Seguici sui social

Energia

Eurelectric: la produzione di elettricità nell’UE è più verde che mai

SHARE:

Pubblicato il

on

La generazione di elettricità pulita in Europa sta stabilendo record. Nella prima metà del 2024, le energie rinnovabili hanno rappresentato oltre il 50% di tutta la produzione di energia in Europa, mentre il nucleare ha fornito una quota stabile del 24% – secondo gli ultimi dati di Eurelectric piattaforma dati elettrica. La domanda di energia, tuttavia, rimane bassa a causa della crescita lenta, della deindustrializzazione e del clima mite. Stimolare la domanda di elettricità sarà fondamentale per garantire investimenti continui nella generazione pulita.

La produzione di energia in Europa si sta decarbonizzando a un ritmo mai visto prima. Gli ultimi dati di EurelectricLa piattaforma dati sull'elettricità di ELDA, mostra che il 74% dell'elettricità prodotta nell'UE nella prima metà del 2024 proveniva da fonti energetiche rinnovabili e a basse emissioni di carbonio. Si tratta di un aumento significativo rispetto alla quota del 68% nel 2023. Le ragioni principali di questo notevole risultato sono state un afflusso senza precedenti di energie rinnovabili sulla rete combinato con la stabilizzazione della flotta nucleare.

“Il ritmo del cambiamento è impressionante. Questi dati documentano che gli sforzi di decarbonizzazione delle aziende elettriche sono anni avanti rispetto a qualsiasi altro settore” – ha affermato il segretario generale di Eurelectric, Kristian Ruby.

Mentre i numeri dal lato dell’offerta sono promettenti, lo stesso non si può dire per la domanda di elettricità. Nella prima metà del 2023 la domanda di energia nell’UE è diminuita del 3.4% rispetto allo stesso periodo del 2022 e ha continuato a rimanere bassa nel 2024 – 2.6% in meno rispetto al primo semestre del 1. Questa tendenza è dovuta principalmente alla delocalizzazione dell’industria all’estero, alle temperature più calde , risparmio energetico e crescita economica lenta.

“Anni di stagnazione della domanda elettrica si sono ora trasformati in un calo regolare. I politici devono sostenere con urgenza la diffusione dell’elettricità per fornire i necessari segnali di investimento per la generazione pulita” – ha aggiunto Kristian Ruby. 

Per fare ciò, Eurelectric invita la nuova Commissione a proporre un Piano d'azione per l'elettrificazione entro i primi 100 giorni del suo mandato, con un obiettivo indicativo del 35% per il 2030 e un chiaro indicatore di elettrificazione da introdurre nei piani nazionali per l’energia e il clima (PNEC) dei paesi dell’UE per monitorare e realizzare progressi sul campo. L’inazione potrebbe comportare il mancato raggiungimento degli obiettivi climatici dell’UE, la riduzione della produzione rinnovabile e il rallentamento degli investimenti nel settore trainante della transizione energetica.

pubblicità

La piattaforma dati sull’elettricità, ELDA, fornita da Eurelectric, è il punto di riferimento del settore per dati elettrici affidabili. Raccogliendo oltre 16 milioni di dati individuali ogni anno da una serie di fonti indipendenti tra cui ENTSO-E e statistiche ufficiali dell'UE, i dati vengono elaborati dal team di intelligence di Eurelectric e convalidati da esperti del settore. Pertanto, la piattaforma fornisce tempestività e precisione senza pari per i dati elettrici.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending