Seguici sui social

Energia

#StateAid: la Commissione approva il programma di sostegno spagnolo per l'energia elettrica rinnovabile

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

La Commissione europea ha trovato il sistema spagnolo che sostiene la produzione di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili, la cogenerazione ad alta efficienza del calore, del potere e dei rifiuti, in linea con le norme comunitarie in materia di aiuti di Stato. Il sistema contribuirà ulteriormente agli obiettivi dell'UE in materia di energia e clima, preservando la concorrenza.

Il commissario Margrethe Vestager, responsabile della politica di concorrenza, ha dichiarato: "Sono lieto di vedere che le ultime aste spagnole di energie rinnovabili hanno mostrato gli effetti positivi della concorrenza: le aziende sono pronte a investire in nuovi impianti con livelli molto bassi di sostegno statale. un approvvigionamento energetico a basse emissioni di carbonio e sostenibile dal punto di vista ambientale è importante e questo programma di sostegno aiuterà ".

Nell'ambito del regime, i beneficiari ricevono il sostegno attraverso un premio al di sopra del prezzo di mercato dell'elettricità, in modo da dover rispondere ai segnali di mercato. Questo premio è destinato ad aiutare queste strutture a compensare i costi che non possono essere recuperati dalla vendita di elettricità sul mercato e ottenere un ragionevole ritorno sugli investimenti.

Lo schema è stato in vigore fin dal 2014 e si applica ai nuovi beneficiari nonché alle strutture che hanno beneficiato di un precedente supporto. In totale, lo schema ha intorno ai beneficiari di 40,000. In 2016, i pagamenti annuali nell'ambito del regime ammontavano a € 6.4 miliardi.

Dal 2016 il supporto alle nuove strutture è garantito tramite aste competitive. Diverse tecnologie hanno gareggiato tra loro nelle ultime aste di maggio 2017 e luglio 2017. In totale, è stato assegnato il supporto per una capacità di poco più di 8 gigawatt, essenzialmente agli impianti eolici e solari. Come risultato di queste aste, i beneficiari riceveranno un risarcimento solo se, nei prossimi anni, il prezzo di mercato scende a un livello notevolmente inferiore ai prezzi di mercato odierni. Questa protezione contro un calo inaspettatamente brusco dei prezzi di mercato aiuta gli sviluppatori a garantire il finanziamento del progetto e quindi a completare i progetti in tempo. Ciò aiuterà la Spagna a raggiungere i suoi obiettivi ambientali e climatici per il 2020.

La Commissione ha valutato il regime in base alle norme dell'UE sugli aiuti di Stato, in particolare la Commissione Linee guida 2014 degli aiuti di Stato per la tutela ambientale ed energetico. In particolare, richiedono aste competitive per il supporto delle energie rinnovabili da 2017. Garantiscono che l'uso di fondi pubblici è limitato e non vi è alcuna sovracompensazione. Su questa base, la Commissione ha concluso che la misura spagnola aumenterà la quota di elettricità prodotta da fonti energetiche rinnovabili, in linea con l'UE obiettivi ambientali, mentre ogni distorsione della concorrenza causata dal supporto statale viene minimizzata.

Il regime è accompagnato da un piano di valutazione per valutare il suo impatto. I risultati di questa valutazione saranno trasmessi alla Commissione entro dicembre 2020.

pubblicità

sfondo

La Commissione Linee guida 2014 degli aiuti di Stato per la tutela ambientale ed energetico, consentire agli Stati membri di sostenere la produzione di elettricità da fonti energetiche rinnovabili (compresi i rifiuti rinnovabili) e centrali combinate di calore ed elettricità ad alta efficienza, a determinate condizioni. Queste norme mirano a raggiungere gli ambiziosi obiettivi energetici e climatici dell'UE al minor costo possibile per i contribuenti e senza indebite distorsioni della concorrenza nel mercato unico.

Le Direttiva sulle energie rinnovabili ha stabilito obiettivi per la quota di tutte le fonti energetiche rinnovabili degli Stati membri nel consumo finale lordo di energia entro il 2020. Per la Spagna, tale obiettivo è del 20% entro il 2020.

Maggiori informazioni sulla decisione sarà disponibile, una volta che i potenziali problemi di riservatezza sono stati risolti, in Registro degli aiuti di Stato sulla Commissione concorrenza sito web sotto il numero del caso SA.40348. State Aid Weekly e-News elenca nuove pubblicazioni delle decisioni sugli aiuti di Stato riportate su Internet e nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending