Seguici sui social

Scienze

Gli scienziati impegnati a rivoluzionare i test sulla sicurezza chimica si sono riuniti a Bruxelles

SHARE:

Pubblicato il

on

Di Jeanne Laperrouze, Altertox

Eminenti scienziati provenienti da Europa e Nord America si sono riuniti a Bruxelles a giugno per tracciare un futuro per i test sulla sicurezza chimica che diano priorità all’etica, all’accuratezza e all’efficienza. La missione: promuovere metodi di test scientifici in grado di migliorare la protezione della salute umana e dell'ambiente dalle sostanze tossiche.

In prima linea in questa iniziativa c'è PrecisionTox, un progetto rivoluzionario finanziato dal programma Horizon 2020 dell'Unione Europea. Lanciato nel 2021, PrecisionTox sfrutta progressi all’avanguardia nel campo della genomica, della scienza dei dati, della tossicologia e di altri campi per sviluppare metodi di nuovo approccio (NAM) per valutare i rischi chimici senza ricorrere ai test sugli animali vertebrati.

L'approccio di PrecisionTox affonda le sue radici nella tossicologia evolutiva, la quale presuppone che gli animali condividano risposte simili alle sostanze chimiche a causa della loro comune storia evolutiva. Questo concetto sfrutta organismi modello metabolici alternativi, come i moscerini della frutta e il pesce zebra in fase iniziale, per prevedere gli effetti chimici.

Negli ultimi dieci anni sono stati compiuti progressi significativi nello sviluppo dei NAM. Questi metodi, che sostituiscono i tradizionali test sugli animali, includono: In vitro (test su cellule), In silicone (simulazioni al computer), In chimico (test chimici) e test su organismi alternativi (specie modello biomedico come i moscerini della frutta o la Daphnia, anch'essi ben noti e utilizzati da tempo dagli scienziati come sentinelle per monitorare la salute ambientale e l'inquinamento). 

Questi metodi innovativi promettono di allinearsi agli standard etici della società, offrendo al contempo maggiore precisione, costi inferiori e risultati più rapidi. “Quando si tratta di salute umana, l’inquinamento chimico è la prima preoccupazione su questo pianeta, essendo responsabile di un numero di morti premature tre volte superiore a quello di malaria, tubercolosi e AIDS messi insieme”, spiega John Colbourne, coordinatore del progetto. “La transizione alla tossicologia di precisione è più di una preoccupazione per il benessere degli animali; è una corsa per identificare e rimuovere le sostanze chimiche dannose dall’ambiente”. I partner di PrecisionTox condividono tutti l'opinione che la tossicologia evolutiva sia la via da seguire per accelerare la valutazione della sicurezza chimica e sono ansiosi di dimostrare la validità di questo approccio.

Tuttavia, nonostante gli evidenti vantaggi, l’adozione diffusa dei NAM deve ancora affrontare diverse sfide. Permangono preoccupazioni circa l’affidabilità e l’accuratezza predittiva di questi nuovi metodi. I quadri normativi esistenti sono spesso lenti ad adattarsi alle nuove metodologie di sperimentazione, mantenendo una forte dipendenza dai tradizionali test sugli animali nonostante i loro difetti. Inoltre, la resistenza al cambiamento, la mancanza di fiducia tra le parti interessate a causa delle incertezze giuridiche e l’istruzione e la formazione insufficienti sui nuovi metodi ostacolano il progresso. Un PrecisionTox del 2023 rapporto, sulla base di interviste con le parti interessate, tra cui rappresentanti del settore, regolatori e responsabili politici, evidenzia tali ostacoli.

pubblicità

Tuttavia, dal punto di vista politico, il panorama normativo ha visto progressi nell’ultimo decennio, a partire dall’adozione da parte dell’UE del regolamento sui cosmetici nel 2013, che vieta la vendita di cosmetici testati sugli animali. Questo cambiamento normativo è stato seguito da altri 17 paesi, creando un precedente per una più ampia accettazione dei NAM in altri settori e regioni. Nel 2021, il Parlamento Europeo ha adottato un risoluzione chiedendo un piano d’azione dell’UE per porre fine all’uso degli animali nella ricerca, nella sperimentazione e nell’istruzione. La Commissione Europea sta attualmente sviluppando un tabella di marcia per l'eliminazione graduale della sperimentazione animale nelle valutazioni della sicurezza chimica, in risposta all'iniziativa dei cittadini europei “Salvare cosmetici cruelty-free – Impegnarsi per un'Europa senza sperimentazione animale” nel 2023. Ulteriori modifiche normative sono previste con l'imminente revisione REACH e la revisione del Regolamento sui prodotti cosmetici, che promette di tenere impegnati i neoeletti membri del Parlamento europeo nei prossimi anni.

Questa agenda legislativa rappresenta un’opportunità per superare le sfide rimanenti legate all’adozione di questi nuovi metodi. È necessario uno sforzo concertato per migliorare la preparazione scientifica, affrontare gli ostacoli istituzionali e garantire certezze giuridiche all’uso dei NAM. Una maggiore collaborazione, una formazione completa e quadri normativi flessibili sono essenziali per integrare in modo efficace i NAM nei test sulla sicurezza chimica. Questi sforzi sono cruciali affinché la futura Commissione europea possa salvaguardare l’attuazione del Green Deal, in particolare della strategia chimica per la sostenibilità dell’UE, a condizione che le priorità della Commissione europea e del Parlamento non cambino.

L'Università di Birmingham, insieme ad altri 14 partner provenienti da Europa e Nord America, guida l'iniziativa PrecisionTox. Insieme ad altri due progetti finanziati dall’UE, ONTOX e RISK-HUNT3R, questi consorzi rappresentano un investimento di 60 milioni di euro per promuovere la valutazione del rischio di prossima generazione. Hanno unito le forze sotto il ASPIS cluster per scambiare dati e soluzioni con i regolatori dell’UE per abbandonare la tradizionale sperimentazione sugli animali.

Questa collaborazione rappresenta un passo fondamentale verso valutazioni della sicurezza chimica più sicure, più etiche e più accurate, segnando una pietra miliare significativa nel progresso scientifico e normativo. Man mano che questi metodi innovativi guadagnano terreno, promettono di trasformare i test sulla sicurezza chimica, proteggere la salute umana e preservare l’ambiente allineandosi ai valori sociali in evoluzione.

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending