Seguici sui social

Economia

L'UE rafforza la rete di sicurezza finanziaria con un accordo sulla riforma del meccanismo europeo di stabilità

Pubblicato

on

L'Eurogruppo ha approvato un meccanismo europeo di stabilità rivisto (MES), da firmare nel gennaio 2021. L'accordo dovrà essere ratificato e si spera che ciò possa essere fatto nel corso del 2021.

Dati i tempi turbolenti dell'economia, l'accordo è un segno che l'UE è disposta a fornire una rete di sicurezza finanziaria in caso di necessità. Il MES sarà in grado di offrire linee di credito qualora il sostegno comune al Fondo di risoluzione unico (SRF) si rivelasse insufficiente, diventando il "prestatore di ultima istanza" dell'UE.

L'UE si era impegnata a introdurre un sostegno comune entro la fine del 2023 nel 2018, ma questo è stato anticipato al 2022. Sebbene siano stati compiuti progressi nella riduzione del rischio, è chiaro che la pandemia rallenterà i progressi. 

I ministri hanno cercato di intraprendere un percorso attento al mantenimento della stabilità finanziaria, mirando a tutelare i contribuenti. I colloqui si sono bloccati a un certo punto sulle preoccupazioni dell'Italia che i prestiti ESM siano visti come antidemocratici dall'estrema destra e, cosa più importante, da alcune parti del Movimento Cinque Stelle, attualmente nel governo di coalizione. Ciò è dovuto alle rigorose politiche di aggiustamento strutturale che il MES può imporre, come si è visto in paesi come la Grecia nell'ultima crisi.

EU

I principali gruppi tecnologici uniscono le forze per supportare il lancio di Open Radio Access Network

Pubblicato

on

Deutsche Telekom AG, Orange SA, Telefónica SA e Vodafone Group Plc stanno unendo le forze per supportare il lancio di Open Radio Access Network (Open RAN) come tecnologia di scelta per le future reti mobili a vantaggio dei clienti consumer e aziendali in tutta Europa.

In un Memorandum of Understanding (MoU) i quattro operatori hanno espresso il loro impegno individuale per l'implementazione e la distribuzione di soluzioni Open RAN che sfruttano le nuove architetture virtualizzate aperte, software e hardware per costruire reti mobili più agili e flessibili nell'era del 5G.

I quattro operatori collaboreranno con i partner dell'ecosistema esistenti e nuovi, enti del settore come O-RAN ALLIANCE e Telecom Infra Project (TIP), nonché i responsabili politici europei, per garantire che Open RAN raggiunga rapidamente la parità competitiva con le soluzioni RAN tradizionali. Questa iniziativa rappresenta una tappa importante verso un ecosistema di fornitori diversificato e rinvigorito e la disponibilità di tecnologia Open RAN di livello carrier per una distribuzione commerciale tempestiva in Europa.

Enrique Blanco, Chief Technology & Information Officer (CTIO) di Telefónica, ha dichiarato: “Open RAN è la naturale evoluzione delle tecnologie di accesso radio e sarà fondamentale per le reti 5G. Telefónica ritiene che l'intero settore debba collaborare per renderlo una realtà. Sono entusiasta di collaborare con i principali operatori europei per promuovere lo sviluppo di una tecnologia aperta che contribuirà a migliorare la flessibilità, l'efficienza e la sicurezza delle nostre reti. Questa è una straordinaria opportunità per l'industria europea non solo per promuovere lo sviluppo del 5G, ma anche per partecipare al suo sviluppo tecnologico sostenibile ".

Michaël Trabbia, Chief Technology & Information Officer (CTIO) di Orange, ha dichiarato: "L'Open RAN è la prossima grande evoluzione della 5G RAN. Orange ritiene che sia una forte opportunità per gli attori europei esistenti ed emergenti di sviluppare prodotti e servizi basati su O-RAN , a partire dalle aree interne e rurali. Questa evoluzione dovrebbe essere supportata da un ampio ecosistema europeo (accademici e ricerca, sviluppatori di software e hardware, integratori, finanziamenti pubblici per la R&S) in quanto è un'occasione unica per rafforzare la competitività e la leadership europea nel mercato globale."

“Open RAN riguarda l'innovazione della rete, la flessibilità e l'implementazione più rapida. Deutsche Telekom è impegnata nella sua promozione, sviluppo e adozione per garantire la migliore esperienza di rete per i nostri clienti. Per cogliere questa opportunità, è fondamentale che uniamo le forze con i nostri principali partner europei per promuovere un ecosistema 4G / 5G diversificato, competitivo e sicuro basato su soluzioni RAN aperte ", ha affermato Claudia Nemat, Chief Technology Officer di Deutsche Telekom. “Attraverso i nostri laboratori aperti e le attività della comunità, agevoliamo i piccoli attori a entrare nel mercato con le loro soluzioni. Per costruire su questo lavoro fondamentale, sollecitiamo il sostegno del governo e il finanziamento di attività comunitarie che rafforzeranno l'ecosistema europeo e la leadership nel 5G.

Johan Wibergh, Chief Technology Officer di Vodafone Group, ha dichiarato: "Open RAN ha il potere di stimolare l'innovazione tecnologica europea utilizzando l'esperienza delle aziende che la sviluppano e dei governi che la supportano. Aprire il mercato a nuovi fornitori, con la nostra ambizione e il sostegno del governo , significherà un'implementazione più rapida del 5G, efficienze di rete a risparmio di costi e servizi di livello mondiale. Rimaniamo impegnati a implementare il nostro programma Open RAN in tutta Europa e lo stiamo portando ancora oltre. Miriamo ad aprire laboratori di ricerca e sviluppo per nuovi, più piccoli fornitori di sviluppare i loro prodotti. Ma per fare questo abbiamo bisogno di un ambiente di investimento favorevole e sostegno politico, e invitiamo i governi europei a unirsi a noi nella creazione dell'ecosistema Open RAN ".

Si prevede che lo sviluppo e l'implementazione di Open RAN avrà un impatto positivo sul mercato europeo delle telecomunicazioni. Nella RAN tradizionale, le reti vengono distribuite utilizzando siti cellulari completamente integrati, dove le radio, l'hardware e il software sono forniti da un unico fornitore come soluzione proprietaria chiusa. Gli operatori di telefonia mobile stanno oggi rivalutando il modo in cui le loro reti sono distribuite.

Con Open RAN l'industria sta lavorando verso standard e specifiche tecniche che definiscono interfacce aperte all'interno del sistema radio, inclusi hardware e software, in modo che le reti possano essere distribuite e gestite sulla base di componenti combinati di diversi fornitori. Gli operatori potranno attingere alla rinvigorita innovazione dei fornitori per favorire l'efficienza dei costi e fornire in modo più flessibile servizi personalizzati in risposta all'evoluzione delle richieste dei clienti.

L'introduzione di Open RAN, virtualizzazione e automazione consentirà un cambiamento fondamentale nel modo in cui gli operatori gestiscono le reti e forniscono servizi. Gli operatori saranno in grado di aggiungere o spostare più rapidamente la capacità per gli utenti finali, risolvere automaticamente gli incidenti di rete o fornire servizi di livello aziendale su richiesta per l'industria 4.0.

I quattro operatori ritengono che la Commissione Europea ei governi nazionali abbiano un ruolo importante da svolgere per promuovere e sviluppare l'ecosistema Open RAN finanziando le prime implementazioni, ricerca e sviluppo, laboratori di prova aperti e incentivando la diversità della catena di fornitura abbassando le barriere all'ingresso per piccoli fornitori e startup che possono avvalersi di questi laboratori per convalidare soluzioni aperte e interoperabili.

Continua a leggere

EU

Von der Leyen loda il messaggio di guarigione di Joe Biden

Pubblicato

on

This morning (20 January), European Commission President Ursula von der Leyen gave a speech at the European Parliament plenary debate on the inauguration of the new president of the United States and the current political situation. Nelle sue osservazioni, ha elogiato il giuramento di Joe Biden come un "messaggio di guarigione per una nazione profondamente divisa", ma anche come un "messaggio di speranza per un mondo che aspetta che gli Stati Uniti tornino nella cerchia di stati che la pensano allo stesso modo ".

President von der Leyen made clear that EU-U.S. leadership is needed to address the many global challenges which need renewed and improved global cooperation. The President said: “And I am delighted that on day one – as they announced – of the new American administration, the United States will rejoin the Paris Agreement. This will be a very strong starting point for our renewed co-operation.”

L'UE attende con impazienza di vedere gli Stati Uniti partecipare allo sforzo comune per combattere la pandemia e garantire vaccini per i paesi a basso e medio reddito.

Lotta all'odio e alla disinformazione

Ricordando le immagini scioccanti dell'assalto a Capitol Hill, il presidente von der Leyen ha avvertito che alcune persone in Europa potrebbero nutrire sentimenti simili e ha chiamato all'azione per impedire la diffusione di messaggi di odio e disinformazione: "Dovremmo prendere queste immagini dagli Stati Uniti come un avvertimento che fa riflettere. Nonostante la nostra profonda fiducia nella nostra democrazia europea, non siamo immuni da eventi simili. Anche in Europa ci sono persone che si sentono svantaggiate, che sono molto arrabbiate. Dobbiamo cercare di affrontare le preoccupazioni e i problemi di ognuno dei nostri cittadini, come la paura - del tutto giustificata - di essere lasciati indietro economicamente nella pandemia. Dobbiamo imporre limiti democratici al potere politico libero e incontrollato dei giganti di Internet ".
Digital co-operation

Il presidente ha parlato anche della cooperazione nel campo della tecnologia. In particolare, ha fatto riferimento alla legge sui servizi digitali e alla legge sul mercato digitale, presentate di recente, che garantiranno che il potere delle principali piattaforme sul dibattito pubblico sia soggetto a principi chiari, trasparenza e responsabilità; che i diritti fondamentali degli utenti siano protetti; e fornire condizioni di parità per le imprese digitali innovative. Parlando questa mattina all'emiciclo a Bruxelles, Ursula von der Leyen ha esteso un'offerta alla nuova amministrazione statunitense per definire un approccio globale comune: "Insieme potremmo creare un regolamento sull'economia digitale valido in tutto il mondo: dalla protezione dei dati e la privacy alla sicurezza di infrastrutture critiche. Un corpo di regole basato sui nostri valori: diritti umani e pluralismo, inclusione e tutela della privacy ".

Continua a leggere

EU

I cittadini del Regno Unito e dell'UE-27 nel Regno Unito continueranno a far parte dei programmi di comunicazione del Parlamento europeo 

Pubblicato

on

Il Parlamento europeo riafferma la sua volontà di continuare a impegnarsi con le giovani generazioni di cittadini britannici e cittadini dell'UE a 27 residenti nel Regno Unito. A seguito della sua decisione nel febbraio 2019 di mantenere la presenza del Parlamento europeo nel Regno Unito, in particolare attraverso il suo ufficio di Londra, l'Ufficio di presidenza del Parlamento (Presidente Sassoli e Vicepresidenti) ha convenuto ieri sera di adattare i suoi programmi di comunicazione per garantire che i cittadini britannici, in in particolare le giovani generazioni ei milioni di cittadini dell'UE27 residenti nel paese possono ancora partecipare.

Gruppi di moltiplicatori di opinione, gruppi giovanili e organizzazioni potranno partecipare a dibattiti ed eventi offerti dal Parlamento europeo come l'Evento europeo della gioventù, che riunisce migliaia di giovani europei ogni due anni a Strasburgo e online (8,000 giovani hanno partecipato al 2018 evento). Anche le scuole del Regno Unito potranno partecipare Euroscola, un'esperienza immersiva che si svolge presso l'Aula del Parlamento Europeo a Strasburgo, permettendo agli studenti delle scuole secondarie di conoscere l'integrazione europea vivendola in prima persona. Le scuole britanniche possono anche partecipare al programma Ambassador Schools del Parlamento europeo.

Maggiori informazioni 

Continua a leggere
pubblicità

Twitter

Facebook

Trending