno sostenendo Sign for my Future forniscono un forte mandato per iniziare la transizione climatica. C'è un forte sostegno da parte delle persone. Le soluzioni ci sono; accademici, imprese e società civile sono pronti a costruire un Belgio neutrale al clima con loro. Ora spetta ai politici avere una mente attenta al clima e lavorare con la leadership per preservare il nostro futuro ", ha detto il portavoce.

Commenti

Commenti di Facebook

tag: , ,

Categoria: Un Frontpage, Cambiamento climatico, Emissioni CO2, Ambiente, EU

I commenti sono chiusi.