Seguici sui social

Scienza

La Commissione europea lancia una piattaforma di pubblicazione ad accesso aperto per articoli scientifici

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

Oggi (24 marzo), la Commissione europea lancia il suo Aprire la ricerca in Europa piattaforma di pubblicazione di articoli scientifici. Il sito fornirà l'accesso gratuito a tutti: ricercatori, imprese e cittadini allo stesso modo. La piattaforma pubblicherà i risultati della ricerca finanziata da Orizzonte Europa, il programma di ricerca e innovazione dell'UE per il 2021-2027 e il suo predecessore, Orizzonte 2020.

Open Research Europe offre a tutti, ricercatori e cittadini, l'accesso gratuito alle ultime scoperte scientifiche. Affronta direttamente le principali difficoltà spesso associate alla pubblicazione di risultati scientifici, inclusi ritardi e barriere al riutilizzo dei risultati e costi elevati.

La risposta alla pandemia di coronavirus ha mostrato il potenziale della scienza aperta per aumentare la collaborazione, illustrando come l'accesso immediato a pubblicazioni e dati sia stato fondamentale per aiutare i ricercatori a trovare nuovi trattamenti, diagnosi e vaccini. 

Attualmente, il 91% di tutte le pubblicazioni e il 95% di tutte le pubblicazioni sottoposte a revisione paritaria finanziate da Horizon 2020 sono ad accesso aperto. Tuttavia, l'ambizione è che tutte le pubblicazioni accademiche derivanti dal finanziamento della ricerca della Commissione siano rese pubblicamente disponibili gratuitamente. In particolare, l'obiettivo di Orizzonte Europa è che le pubblicazioni siano apertamente accessibili dal momento in cui vengono pubblicate.

La scienza aperta garantisce che i sistemi di ricerca e innovazione finanziati con fondi pubblici siano resi più ampiamente disponibili, contribuendo alla condivisione dei risultati, promuovendo l'innovazione e migliorando l'accesso.  

Mariya Gabriel, Commissario per l'innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e la gioventù, ha dichiarato: “Dobbiamo accelerare la scoperta scientifica attraverso pratiche di ricerca più collaborative e aperte. Aiutando i ricercatori a pubblicare in accesso aperto, Open Research Europe rimuove le barriere ai flussi di conoscenza e coltiva il dibattito scientifico ".

La piattaforma sarà gestita da F1000, una società con sede a Londra.

pubblicità

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.

Trending