Seguici sui social

norme di sicurezza dei prodotti UE

Safety Gate: le sostanze chimiche sono in cima alla lista annuale dei rischi per la salute per i prodotti non alimentari

SHARE:

Pubblicato il

on

Usiamo la tua registrazione per fornire contenuti nei modi in cui hai acconsentito e per migliorare la nostra comprensione di te. È possibile disdire in qualsiasi momento.

Il 13 marzo la Commissione europea ha pubblicato la sua relazione annuale sulla Cancello di sicurezza, il sistema europeo di allarme rapido per i prodotti non alimentari pericolosi. La relazione riguarda gli allarmi notificati nel corso del 2022 e le risposte fornite dalle autorità nazionali. I rischi per la salute legati alle sostanze chimiche sono la tipologia di rischio notificata più frequente, riscontrabile anche in una più ampia varietà di prodotti. Per il secondo anno consecutivo, giocattoli e automobili sono in cima alla classifica delle categorie di prodotti più notificate.

Principali risultati del rapporto

Nel 2022, le autorità dei 30 paesi partecipanti alla rete Safety Gate (Stati membri dell'UE, Norvegia, Islanda e Liechtenstein) hanno reagito a 2,117 segnalazioni con 3,932 azioni di follow-up. In ogni Stato membro, le autorità di vigilanza del mercato hanno seguito regolarmente gli allarmi e si sono scambiate ulteriori informazioni. L'84% delle azioni di follow-up includeva misure nazionali aggiuntive. Ad esempio, le autorità austriache di vigilanza del mercato hanno individuato un giocattolo contenente parti facilmente staccabili, che presentava un rischio di soffocamento per i bambini. A seguito della notifica da parte delle autorità austriache di Safety Gate, le autorità slovene hanno identificato il giocattolo sul loro mercato e i rivenditori sono stati in grado di richiamare rapidamente il prodotto.

Nel 2022 i rischi legati a sostanze chimiche, lesioni e soffocamento sono stati i più notificati. L'elenco delle categorie di prodotti più comuni notificate è stato in cima ai giocattoli, seguito da autoveicoli, cosmetici, abbigliamento ed elettrodomestici. Lo scorso anno, i prodotti cosmetici hanno registrato un numero significativamente più elevato di segnalazioni relative alla presenza di sostanze chimiche recentemente vietate in profumi e creme.  

Tuttavia, il forte aumento degli allarmi relativi ai rischi chimici non è dovuto solo ai cosmetici, poiché i rischi chimici sono stati identificati in una gamma più ampia di prodotti. Alcuni giocattoli, ad esempio, avevano un'eccessiva concentrazione di ftalati, che comporta rischi per il sistema riproduttivo.

Prossimi passi

Il 30 giugno 2021 la Commissione ha presentato una proposta per un nuovo regolamento sulla sicurezza generale dei prodotti, che sostituirà l'attuale Direttiva generale sulla sicurezza dei prodottie. Il regolamento modernizzerà il quadro generale per la sicurezza dei prodotti di consumo non alimentari, mantenendone il ruolo di rete di sicurezza per i consumatori e garantendo che le sfide in materia di sicurezza poste dalle nuove tecnologie e dalla crescita delle vendite online siano affrontate.

pubblicità

Il regolamento sulla sicurezza generale dei prodotti contribuirà a garantire che nell'UE siano venduti solo prodotti sicuri, sia online che nei negozi, nell'UE o altrove. Migliorerà in modo significativo l'applicazione delle norme sulla sicurezza dei prodotti, la sorveglianza del mercato tramite steamline e il richiamo di prodotti non alimentari pericolosi.

sfondo

Dal 2003, Safety Gate ha consentito un rapido scambio di informazioni tra gli Stati membri dell'UE/SEE e la Commissione europea sui prodotti non alimentari pericolosi che presentano un rischio per la salute e la sicurezza dei consumatori. Possono essere intraprese adeguate azioni di follow-up e i prodotti possono essere rimossi dal mercato.

Per facilitare la circolazione delle informazioni al pubblico, la Commissione gestisce anche il Cancello di sicurezza sito web pubblico, dotato di un'interfaccia moderna e di facile utilizzo per facilitare il processo di notifica. Le pagine sono tradotte in tutte le lingue dell'UE, oltre all'islandese, al norvegese e, recentemente, anche all'arabo e all'ucraino. Le aziende possono anche utilizzare il Porta d'affari informare le autorità nazionali in modo rapido ed efficiente sui problemi di sicurezza relativi a un prodotto che hanno immesso sul mercato.

Il Impegno per la sicurezza del prodotto stabilisce inoltre azioni volontarie specifiche per i mercati per rimuovere le offerte di prodotti non sicuri dalle loro piattaforme. 11 marketplace online hanno già firmato questo accordo: bol.com, eMAG, Wish.com, AliExpress, Amazon, eBay, Rakuten France, Allegro, Cdiscount, Etsy e Joom. L'ultimo stato di avanzamento del Product Safety Pledge è disponibile online.

L'anno scorso, la Commissione ha anche lanciato un nuovo strumento di sorveglianza elettronica chiamato "web crawler". Lo strumento mira a supportare ulteriormente le autorità nazionali nel rilevamento delle offerte online di prodotti pericolosi segnalati in Safety Gate. Identifica ed elenca automaticamente ognuna di queste offerte, consentendo alle autorità di contrasto di rintracciare il fornitore e ordinare l'effettivo ritiro di tali offerte, contribuendo ad armonizzare le azioni e ad affrontare le sfide del monitoraggio delle vendite online di prodotti pericolosi. Negli ultimi 6 mesi, lo strumento ha aiutato a elaborare 939 avvisi, che hanno portato all'analisi di quasi 616,000 siti web.

Maggiori informazioni

Safety Gate – Risultati 2022

Scheda informativa Porta di sicurezza

Safety Gate: il sistema di allarme rapido dell'UE per i prodotti non alimentari pericolosi (europa.eu)

Sicurezza dei prodotti Business Alert Gateway (europa.eu)

Impegno per la sicurezza del prodotto (europa.eu)

Condividi questo articolo:

EU Reporter pubblica articoli da una varietà di fonti esterne che esprimono un'ampia gamma di punti di vista. Le posizioni assunte in questi articoli non sono necessariamente quelle di EU Reporter.
pubblicità

Trending