Seguici sui social

Economia

NextGenerationEU: pollici in su per altri quattro piani nazionali

Pubblicato

on

I ministri dell'Economia e delle finanze oggi (26 luglio) hanno accolto con favore la valutazione positiva dei piani nazionali di ripresa e resilienza per Croazia, Cipro, Lituania e Slovenia. Il Consiglio adotterà le sue decisioni di attuazione sull'approvazione di tali piani mediante procedura scritta.

Oltre alla decisione su 12 piani nazionali adottata all'inizio di luglio, questo porta il numero totale a 16. 

Il ministro delle finanze sloveno Andrej Šircelj ha dichiarato: "Il Recovery and Resilience Facility è il programma dell'UE di sostegno finanziario su larga scala in risposta alle sfide che la pandemia ha posto all'economia europea. I 672.5 miliardi di euro della struttura saranno utilizzati per sostenere le riforme e gli investimenti delineati nei piani di ripresa e resilienza degli Stati membri”.

pubblicità

Riforme e investimenti

I piani devono essere conformi alle raccomandazioni specifiche per paese del 2019 e 2020 e riflettere l'obiettivo generale dell'UE di creare un'economia più verde, più digitale e più competitiva.

Croazia i piani da attuare per raggiungere questi obiettivi includono il miglioramento della gestione dell'acqua e dei rifiuti, il passaggio alla mobilità sostenibile e il finanziamento delle infrastrutture digitali nelle aree rurali remote. 

pubblicità

Cyprus intende, tra l'altro, riformare il proprio mercato dell'elettricità e facilitare la diffusione delle energie rinnovabili, nonché migliorare la connettività e le soluzioni di e-government.

Lituania utilizzerà i fondi per aumentare le energie rinnovabili prodotte localmente, le misure di appalti pubblici verdi e l'ulteriore sviluppo dell'implementazione di reti ad altissima capacità.

Slovenia prevede di utilizzare una parte del sostegno assegnato dall'UE per investire in trasporti sostenibili, sbloccare il potenziale delle fonti di energia rinnovabile e digitalizzare ulteriormente il settore pubblico.

Polonia e Ungheria

Alla domanda sui ritardi nei programmi di Polonia e Ungheria, il vicepresidente esecutivo dell'economia dell'UE Valdis Dombrovskis ha affermato che la Commissione ha proposto un'estensione per l'Ungheria fino alla fine di settembre. Sulla Polonia, ha affermato che il governo polacco aveva già richiesto una proroga, ma che potrebbe essere necessaria un'ulteriore proroga. 

Agricoltura

Politica agricola comune: in che modo l'UE sostiene gli agricoltori?

Pubblicato

on

Dal sostegno agli agricoltori alla protezione dell'ambiente, la politica agricola dell'UE copre una serie di obiettivi diversi. Scopri come viene finanziata l'agricoltura dell'UE, la sua storia e il suo futuro, Società.

Che cos'è la politica agricola comune?

L'UE sostiene l'agricoltura attraverso Politica agricola comune (CAP). Istituito nel 1962, ha subito una serie di riforme per rendere l'agricoltura più equa per gli agricoltori e più sostenibile.

pubblicità

Ci sono circa 10 milioni di aziende agricole nell'UE e i settori agricolo e alimentare insieme forniscono quasi 40 milioni di posti di lavoro nell'UE.

Come viene finanziata la politica agricola comune?

La politica agricola comune è finanziata dal bilancio dell'UE. Sotto il Bilancio dell'UE per il 2021-2027, 386.6 miliardi di euro sono stati stanziati per l'agricoltura. È diviso in due parti:

pubblicità
  • 291.1 miliardi di euro per il Fondo europeo agricolo di garanzia, che fornisce sostegno al reddito per gli agricoltori.
  • 95.5 miliardi di euro per il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, che include finanziamenti per le aree rurali, azione per il clima e gestione delle risorse naturali.

Come si presenta oggi l'agricoltura dell'UE? 

Gli agricoltori e il settore agricolo sono stati colpiti da COVID-19 e l'UE ha introdotto misure specifiche a sostegno dell'industria e dei redditi. Le attuali regole su come dovrebbero essere spesi i fondi della PAC sono valide fino al 2023 a causa di ritardi nei negoziati sul bilancio. Ciò ha richiesto un accordo transitorio per proteggere i redditi degli agricoltori e garantire la sicurezza alimentare.

La riforma significherà una politica agricola comune più rispettosa dell'ambiente?

L'agricoltura dell'UE rappresenta circa 10% di emissioni di gas serra. La riforma dovrebbe portare a una politica agricola dell'UE più rispettosa dell'ambiente, più equa e trasparente, hanno affermato i deputati, dopo una accordo è stato raggiunto con il Consiglio. Il Parlamento vuole collegare la PAC all'accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, aumentando al contempo il sostegno ai giovani agricoltori e alle piccole e medie aziende agricole. Il Parlamento voterà l'accordo finale nel 2021 e entrerà in vigore nel 2023.

La politica agricola è legata alla Green Deal europeo della scuola e il Strategia Farm to Fork dalla Commissione Europea, che mira a proteggere l'ambiente e garantire un'alimentazione sana per tutti, garantendo al contempo il sostentamento degli agricoltori.

Altro sull'agricoltura

briefing 

Controlla i progressi legislativi 

Continua a leggere

Agricoltura

Proposta di aumento del divieto di agnello negli Stati Uniti, notizie di benvenuto per l'industria

Pubblicato

on

Il FUW ha incontrato l'USDA nel 2016 per discutere le opportunità di esportazione di agnelli. Da sinistra, lo specialista in agricoltura statunitense Steve Knight, il consigliere statunitense per gli affari agricoli Stan Phillips, il responsabile politico senior della FUW Dr Hazel Wright e il presidente della FUW Glyn Roberts

L'Unione degli agricoltori del Galles ha accolto con favore la notizia che il divieto di lunga data sull'importazione di agnello gallese negli Stati Uniti verrà presto revocato. L'annuncio è stato dato mercoledì 22 settembre dal primo ministro britannico Boris Johnson. 

Il FUW ha discusso a lungo della prospettiva di revocare il divieto ingiustificato con l'USDA in vari incontri nell'ultimo decennio. Hybu Cig Cymru - Meat Promotion Wales ha evidenziato che il mercato potenziale per l'agnello gallese IGP negli Stati Uniti è stimato a 20 milioni di sterline all'anno entro cinque anni dalla rimozione delle restrizioni all'esportazione.

pubblicità

Parlando dal suo allevamento di pecore del Carmarthenshire, il vicepresidente della FUW Ian Rickman, ha dichiarato: “Ora più che mai abbiamo bisogno di esplorare altri mercati di esportazione proteggendo allo stesso tempo i nostri mercati consolidati in Europa. Il mercato statunitense è quello con cui desideriamo sviluppare relazioni molto più forti e la notizia che questo divieto potrebbe presto essere revocato è una notizia molto gradita per la nostra industria ovina".

pubblicità
Continua a leggere

Economia

Il trasporto urbano sostenibile al centro della Settimana europea della mobilità

Pubblicato

on

Circa 3,000 città in tutta Europa partecipano a quest'anno Settimana europea della mobilità, iniziata ieri e che durerà fino a mercoledì 22 settembre. La campagna 2021 è stata lanciata sotto il tema "Sicurezza e salute con una mobilità sostenibile" e promuoverà l'uso del trasporto pubblico come un'opzione di mobilità sicura, efficiente, economica e a basse emissioni per tutti. Il 2021 è anche il 20° anniversario della giornata senza auto, da cui è nata la Settimana europea della mobilità.

“Un sistema di trasporto pulito, intelligente e resiliente è al centro delle nostre economie e centrale per la vita delle persone. Ecco perché, in occasione del 20° anniversario della Settimana europea della mobilità, sono orgoglioso delle 3,000 città in tutta Europa e oltre per aver mostrato come le opzioni di trasporto sicure e sostenibili aiutano le nostre comunità a rimanere connesse in questi tempi difficili", ha affermato il commissario per i trasporti Adina Vălean .

Per quest'anno storico, la Commissione europea ha creato un museo virtuale che mostra la storia della settimana, il suo impatto, le storie personali e come si collega alle più ampie priorità di sostenibilità dell'UE. Altrove, le attività in tutta Europa includono festival della bicicletta, mostre di veicoli elettrici e officine. L'evento di quest'anno coincide anche con un consultazione pubblica sulle idee della Commissione per un nuovo quadro di mobilità urbana, e Anno europeo delle ferrovie con i suoi Collegamento treno Europa Express.

pubblicità

Continua a leggere
pubblicità
pubblicità
pubblicità

Trending