Seguici sui social

Bancario

COVID-19 rivela le carenze di un sistema commerciale basato su carta

Pubblicato

on

Secondo un recente rapporto della Camera di commercio internazionale, poiché COVID-19 rivela le carenze di un sistema commerciale basato su carta, le istituzioni finanziarie (FI) stanno trovando modi per mantenere la circolazione degli scambi. Afferma che il problema da affrontare oggi è radicato nella vulnerabilità più persistente del commercio: la carta. La carta è il tallone d'Achille del settore finanziario. L'interruzione sarebbe sempre avvenuta, l'unica domanda era, quando, scrive Colin Stevens.

I dati preliminari dell'ICC mostrano che le istituzioni finanziarie si sentono già colpite. Oltre il 60% degli intervistati al recente supplemento COVID-19 all'indagine sul commercio prevede che i propri flussi commerciali diminuiranno di almeno il 20% nel 2020.

La pandemia introduce o esacerba le sfide al processo di finanziamento del commercio. Per aiutare a combattere gli aspetti pratici della finanza commerciale in un ambiente COVID-19, molte banche hanno indicato che stavano adottando le proprie misure per allentare le regole interne sulla documentazione originale. Tuttavia, solo il 29% degli intervistati riferisce che i propri regolatori locali hanno fornito supporto per facilitare il commercio in corso.

È un momento critico per gli aggiornamenti delle infrastrutture e per una maggiore trasparenza e, sebbene la pandemia abbia causato molti effetti negativi, un potenziale impatto positivo è che ha chiarito al settore che è necessario apportare modifiche per ottimizzare i processi e migliorare il funzionamento del commercio internazionale, finanza commerciale e circolazione del denaro.

Ali Amirliravi, CEO di LGR Global e fondatore di Moneta della via della seta, ha spiegato come la sua azienda abbia trovato soluzioni a questi problemi.

“Penso che si tratti di integrare le nuove tecnologie in modo intelligente. Prendiamo ad esempio la mia azienda, LGR Global, quando si tratta di movimento di denaro, ci concentriamo su 3 cose: velocità, costi e trasparenza. Per affrontare questi problemi, stiamo guidando con la tecnologia e utilizzando cose come blockchain, valute digitali e digitalizzazione generale per ottimizzare le metodologie esistenti.

Ali Amirliravi, CEO di LGR Global e fondatore di Silk Road Coin,

Ali Amirliravi, CEO di LGR Global e fondatore di Silk Road Coin

"È abbastanza chiaro l'impatto che le nuove tecnologie possono avere su cose come la velocità e la trasparenza, ma quando dico che è importante integrare le tecnologie in modo intelligente, è importante perché devi sempre tenere a mente il tuo cliente - l'ultima cosa che vorremmo vuole fare è introdurre un sistema che effettivamente confonda i nostri utenti e renda il loro lavoro più complicato. Quindi, da un lato, la soluzione a questi problemi si trova nelle nuove tecnologie, ma dall'altro si tratta di creare un'esperienza utente che è semplice da usare e con cui interagire e si integra perfettamente nei sistemi esistenti, quindi è un po 'un atto di bilanciamento tra tecnologia ed esperienza utente, ecco dove verrà creata la soluzione.

"Quando si tratta del tema più ampio della finanza della catena di approvvigionamento, ciò che vediamo è la necessità di una migliore digitalizzazione e automazione dei processi e dei meccanismi che esistono durante il ciclo di vita del prodotto. Nel settore del trading multi-commodity, ci sono così tante diverse parti interessate , intermediari, banche, ecc. e ognuno di loro ha il proprio modo di farlo: c'è una mancanza generale di standardizzazione, in particolare nell'area della Via della Seta. La mancanza di standardizzazione porta a confusione nei requisiti di conformità, nei documenti commerciali, nelle lettere di credito, ecc., e questo significa ritardi e aumento dei costi per tutte le parti. Inoltre, abbiamo l'enorme problema delle frodi, che devi aspettarti quando hai a che fare con una tale disparità nella qualità dei processi e dei rapporti. La soluzione qui è ancora una volta utilizzare la tecnologia e digitalizzare e automatizzare il maggior numero possibile di questi processi: l'obiettivo dovrebbe essere quello di eliminare l'errore umano dall'equazione.

"Ed ecco la cosa davvero entusiasmante di portare digitalizzazione e standardizzazione nella finanza della supply chain: non solo questo renderà l'attività molto più semplice per le aziende stesse, ma questa maggiore trasparenza e ottimizzazione renderà le aziende molto più attraenti all'esterno. investitori. È una soluzione vantaggiosa per tutti coloro che sono coinvolti qui. "

In che modo Amirliravi crede che questi nuovi sistemi possano essere integrati nell'infrastruttura esistente?

“Questa è davvero una domanda chiave ed è qualcosa su cui abbiamo lavorato molto in LGR Global. Ci siamo resi conto che puoi avere un'ottima soluzione tecnologica, ma se crea complessità o confusione per i tuoi clienti, finirai per causare più problemi di quanti ne risolvi.

Nel settore della finanza commerciale e del movimento di denaro, ciò significa che le nuove soluzioni devono essere in grado di collegarsi direttamente ai sistemi dei clienti esistenti, utilizzando le API tutto questo è possibile. Si tratta di colmare il divario tra finanza tradizionale e fintech e assicurarsi che i vantaggi della digitalizzazione siano forniti con un'esperienza utente senza interruzioni.

L'ecosistema della finanza commerciale ha una serie di parti interessate diverse, ciascuna con i propri sistemi in atto. Ciò di cui vediamo veramente la necessità è una soluzione end-to-end che apporti trasparenza e velocità a questi processi, ma possa comunque interagire con i sistemi legacy e bancari su cui fa affidamento il settore. In quel momento inizierai a vedere i veri cambiamenti che vengono apportati.

Dove sono gli hotspot globali per il cambiamento e le opportunità? Ali Amirliravi afferma che la sua azienda, LGR Global, si sta concentrando sull'Area della Via della Seta - tra Europa, Asia centrale e Cina - per alcuni motivi principali:

"Primo, è un'area di crescita incredibile. Se guardiamo alla Cina, ad esempio, ha mantenuto una crescita del PIL di oltre il 6% negli ultimi anni e le economie dell'Asia centrale registrano numeri simili, se non superiori. Questo tipo di crescita significa aumento del commercio, aumento della proprietà straniera e sviluppo sussidiario. È un'area in cui puoi davvero vedere l'opportunità di portare molta automazione e standardizzazione ai processi all'interno delle catene di approvvigionamento. Ci sono molti soldi che vengono spostati e nuove partnership commerciali vengono fatte tutto il tempo, ma ci sono anche molti punti deboli nel settore.

La seconda ragione ha a che fare con la realtà delle fluttuazioni valutarie nell'area. Quando diciamo paesi dell'Area della Via della Seta, stiamo parlando di 68 paesi, ciascuno con le proprie valute e le fluttuazioni di valore individualizzate che ne derivano. Il commercio transfrontaliero in quest'area significa che le aziende e le parti interessate che partecipano al settore finanziario devono affrontare tutti i tipi di problemi quando si tratta di cambio di valuta.

Ed è qui che i ritardi bancari che si verificano nel sistema tradizionale hanno davvero un impatto negativo sul fare affari nell'area: poiché alcune di queste valute sono molto volatili, può accadere che nel momento in cui una transazione sia finalmente azzerata, il il valore effettivo che viene trasferito finisce per essere significativamente diverso da quello che avrebbe potuto essere concordato inizialmente. Ciò causa tutti i tipi di mal di testa quando si tratta di tenere conto di tutte le parti, ed è un problema che ho affrontato direttamente durante il mio periodo nel settore ".

Amirliravi crede che quello che stiamo vedendo in questo momento sia un settore pronto per il cambiamento. Nonostante la pandemia, le aziende e le economie stanno crescendo e ora c'è più di una spinta verso soluzioni digitali automatizzate che mai. Il volume delle transazioni transfrontaliere è cresciuto costantemente del 6% ormai da anni e solo il settore dei pagamenti internazionali vale 200 miliardi di dollari.

Numeri come questo mostrano il potenziale impatto che l'ottimizzazione in questo spazio potrebbe avere.

Argomenti come costi, trasparenza, velocità, flessibilità e digitalizzazione sono di tendenza nel settore in questo momento e, poiché gli accordi e le catene di approvvigionamento continuano a diventare sempre più preziosi e complessi, aumenteranno anche le richieste di infrastrutture. Non è davvero una questione di "se", è una questione di "quando" - il settore è a un bivio in questo momento: è chiaro che le nuove tecnologie snelliranno e ottimizzeranno i processi, ma le parti stanno aspettando una soluzione sicura e affidabile abbastanza per gestire transazioni frequenti e ad alto volume e abbastanza flessibile da adattarsi alle complesse strutture di accordi che esistono all'interno della finanza commerciale. "

Amirliravi ei suoi colleghi di LGR Global vedono un futuro entusiasmante per il movimento monetario b2b e per l'industria della finanza commerciale.

"Penso che qualcosa che continueremo a vedere è l'impatto delle tecnologie emergenti sul settore", ha detto. "Cose come l'infrastruttura blockchain e le valute digitali verranno utilizzate per portare maggiore trasparenza e velocità alle transazioni. Sono in fase di creazione anche valute digitali della banca centrale emesse dal governo, e questo avrà anche un impatto interessante sui movimenti di denaro transfrontalieri.

"Stiamo esaminando il modo in cui i contratti intelligenti digitali possono essere utilizzati nella finanza commerciale per creare nuove lettere di credito automatizzate, e questo diventa davvero interessante una volta incorporata la tecnologia IoT. Il nostro sistema è in grado di attivare transazioni e pagamenti automaticamente in base alle entrate in entrata. flussi di dati. Ciò significa, ad esempio, che potremmo creare un contratto intelligente per una lettera di credito che rilascia automaticamente il pagamento una volta che un container o una nave raggiunge una determinata posizione. Oppure, un esempio più semplice, i pagamenti potrebbero essere attivati ​​una volta che un la serie di documenti di conformità viene verificata e caricata nel sistema.L'automazione è una tendenza enorme: vedremo sempre più interruzioni dei processi tradizionali.

"I dati continueranno a svolgere un ruolo enorme nel plasmare il futuro della finanza della supply chain. Nel sistema attuale, molti dati sono isolati e la mancanza di standardizzazione interferisce davvero con le opportunità generali di raccolta dei dati. Tuttavia, una volta che questo problema è risolto, una piattaforma di finanza commerciale digitale end-to-end sarebbe in grado di generare set di big data che potrebbero essere utilizzati per creare tutti i tipi di modelli teorici e approfondimenti del settore. Naturalmente, la qualità e la sensibilità di questi dati significa che la gestione dei dati e la sicurezza sarà incredibilmente importante per l'industria di domani.

"Per me, il futuro per il settore del movimento monetario e della finanza commerciale è luminoso. Stiamo entrando nella nuova era digitale e questo significherà tutti i tipi di nuove opportunità di business, in particolare per le aziende che adottano le tecnologie di prossima generazione".

Bancario

La corsa al rialzo della criptovaluta non riguarda solo Bitcoin

Pubblicato

on

È stato un anno selvaggio e imprevedibile in tanti modi. Le valute crittografiche sono esplose con l'inondazione di investitori istituzionali. Bitcoin ha raggiunto un nuovo massimo storico a dicembre. L'investimento istituzionale in bitcoin è stata la notizia principale del 2020. Aziende sia grandi che piccole hanno trasferito enormi percentuali delle loro riserve di liquidità in bitcoin, compresi MicroStrategy, Mass Mutual e Square. E se gli annunci recenti sono qualcosa su cui basarsi, sono solo all'inizio, scrive Colin Stevens.

Tuttavia, per quanto sia stato eccitante vederli riversarsi nello spazio nell'ultimo anno, i numeri sono ancora relativamente bassi. Nel 2021, il successo o meno delle loro decisioni diventerà chiaro. Ciò potrebbe motivare un'intera nuova ondata di investitori istituzionali a seguire il loro esempio. L'investimento di 425 milioni di dollari di MicroStrategy in bitcoin, ad esempio, è già più che raddoppiato in valore (al 18 dicembre 2020). Questi sono numeri che interesseranno qualsiasi azienda o investitore.

Inoltre, le criptovalute e le piattaforme di investimento come Luno stanno già rendendo ancora più facile il coinvolgimento delle istituzioni. La recente notizia che gli indici S&P Dow Jones - una joint venture tra S&P Global, CME Group e News Corp - debutteranno gli indici di criptovaluta nel 2021, ad esempio, dovrebbero mettere le criptovalute di fronte a un numero ancora maggiore di investitori su base giornaliera.

La prossima grande novità per le criptovalute saranno i fondi sovrani e i governi. Saranno pronti a fare un investimento pubblico in cripto il prossimo anno?

In realtà tecnicamente è già successo, anche se non direttamente. Il fondo pensione del governo norvegese, noto anche come Oil Fund, ora possiede quasi 600 Bitcoin (BTC) indirettamente attraverso la sua partecipazione dell'1.51% in MicroStrategy.

Un investimento aperto e pubblico da parte di un'entità del genere sarebbe una dimostrazione di fiducia che potrebbe innescare una frenesia dell'attività governativa. Se gli investimenti istituzionali portassero la rispettabilità tradizionale a Bitcoin e ad altre criptovalute, immagina cosa farebbe il sostegno di un fondo sovrano o di un governo?

La recente corsa al rialzo ha sicuramente fatto parlare di sé, ma confronta l'attenzione dei media nel 2017 con questa volta. È stato limitato, per non dire altro

Uno dei motivi è che questa corsa al rialzo è stata guidata principalmente da investitori istituzionali. Ciò ha spesso significato che le notizie crittografiche arrivassero sulle pagine aziendali meno note. L'attenzione dei media mainstream è stata comprensibilmente anche altrove: le pandemie e le controverse elezioni presidenziali hanno la tendenza a dominare il ciclo delle notizie.

Ma ci sono segni che questo stia cambiando. Il nuovo massimo storico di dicembre ha portato con sé una quantità significativa di copertura positiva attraverso le principali pubblicazioni, tra cui The New York Times, The Daily Telegraph e The Independent.

Se il prezzo del bitcoin continua a salire, come molti sospettano, ciò potrebbe guidare un'altra ondata di titoli e cementare ancora una volta la criptovaluta saldamente sulle prime pagine. Ciò riporta la criptovaluta saldamente di nuovo nella coscienza pubblica, accendendo potenzialmente un fuoco sotto la domanda dei consumatori.

Ci sono una serie di ragioni per cui questo potrebbe essere, ma la principale tra queste è che questa corsa al rialzo è stata guidata fondamentalmente dalla domanda istituzionale piuttosto che dalla vendita al dettaglio.

Un aumento dell'attenzione dei media cambierebbe sicuramente questo, ma forse ancora più importante è che ora è più facile che mai acquistare valuta criptata, con il successo di Luno e Coinbase, che supportano i clienti in tutto il mondo, ma anche PayPal e Square lo sono vedendo un enorme successo negli Stati Uniti. Attualmente stanno acquistando l'equivalente del 100% del bitcoin appena coniato solo per coprire la domanda che ricevono dai clienti statunitensi.

C'è un altro elemento. Quest'ultima corsa al rialzo per l'ecosistema crittografico nel suo complesso sta dimostrando che c'è un appetito per i token che fanno molto di più che fungere da riserva di valore (cioè bitcoin) e ora i token con casi d'uso più specifici e sofisticati stanno diventando più popolari .

I token di criptovaluta sono risorse digitali fungibili che possono essere utilizzate come mezzi di scambio (scambiati) all'interno dell'ecosistema del progetto blockchain emittente. Sono meglio descritti dal modo in cui servono l'utente finale. Pensa ai token come agli alimenti che nutrono gli ecosistemi basati su blockchain.

I token crittografici, che sono anche chiamati asset crittografici, sono tipi speciali di token di valuta virtuale che risiedono sulle proprie blockchain e rappresentano una risorsa o un'utilità. Molto spesso, vengono utilizzati per raccogliere fondi per le vendite di massa, ma possono anche essere usati come sostituti per altre cose.

Sul token crittografico che ha ottenuto una copertura significativa delle notizie è il Moneta della via della seta. Un token crittografico digitale emesso da LGR Global .

Silk Road Coin è un gettone speciale, progettato per l'applicazione nel settore del commercio di materie prime globale. Secondo il fondatore e CEO di LGR Global, Ali Amirliravi, “ci sono molti punti deboli nel business del trading di materie prime, inclusi i ritardi nei trasferimenti di fondi e negli accordi. Le questioni di trasparenza e le fluttuazioni valutarie lavorano per minare ulteriormente l'efficienza e la velocità delle transazioni di scambio di materie prime. Basandoci sulla nostra vasta conoscenza del settore, abbiamo creato Silk Road Coin per affrontare questi problemi e ottimizzare in modo completo i settori del commercio di materie prime e della finanza commerciale ".

Il fondatore e CEO di LGR Global, Ali Amirliravi

Il fondatore e CEO di LGR Global, Ali Amirliravi

Per iniziare, LGR Global si concentra sull'ottimizzazione del movimento di denaro transfrontaliero e si espanderà poi alla digitalizzazione della finanza commerciale end-to-end utilizzando tecnologie emergenti come Blockchain, Smart Contracts, AI e Big Data Analytics. "La piattaforma LGR è stata lanciata nell'area della Via della Seta (Europa-Asia Centrale-Cina)", spiega Amirliravi, "un'area che rappresenta il 60% della popolazione mondiale, il 33% del PIL mondiale e registra tassi incredibilmente alti e costanti di crescita economica (+ 6% annuo). "

La piattaforma LGR Global mira a completare in modo sicuro e con successo i trasferimenti di denaro il più rapidamente possibile. Lo ottiene rimuovendo gli intermediari e trasferendo il denaro direttamente dal mittente al destinatario. Silk Road Coin si inserisce nell'ecosistema LGR come meccanismo esclusivo per i pagamenti delle commissioni sostenuti da commercianti e produttori che utilizzano la piattaforma LGR per condurre operazioni di movimento di denaro transfrontaliere di grandi dimensioni e complesse e operazioni di finanza commerciale.

Alla domanda su come sarà il 2021 per LGR Global e Silk Road Coin, Amirliravi ha dichiarato: “Siamo incredibilmente ottimisti per il nuovo anno; Il feedback del settore e degli investitori per l'SRC e la piattaforma di finanza commerciale digitale è stato straordinariamente positivo. Sappiamo di poter fare una grande differenza nel settore del commercio di materie prime digitalizzando e ottimizzando i processi e siamo entusiasti di presentare progetti pilota di successo a partire dal primo e secondo trimestre del 1 ".

I token specifici del settore e le piattaforme blockchain hanno raccolto un notevole interesse da parte degli investitori istituzionali: è chiaro che c'è un appetito per soluzioni lungimiranti che risolvono problemi concreti.

Continua a leggere

Bancario

McGuinness presenta la strategia per affrontare i prestiti in sofferenza

Pubblicato

on

La Commissione europea ha presentato oggi (16 dicembre) una strategia per prevenire un futuro accumulo di prestiti in sofferenza (NPL) in tutta l'Unione europea, a seguito della crisi del coronavirus. La strategia mira a garantire che le famiglie e le imprese dell'UE continuino ad avere accesso ai finanziamenti di cui hanno bisogno durante la crisi. Le banche hanno un ruolo cruciale da svolgere nel mitigare gli effetti della crisi del coronavirus, mantenendo il finanziamento dell'economia. Questo è fondamentale per sostenere la ripresa economica dell'UE. Dato l'impatto che il coronavirus ha avuto sull'economia dell'UE, il volume degli NPL dovrebbe aumentare in tutta l'UE, sebbene i tempi e l'entità di questo aumento siano ancora incerti.

A seconda della rapidità con cui l'economia dell'UE si riprende dalla crisi del coronavirus, la qualità delle attività delle banche e, a sua volta, la loro capacità di prestito potrebbe deteriorarsi. Il vicepresidente esecutivo di Un'economia che lavora per le persone Valdis Dombrovskis ha dichiarato: “La storia ci mostra che è meglio affrontare i prestiti in sofferenza in modo tempestivo e deciso, soprattutto se vogliamo che le banche continuino a sostenere le imprese e le famiglie. Stiamo intraprendendo un'azione preventiva e coordinata ora. La strategia odierna contribuirà a una ripresa rapida e sostenibile dell'Europa aiutando le banche a scaricare questi prestiti dai loro bilanci e mantenere il flusso di credito ".

Mairead McGuinness, il commissario responsabile per i servizi finanziari, la stabilità finanziaria e l'Unione dei mercati dei capitali, ha dichiarato: “Molte aziende e famiglie sono state sottoposte a forti pressioni finanziarie a causa della pandemia. Garantire che i cittadini e le imprese europee continuino a ricevere sostegno dalle loro banche è una priorità assoluta per la Commissione. Oggi proponiamo una serie di misure che, pur garantendo la protezione del mutuatario, possono aiutare a prevenire un aumento dei crediti deteriorati simile a quello dopo l'ultima crisi finanziaria ".

Al fine di fornire agli Stati membri e al settore finanziario gli strumenti necessari per affrontare tempestivamente l'aumento dei crediti deteriorati nel settore bancario dell'UE, la Commissione propone una serie di azioni con quattro obiettivi principali:

1. Sviluppare ulteriormente i mercati secondari per le attività in difficoltà: ciò consentirà alle banche di rimuovere i crediti deteriorati dai propri bilanci, garantendo al contempo una protezione ulteriormente rafforzata per i debitori. Un passo fondamentale in questo processo sarebbe l'adozione della proposta della Commissione sui gestori di crediti e gli acquirenti di crediti, attualmente in discussione al Parlamento europeo e al Consiglio. Queste regole rafforzerebbero la protezione del debitore sui mercati secondari. La Commissione ritiene utile la creazione di un hub di dati elettronici centrale a livello dell'UE al fine di rafforzare la trasparenza del mercato. Un tale hub fungerebbe da archivio di dati a sostegno del mercato degli NPL al fine di consentire un migliore scambio di informazioni tra tutti gli attori coinvolti (venditori di crediti, acquirenti di crediti, gestori di crediti, società di gestione patrimoniale (AMC) e piattaforme private di NPL) in modo che gli NPL sono trattati in modo efficace. Sulla base di una consultazione pubblica, la Commissione esaminerà diverse alternative per creare un hub di dati a livello europeo e determinare il modo migliore per procedere. Una delle opzioni potrebbe essere quella di creare il data hub estendendo il mandato dell'attuale European DataWarehouse (ED).

2. Riformare la legislazione dell'UE sull'insolvenza delle imprese e sul recupero dei crediti: ciò contribuirà a far convergere i vari quadri in materia di insolvenza in tutta l'UE, mantenendo standard elevati di protezione dei consumatori. Procedure di insolvenza più convergenti aumenterebbero la certezza del diritto e accelererebbero il recupero del valore a vantaggio sia del creditore che del debitore. La Commissione esorta il Parlamento e il Consiglio a raggiungere rapidamente un accordo sulla proposta legislativa per le norme minime di armonizzazione sull'esecuzione extragiudiziale accelerata delle garanzie, che la Commissione ha proposto nel 2018.

3. Sostenere la creazione e la cooperazione delle società di gestione patrimoniale nazionali (AMC) a livello dell'UE: le società di gestione patrimoniale sono veicoli che forniscono sollievo alle banche che stanno lottando consentendo loro di rimuovere i crediti deteriorati dai loro bilanci. Ciò aiuta le banche a concentrarsi nuovamente sui prestiti alle imprese e alle famiglie redditizie invece di gestire gli NPL. La Commissione è pronta a sostenere gli Stati membri nella creazione di AMC nazionali - se lo desiderano - ed esplorerà come promuovere la cooperazione istituendo una rete UE di AMC nazionali. Sebbene le AMC nazionali siano preziose perché beneficiano di competenze nazionali, una rete UE di AMC nazionali potrebbe consentire alle entità nazionali di scambiare le migliori pratiche, applicare i dati e gli standard di trasparenza e coordinare meglio le azioni. La rete di AMC potrebbe inoltre utilizzare il data hub per coordinarsi e cooperare tra loro al fine di condividere informazioni su investitori, debitori e servicer. L'accesso alle informazioni sui mercati dei crediti deteriorati richiederà il rispetto di tutte le norme pertinenti sulla protezione dei dati relative ai debitori.

4. Misure precauzionali: sebbene il settore bancario dell'UE sia nel complesso in una posizione molto più solida rispetto a dopo la crisi finanziaria, gli Stati membri continuano ad avere risposte di politica economica variabili. Date le circostanze speciali dell'attuale crisi sanitaria, le autorità hanno la possibilità di attuare misure precauzionali di sostegno pubblico, ove necessario, per garantire il finanziamento continuo dell'economia reale ai sensi della direttiva UE sul risanamento e della risoluzione delle banche e dei quadri sugli aiuti di Stato Contesto La strategia della Commissione sugli NPL proposto oggi si basa su una serie coerente di misure precedentemente implementate.

Nel luglio 2017, i ministri delle finanze dell'ECOFIN hanno concordato un primo piano d'azione per affrontare gli NPL. In linea con il piano d'azione ECOFIN, la Commissione ha annunciato nella sua comunicazione sul completamento dell'Unione bancaria dell'ottobre 2017 un pacchetto completo di misure per ridurre il livello degli NPL nell'UE. Nel marzo 2018 la Commissione ha presentato il suo pacchetto di misure per far fronte agli elevati tassi di crediti deteriorati. Le misure proposte includevano il sostegno per gli NPL, che richiedeva alle banche di stabilire livelli minimi di copertura delle perdite per i prestiti di nuova creazione, una proposta di direttiva sui gestori di crediti, gli acquirenti di crediti e per il recupero delle garanzie e il piano per la costituzione di attività nazionali società di gestione.

Per mitigare l'impatto della crisi del coronavirus, il pacchetto bancario della Commissione dall'aprile 2020 ha implementato modifiche mirate di "soluzione rapida" alle regole prudenziali bancarie dell'UE. Inoltre, il pacchetto sulla ripresa dei mercati dei capitali, adottato nel luglio 2020, ha proposto modifiche mirate alle regole del mercato dei capitali per incoraggiare maggiori investimenti nell'economia, consentire una rapida ricapitalizzazione delle società e aumentare la capacità delle banche di finanziare la ripresa. Lo strumento per il recupero e la resilienza (RRF) fornirà anche un sostegno sostanziale alle riforme volte a migliorare i quadri giudiziari e amministrativi in ​​materia di insolvenza e sostenere un'efficace risoluzione dei crediti deteriorati.

Continua a leggere

Bancario

Come funzionano le soluzioni di finanza commerciale digitale per affrontare le preoccupazioni di COVID-19

Pubblicato

on

Con la diffusione di COVID-19 in tutto il mondo, i servizi di corriere e il movimento dei documenti cartacei hanno subito un rallentamento. Una recente revisione della sopravvivenza dei coronavirus umani sulle superfici ha rilevato un'ampia variabilità, che va da due ore a nove giorni, scrive Colin Stevens.

Il tempo di sopravvivenza dipende da una serie di fattori, tra cui il tipo di superficie, la temperatura, l'umidità relativa e il ceppo specifico del virus.

Con le rotte marittime e i porti interrotti, più paesi che entrano in blocchi e la pressione crescente su esportatori, reti logistiche e banche, c'è un forte incentivo per le aziende che commerciano a livello internazionale a digitalizzare i propri documenti.

L'attività di trading multi-commodity è molto complessa: ci sono un certo numero di parti interessate, intermediari e banche che operano insieme per concludere accordi. Questi accordi hanno un valore enorme e avvengono molto frequentemente: si tratta di affari ad alto volume.

In un tipico commercio internazionale fino a 36 documenti emessi da parti diverse di paesi diversi vengono prima inviati a un produttore o società commerciale, ulteriormente trattati e quindi inviati alle banche, il che peggiora la diffusione del virus.

Pertanto, le parti coinvolte nel commercio globale devono rivolgersi a soluzioni digitali, come firme elettroniche e piattaforme che offrono documenti digitalizzati, per garantire che i loro accordi di finanza commerciale e documenti possano essere virtualmente inchiostrati.

In quelli che vengono chiamati i "Paesi della Via della Seta", le aree tra Europa, Asia centrale e Cina, alcune aziende che utilizzano tutti i processi manuali e altre che stanno passando al digitale, non c'è standardizzazione.

Un'organizzazione internazionale con l'obiettivo di aumentare il commercio tra membri e stati è la Silk Road Chamber of International Commerce.

Uno dei suoi membri principali è Ali Amirliravi, CEO di LGR Global e fondatore di Silk Road Coin, una criptovaluta progettata per facilitare il commercio internazionale transfrontaliero lungo i paesi della Belt and Road.

Parlando a questo sito web, ha detto:

Ali Amirliravi, CEO di LGR Global

Ali Amirliravi, CEO di LGR Global

“La pandemia COVID ha evidenziato molti dei problemi che attualmente esistono nelle catene di approvvigionamento globali. Per cominciare, abbiamo visto i rischi del cosiddetto stile di produzione "just-in-time" e cosa può accadere quando le aziende utilizzano le catene di fornitura stesse come magazzini. Tutti hanno visto le interruzioni e i ritardi nella fornitura delle maschere chirurgiche e dei dispositivi di protezione individuale: è stata davvero messa in luce la generale mancanza di trasparenza nei sistemi tradizionali.

"Abbiamo notato la necessità di un controllo dei dati e di una documentazione di alta qualità: le persone volevano sapere esattamente da dove provenissero i loro prodotti e quali punti di contatto esistono lungo la catena di fornitura. E poi ovviamente abbiamo visto la necessità di velocità: la domanda c'era, ma le catene di fornitura tradizionali hanno incontrato una serie di problemi nella generazione e nella consegna dei prodotti in tempo, soprattutto una volta applicati i requisiti legali e di conformità.

"Dal punto di vista del movimento di denaro, abbiamo visto un aumento delle commissioni, carenze di monete e ritardi bancari che interferiscono davvero con le operazioni aziendali critiche. In tempi di crisi, anche piccole inefficienze possono avere un enorme impatto negativo - questo è vero in particolare nel settore del commercio di materie prime dove la dimensione e il volume della transazione sono così grandi.

"Sono tutti problemi di cui l'industria è a conoscenza da un po 'di tempo, ma la crisi COVID ha mostrato la necessità di agire ora in modo da poter superare questi problemi. È un momento critico per gli aggiornamenti delle infrastrutture e una maggiore trasparenza, e mentre il La pandemia ha causato molti effetti negativi, un potenziale impatto positivo è che ha chiarito all'industria che è necessario apportare modifiche per ottimizzare i processi e migliorare il funzionamento generale del commercio internazionale, della finanza commerciale e del movimento di denaro ".

Ali Amirliravi suggerisce alcune delle soluzioni a questi problemi:

“Penso che si tratti di integrare le nuove tecnologie in modo intelligente. Prendi la mia compagnia per esempio, LGR Global. Quando si tratta di movimento di denaro, ci concentriamo su tre cose: velocità, costi e trasparenza. Per affrontare questi problemi, stiamo guidando con la tecnologia e utilizzando cose come blockchain, valute digitali e digitalizzazione generale per ottimizzare le metodologie esistenti.

"È abbastanza chiaro l'impatto che le nuove tecnologie possono avere su cose come la velocità e la trasparenza, ma quando dico che è importante integrare le tecnologie in modo intelligente è importante perché devi sempre tenere a mente il tuo cliente - l'ultima cosa che vorremmo vuole fare è introdurre un sistema che effettivamente confonda i nostri utenti e renda il loro lavoro più complicato. Quindi, da un lato, la soluzione a questi problemi si trova nella nuova tecnologia, ma dall'altro si tratta di creare un'esperienza utente che è semplice da usare e con cui interagire e si integra perfettamente nei sistemi esistenti ".

In un'emergenza globale, il commercio internazionale può rallentare ma non deve fermarsi. Anche se COVID-19 rivela le carenze di un sistema commerciale basato su carta, offre ad aziende come LGR Crypto Bank un'opportunità per modernizzare la funzione e la natura del commercio.

"Nel settore della finanza commerciale e del movimento di denaro, ciò significa che le nuove soluzioni devono essere in grado di collegarsi direttamente ai sistemi dei clienti esistenti", ha affermato Amirliravi. "Utilizzando le API tutto questo è possibile. Si tratta di colmare il divario tra finanza tradizionale e fintech e garantire che i vantaggi della digitalizzazione siano forniti con un'esperienza utente senza interruzioni ".

 

 

Continua a leggere
pubblicità

Twitter

Facebook

pubblicità

Trending