Seguici sui social

Energia

I combustibili fossili oggi generano meno di un quarto dell’elettricità dell’UE

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

Nuovi dati dal think tank energetico Ember rivela che nell’aprile 2024 l’UE ha assistito a un declino storico nella produzione di combustibili fossili. Per la prima volta, meno di un quarto dell'elettricità dell'UE (23%) è stata prodotta da combustibili fossili. Ciò ha superato il precedente minimo record del 27% nel maggio 2023.

L'anno scorso i combustibili fossili hanno generato per la prima volta meno di un terzo dell'elettricità dell'UE (33%), mentre il solare e l'eolico hanno raggiunto la cifra record del 27%, secondo Ember. Revisione europea dell'elettricità.

La transizione dai combustibili fossili al solare e all’eolico ha continuato ad accelerare nel 2024. La produzione da combustibili fossili nell’aprile 2024 è diminuita del 24% (-14.8 TWh) rispetto ad aprile 2023. Sia il carbone che il gas sono diminuiti drasticamente. La produzione da carbone ha contribuito al mix elettrico solo per l'8.6% ed è diminuita del 30% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente (-7.8 TWh). Nel frattempo, la produzione di gas ha fornito solo il 12.1% del mix, registrando un calo del 22% su base annua (-6.8 TWh).

Tra i paesi dell’UE, la Germania ha registrato il calo maggiore nella produzione da combustibili fossili rispetto ad aprile dello scorso anno, con un calo del 26% (-4.8 TWh), che rappresenta il 32% del calo totale dell’UE. L’Italia ha registrato il secondo calo più grande (-24%, -2.2 TWh), contribuendo per un altro 15% al ​​calo regionale.

L’energia eolica e solare hanno generato per la prima volta un terzo record dell’elettricità dell’UE

Nell’aprile 2024, l’energia eolica e solare hanno generato per la prima volta più di un terzo (34%) dell’elettricità dell’UE, raggiungendo una nuova pietra miliare nella transizione energetica dell’UE. Questa quota batte il record precedente di maggio 2023 (31%). Nel complesso, ad aprile le energie rinnovabili hanno prodotto oltre la metà (54%) dell’elettricità dell’UE.

Anche con la ripresa della domanda di elettricità, la produzione di combustibili fossili sta crollando

pubblicità

Nonostante la ripresa della domanda di elettricità, l’UE ha assistito a un notevole spostamento verso le fonti energetiche rinnovabili. Mentre la produzione fossile è diminuita del 18% su base annua nei primi quattro mesi del 2024, la produzione eolica e solare è aumentata del 14% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Con le energie rinnovabili che hanno sostituito i combustibili fossili nel mix, le emissioni del settore energetico dell’UE sono diminuite del 18% su base annua nel periodo gennaio-aprile 2024.

"Ciò che un tempo era impensabile sta accadendo davanti ai nostri occhi", ha affermato Sarah Brown, direttrice del programma europeo di Ember. “I combustibili fossili stanno scomparendo dal settore energetico europeo. Il solare e l’eolico sono diventati protagonisti principali, dimostrando di essere pronti ad assumere il ruolo di spina dorsale del moderno sistema elettrico pulito”.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending